RIMEMBRANZE DI SAFFO E DEI SUOI OCCHI COLOR DELLE VIOLE IN UNA RAGAZZINA DI 17 ANNI

[audio:http://www.neldeliriononeromaisola.it/wp-content/uploads/2011/12/02-Antiguo.mp3|titles=02 Antiguo]

 

PAESAGGIO LIGURE              

I profili lontani

dei colli

come un fiume

mi prendono                                                      

e non sono più io.

Quando le prime stelle

tremano su  di essi

dolce sarebbe pregare

e correre adolescente.                

 

 

SERA

 

Quando alla sera

rapidi salgono in noi i ricordi

siamo soli ad aspettarli,

nudi nel cuore, puri

come una volta antica

quando senza memoria

breve era l’ombra

dietro di noi.

Tra quelle rive

che mai trovano pace

la nostra vita è un immenso sospiro.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

LUNA  D’ESTATE

 

Nelle infinite plaghe del cielo

 

 

trascolora la luna

fiorendo dalla maturità della sera:

 

Ogni voce di cosa

è preghiera,

ogni uomo un gigante

che sfiora la luna.

 

DONATELLA D’IMPORZANO 1960

 

le foto, le foto elaborate, gli acquarelli sono tratti da “CARTOLINE DI SANREMO” DI M. BARDELLI

 

 

 

Condividi

One Response to RIMEMBRANZE DI SAFFO E DEI SUOI OCCHI COLOR DELLE VIOLE IN UNA RAGAZZINA DI 17 ANNI

  1. nemo scrive:

    Le poesie di Donatella D’ Imporzano sono molto belle e rivelano la sensibilità di una giovanissima ragazza ‘ripiegata’ su pensieri e ‘spleen’ universali. Altrettanto ‘convincenti’ e suggestive le trasformazioni pittoriche del paesaggio sanremasco di Mario Bardelli. Bel post.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *