divertissments 1.2

 

 

 

– vai a lavarti i piedi.

– No

– Sono neri.

– Mamma ti voglio male.

– Lo so.

Mi vuoi male e mi vuoi bene.

Ma adesso vai a lavarti i piedi. Col sapone.

– Perché?

– L’acqua da sola non toglie quel nero.

Ti porto le scarpine così te le metti in bagno.

 

-Mamma, vuoi vedere come sono venuti i miei piedi?

– Anche camminando sui talloni li sporchi.

Senza sapone?

– No, col sapone, Mamma vuoi vedere il sapone? E’ bagnato.

-No, mi fido.Hai detto che te le sei lavati col sapone.

-Mamma, vuoi vedere il sapone?

– Ti ho detto di no.

-Ci sono ancora delle mutandine?

– Guarda (gliele mostro). Hai fatto il bides, i denti la faccia?

– Sì.

-Allora vestiti: Metti le mutandine dalla parte giusta, brava, prima la maglietta, la maglietta va dentro la gonna.

-Dentro la gonna?

Avevamo deciso che con quella gonna stava meglio dentro percché non fa vedere la pancia.

Hai messo le scarpine? Sono sporche, ma questa è stoffa, si possono lavare.

Vieni che ti pettino.

-Uei!

Faccio piano, ma approfitto per toglierti i nodi.Metti il cerchietto.

-Tu te ne approfitti!

– E’ vero.

– Va bene così ? Adesso ti metto la crema sul viso.

– No, me la metto io.

– Adesso ce l’ho già in mano e finalmente per una volta te la metto io. Approfitto per farti due care.

– La metti sempre tu e altro che care! Ti ricordi quell’altra crema di Milano? L’hai sempre messa tu.


 

Una risposta a divertissments 1.2

  1. FruFru84 scrive:

    Questo dialogo è bellissimo. <3
    Ero una peste.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *