personaggi eroici: IN LOTTA CONTRO LOBBY E MAFIE DEL CARBONE, SUOR VALSHA E’ STATA MASSACRATA


SUOR VALSHA  2011

 

 

 

 

 

 

 

 

Da più di vent´anni Valsha John,

una suora cattolica di 53 anni originaria del Kerala (nord dell’India), si batteva insieme alle popolazioni tribali Santal contro i padroni delle miniere di carbone nel poverissimo Stato indiano del Jarkhand (India del sud).

 

 

 

 

Nella notte del 15 novembre è stata

picchiata e fatta a pezzi

a colpi di ascia

davanti alla sua casa

nel villaggio di Pachwara,

nel distretto di Dhumka.

 

 

 

 

 

Secondo le prime confuse ricostruzioni della polizia locale, la donna sarebbe stata assalita da almeno 50 persone e i suoi assassini sarebbero stati abitanti locali contrari alle sue attività di leader della protesta contro le estrazioni illegali di carbone della compagnia Panam Coal.

I parenti della suora, durante i funerali che si sono svolti ieri a Dhumka, hanno sostenuto invece che la religiosa aveva ricevuto minacce dirette proprio dai dirigenti della società che in passato l´avevano anche denunciata e fatta arrestare. «Bisogna indagare e processare immediatamente i colpevoli di questa brutale uccisione», ha detto Meenakshi Ganguly, direttore di Human Rights Watch per l´Asia meridionale, ricordando che ci sono stati già «ripetuti attacchi e omicidi contro altri attivisti della società civile che avevano denunciato numerosi episodi di corruzione» nel settore minerario di questa regione.

 

 

 

Centinaia di abitanti dei villaggi sono stati trasferiti negli anni con l´ausilio delle autorità per soddisfare la crescente domanda di carbone e minerale di ferro, in una sospetta collusione tra funzionari statali e potenti mafie locali accusate oggi di aver spedito gli assassini a massacrare la suora per impedirle di guidare le continue proteste contro gli scavi illegali e la ridislocazione delle popolazioni tribali della zona.

 

 



 

 

E ora si teme che i colpevoli dell´omicidio restino impuniti come è già avvenuto in passato per altri casi di violenza contro i cittadini contrari alle miniere, a volte accusati di essere militanti maoisti.

 

 

 

Suor Valsha apparteneva alle Sorelle della Carità di Gesù e Maria, e secondo i suoi parenti, era stata più volte messa in guardia da membri delle gang criminali locali. «Nostra sorella – ha detto il fratello MJ Baby – ci aveva parlato delle minacce, ma era determinata a stare dalla parte delle popolazioni tribali. Non pensavamo che sarebbero giunti a ucciderla». Il prete Tom Kavala, che ha lavorato 15 anni con la suora, ha detto ad AsiaNews che la monaca uccisa «aveva creato una organizzazione tribale per bloccare l´espropriazione delle terre da parte delle potenti lobby del carbone, aiutando anche la gente a ottenere le compensazioni dalle compagnie. Sei anni fa la stessa mafia aveva provato a “comprare” il consenso di nove villaggi e suor Valsha aveva mobilitato altri poveri del posto. Questi Signori del carbone hanno presentato 33 denunce contro di lei e i suoi sostenitori, ma molti di loro sono finiti in prigione».

 

 

 

 

AGGIORNAMENTO

 

19 novembre 2011

Accade in India

Suor Valsha John, la religiosa cattolica assassinata il 15 novembre nello Stato indiano nord-orientale di Jharkhand, aveva il giorno prima avuto una discussione nel commissariato dove si era recata per denunciare uno stupro. Lo riferisce oggi il quotidiano The Indian Express di Nuova Delhi.

 

 

LA PISTA INVESTIGATIVA – Il giornale scrive che questa e’ diventata la principale pista investigativa dell’omicidio avvenuto nel villaggio di Pachuwara del distretto di Pakur, mentre ieri la polizia ha arrestato il presunto responsabile della violenza carnale, Adwin Murmu di 22 anni, insieme ad altre sei persone. E’ stato un assistente della suora di cui e’ protetta l’identita’ a mettere gli inquirenti su questa pista investigativa. ‘Mi aveva raccontato dei problemi avuti per far accogliere dal commissariato la denuncia di stupro il 14 novembre. E il giorno dopo e’ stata uccisa’. Le indagini sono condotte da Amat Nath Khanna, commissario di polizia della vicina citta’ di Amrapara, il quale ha annunciato che Banarasi Prasad, il responsabile del commissariato dove la suora si era presentata dopo lo stupro della ragazza, ‘e’ stato sospeso dal servizio per negligenza’. I funerali di suor Valsha John, che apparteneva all’Ordine delle Suore della Carita’, sono stati celebrati il 17 novembre nella cattedrale di Dumka, in presenza di una folla di fedeli ed autorita’ politiche e religiose. (ansa=(ANSA).

SUOR VALSHA E IRENA SENDLER

 


 

FOTO DI SIMO

 

Ricordo che tutti i quadri e le fotografie sono Mario Bardelli, altrimenti è segnalato. Si escludono evidentemente le foto tratte dai giornali.

Chiara: come noterete mi sono sfogata a mettere immagini perché da un po’ di tempo, il computer naturalmente e non io, non sapeva più metterle! Ma vi piacciono?

2 risposte a personaggi eroici: IN LOTTA CONTRO LOBBY E MAFIE DEL CARBONE, SUOR VALSHA E’ STATA MASSACRATA

  1. nemo scrive:

    Straordinaria figura che va ad aggiungersi alle innumerevoli donne che hanno sacrificato l’ esistenza e la vita per l’ affermazione di una maggiore giustizia sociale.

  2. nemo scrive:

    Bello il post, con notevoli dipinti dell’ ottimo Bardelli. Bene anche le foto e la composizione complessiva di Chiara.

Rispondi a nemo Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *