PRIMA DI “TORNARMENE NEI MIEI STRACCI”, VI MANDO UN SERVIZIO DALLO STUDIO FOTOGRAFICO “GRAMMONDO” DI PIETRO EDOARDO RANERI DI BORDIGHERA SUI CARRI FIORITI DI DOMENICA 25 MARZO A SANREMO

 

Audio clip: Adobe Flash Player (version 9 or above) is required to play this audio clip. Download the latest version here. You also need to have JavaScript enabled in your browser.

PRIMA DI TUTTO L’ARTISTA, IL NOSTRO “PIERO” PER GLI AMICI,  CHE E’ LA GENTILEZZA IN PERSONA (“DA ACCUMULO DI TESTIMONIANZE DI CHIARA”)… che però non parla della sua galanteria…)

 

Qui il sole di Bordighera, costantemente nella costellazione del Leone, battendo proprio sul viso, ci impedisce di vedere il suo allegro e tenero sorriso da “cucciolotto sfuggente”.

 

 

 

 

E’ ora di spiaggia!

” senza titolo” di mario bardelli

 



 

 

UNO SCORCIO SULLE GIORNATA DI SABATO 24 -DOMENICA 25 UN PO’ PER STRADA UN PO’ DIETRO LE QUINTE.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

ch. non sono riuscita ad incollare tutte le foto inviatemi da Piero, non si aprivano ed io stavo lì come una babba, ma soprattutto si sono “spente”, non si è riprodotta la luce che c’era nelle originali. In compenso, pur dispiaciuta, sono la Vostra Personale Agenzia Autonoma!

 

 

 

7 risposte a PRIMA DI “TORNARMENE NEI MIEI STRACCI”, VI MANDO UN SERVIZIO DALLO STUDIO FOTOGRAFICO “GRAMMONDO” DI PIETRO EDOARDO RANERI DI BORDIGHERA SUI CARRI FIORITI DI DOMENICA 25 MARZO A SANREMO

  1. D 'IMPORZANO DONATELLA scrive:

    Le foto sono molto belle, di un vero esperto. Riesce a dare una sintesi di quello che vede, senza trascurare i particolari. La prossima volta che vengo a Sanremo me lo devi presentare. Ciao e tanti bacini ini. Dog>

    • Chiara Salvini scrive:

      ho sbagliato a mettere questa in grassetto, ma non è stato possibile rimetterla normale. Ah vita vitaccia degli infernacoli strumenti! Che tutte le volte ti forniscono una foto di te che non vorresti assolutamente vedere perché di “fotografie di impotenza assoluta” ne hai già vari album…!ch.

      • Chiara Salvini scrive:

        si è tutto cancellato il commento a questo e a quello sui parenti dei malati, , ma qui mi riferivo al grassetto sul tuo commento alle foto che non aveva senso mettere, questa ragazzo che ufficialmente si chiama “Pietro Edoardo”, per gli amici “Piero”, è imprendibile come la Primula Rossa, ma attraverso Giorgio sarà possibile presentartelo. Forse. Mi ha scritto che sta lavorando con un musicista che mi pare si chiami “Alfano”, e che io non conosco, ad un’opera sul “Dottor Antonio” pensa! (un romanzo bellissimo per chi ama questa zona della Liguria, molto romantico) e mi pare di avergli già scritto, ma temo non lo farà, di farci una minuscola relazione su questa esperienza, addirittura-ma non lo ricordo proprio-anticipando che del romanzo avresti potuto raccontare qualcosa tu, sempre quando potrai liberarti…ecc ecc ciao ma belle ch.

  2. nemo scrive:

    Franco Alfano, compositore morto nel ’54 a Sanremo ha scritto un’ opera il cui libretto è tratto dal romanzo di Ruffini ‘Il Dottor Antonio’, ambientato a Bordighera . Romanzo scritto in inglese nell’ ‘800. Per questo se ne interessa il Pietro ( amante della musica e curatore di una rubrica culturale su Bordighera.net, nonché fotografo ), che è in possesso del libretto originale, credo degli anni ’30 .

    • Chiara Salvini scrive:

      SEI “IMPRESCINDIBILE”! Dalla rivista “Vento largo” che conoscerai come il pane, non sono riuscita a copiare una citazione da “Vento largo” del tuo amico Francesco Biamonti. Se potessi mandarla, ti saremmo tutti grati e anche di più se ci dici qualcosa di questa rivista e di quel bellissimo vecchietto di “Pigmenti”, che non ho potuto cercare perché Cenerentola è una zucca e le scarpine di cristallo vecchie ciabatte…anche se a letto (e in giro in casa come esercizi di piedi da scarto) vado a piedi scalzi, ma attenzione: “senza parco”, buonanotte a tutti e quei bei sogni che vi fanno capire che avete davvero riposato, ch.

  3. nemo scrive:

    “Il vento largo é un vento che non soffia mai nella stessa direzione e di conseguenza disorienta molto… E’ come il vento della vita che ti sospinge prima da una parte, poi da un’altra…”

    Francesco Biamonti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *