PER CONTINUARE I FESTEGGIAMENTI DELL’ANNO NUOVO, TANTO TUTTI SAPPIAMO CHE NEL 2012 CI SARA’ DA BALLARE ALMENO FINO AL 2013 SE CI VA BENE…..NON VOLETE APRIRE GLI OCCHI SUL NUOVO GIORNO CON ALCUNE POESIE D’AMORE DI CESARE PAVESE AL SUO ULTIMO AMORE, L’ATTRICE AMERICANA CHARLOTTE DOWLING, ANCHE LEI MORTA SUICIDA ALCUNI ANNI DOPO CESARE PAVESE(1950)

 

 

Audio clip: Adobe Flash Player (version 9 or above) is required to play this audio clip. Download the latest version here. You also need to have JavaScript enabled in your browser.

nota: a volte per far partire la musica, bisogna chiudere- schiaccio i due tratti verticali- e farla ripartire.

The Portrait of a Lady di mario bardelli

 

 

 

 

“IN THE MORNIG YOU ALWAYS COME BACK” (19-20 MARZO 1950)

 

Lo spiraglio dell’alba

respira con la tua bocca

in fondo alle vie vuote.

Luce grigia i tuoi occhi,

dolci gocce dell’alba

sulle colline scure.

Il tuo passo e il tuo fiato                                                                      

nella pagina alcuni Abstractart (2008) di mario bardelli

 

 

come il vento all’alba

sommergono le case.

La città abbrividisce,

odorano le pietre-

sei la vita, il risveglio.

 

Stella perduta

nella luce dell’alba,

cigolìo della brezza,

tepore, respiro-

è finita la notte.

 

Sei la luce e il mattino.

 

Il pittore e la modella 2 di mario bardelli

 

 

21 marzo 1950

 

Hai un sangue, un respiro.

Sei fatta di carne

di capelli di sguardi

anche tu. Terra e piante,

cielo di marzo, luce,

vibrano e ti somigliano-

il tuo riso e il tuo passo                                                                    

come acque che sussultano-                                            

la tua ruga fra gli occhi

come nubi raccolte-

il tuo tenero corpo

una zolla nel sole.

 

Hai un sangue, un respiro.

Vivi su questa terra.

Ne conosci i sapori

le stagioni i risvegli, hai giocato nel sole,

hai parlato con noi.

Acqua chiara, virgulto

primaverile, terra,

germogliante silenzio, tu hai giocato bambina

sotto un cielo diverso,

ne hai negli occhi il silenzio,

come polla dal fondo.

Ora ridi e sussulti                                                    

sopra questo silenzio.

Dolce frutto che vivi

sotto il cielo chiaro,

che respiri e vivi

questa nostra stagione,

nel tuo chiuso silenzio

è la tua forza. Come

erba viva nell’aria

rabbrividisci e ridi,

ma tu, sei terra.

Sei radice feroce.

Sei la terra che aspetta.

 

The night you slept                                    4 aprile 1950

 

Anche la notte ti somiglia,

la notte remota che piange

muta, dentro il cuore profondo,

e le stelle passano stanche.

Una guancia tocca una goccia-

è un brivido freddo, qualcuno

si dibatte e t’implora, solo,

sperduto in te, nella tua febbre.                          

 

La notte soffre e anela l’alba,

povero cuore che sussulti.

O viso chiuso, buia angoscia,

febbre che rattristi le stelle,

c’è chi come te attende l’alba

scrutando il tuo viso in silenzio.

Sei distesa sotto la notte

come un chiuso orizzonte morto.

Povero cuore che sussulti,

un giorno lontano eri l’alba.

 

Last blues, to be read some day 11 aprile 1950

 

‘T was only a flirt

you sure did know

some one was hurt

long time ago.

 

All is the same

year has gone by-

some day you came

some day you ‘ll die.

 

Some one has died

lond time ago-some one who tried

bud didn’t know.

(questa è l’ultima poesia della raccolta : ” E’ stato solo un flirt/ e tu sicuramente lo sapevi/…qualcuno una volta ha tentato/ ma non ne fu capace”.

(traduzione mia che non so l’inglese)

dalla raccolta, “VERRA’ LA MORTE E AVRA’ I TUOI OCCHI” , a lei dedicata.

 

Il 26 agosto Cesare Pavese affitta una stanza all’albergo Roma a Torino e il 27 si suicida prendendo dieci bustine di sonnifero.

figura sorridente,  di mario bardelli

 

 

Sul Diario aveva scritto recentemente (citato a senso): “Non ci si uccide per l’amore di una donna, ma perché quest0 amore ci ha messo a nudo in tutta la nostra miseria, fragilità, impotenza…”

 

Il 18 agosto 1950 chiude il suo Diario, iniziato nel ’38:

 

“Tutto questo fa schifo. Non parole. Un gesto. Non scriverò più.

 

 

4 risposte a PER CONTINUARE I FESTEGGIAMENTI DELL’ANNO NUOVO, TANTO TUTTI SAPPIAMO CHE NEL 2012 CI SARA’ DA BALLARE ALMENO FINO AL 2013 SE CI VA BENE…..NON VOLETE APRIRE GLI OCCHI SUL NUOVO GIORNO CON ALCUNE POESIE D’AMORE DI CESARE PAVESE AL SUO ULTIMO AMORE, L’ATTRICE AMERICANA CHARLOTTE DOWLING, ANCHE LEI MORTA SUICIDA ALCUNI ANNI DOPO CESARE PAVESE(1950)

  1. nemo scrive:

    Vedo che apri ‘in allegria’ questo 2012: forse così ‘porta bene’. Belli i dipinti del pittore Bardelli che nel primo raffigura Picasso ( e la modella ) e nella ‘figura sorridente’ fa pensare a Bacon . La Lady del Portrait sei tu, Chiara…mente ( come ti vede l’ artista ).

    • Chiara Salvini scrive:

      un giorno ti mostrerò i quadri in cui si espressa bene come mi vede l’artista! Pochi pochissimi grazie al cielo visto “come mi vede”! Uno l’ha presentato a Genova ad una mostra: noi due sulla sabbia di Bahia al nord in un viaggio per far vedere a mia mamma qualcosa del Brasile. Un quadro da una foto come succede spesso. Lui si è fatto bello giovane arioso elegante…io? Un caro amico presente alla mostra gli disse che se non mi cambiava faccia gli avrebbe tolto il saluto. E’ rimasto solo mio amico. Le madri-le moglie, per molti senza distinzione- può succedere per una serie…di code di paglia che ti appaiano alla vista uguali a dei mostri. Poi ci sono quelle monstrum, che come sai, di suo, vuol dire “suscita meraviglia” anche bisogno della senza coda di paglia. Sei tu che mi rendi allegra quando ti fai vivo, ciao CH.

    • Chiara Salvini scrive:

      sei proprio “un tombeur de femme” come dice-mi pare- Ezio Maiolino, il grande pittore-incisore ecc. che ti conosce bene!

  2. nemo scrive:

    Ahh, sì sì un ‘tombeur de femme’ ….. ma senza femme ..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *