(IN LAVORI) PIER PAOLO PASOLINI: “lo non ho alle mie spalle nessuna autorevolezza: se non quella che mi proviene paradossalmente dal non averla o dal non averla voluta; dall’essermi messo in condizione di non aver niente da perdere, e quindi di non esser fedele a nessun patto che non sia quello con un lettore che io del resto considero degno di ogni più scandalosa ricerca”. MI PERMETTO, CON TUTTA L’UMILTA’ DEL CASO, DI PRENDERE QUESTA FRASE A MOTTO DI ME STESSA E DEL MIO BLOG. CHIARA

OSSERVATE BENE LA PRIMA FRASE DI PASOLINI DEL TESTO CHE SEGUE, SCRITTA IN PICCOLISSIMO,  PERCHE’ LA  TROVO IMPORTANTISSIMA PER NOI TUTTI:

 

“LA MORTE NON E’ NEL NON POTER COMUNICARE MA NEL NON POTER ESSERE COMPRESI”

 

MA,PER RIMANERE NEI NOSTRI STRACCI, UN MALATO MENTALE L’AVREBBE SCRITTA COSI: “LA MORTE NON E’ NEL NON POTER COMUNICARE: E’ NEL  POTER COMUNICARE E NON ESSERE COMPRESI”.


CHIARA, A PARTIRE DALLA SUA ESPERIENZA PERSONALE ANCORA QUOTIDIANA – NONOSTANTE LA SUA GUARIGIONE DATI DAL 1994, QUASI VENTANNI-   LA DEDICA “CON FERVIDA PREGHIERA” A TUTTI QUELLI CHE STANNO VICINO AD UN MALATO MENTALE: DAI FAMILIARI  A QUALUNQUE TIPO DI PROFESSIONISTA A COMINCIARE DAGLI INFERMIERI, ACCOMPAGNATORI ECC.


Pier Paolo Pasolini
La saggisticaScritti corsari
1975
commento di Angela Molteni 

“lo non ho alle mie spalle nessuna autorevolezza: se non quella che mi proviene paradossalmente dal non averla o dal non averla voluta; dall’essermi messo in condizione di non aver niente da perdere, e quindi di non esser fedele a nessun patto che non sia quello con un lettore che io del resto considero degno di ogni più scandalosa ricerca.”

Scritti corsari è l’ultimo libro pubblicato da Pasolini (fu in libreria subito dopo la sua morte, Pasolini ne aveva già revisionato le bozze presso l’editore Garzanti) ed è molto più che una raccolta di articoli, interviste, recensioni. Piuttosto un libro che il lettore deve ricostruire: “È lui che deve rimettere insieme i frammenti di un’opera dispersa e incompleta. È lui che deve ricongiungere i passi lontani che però si integrano.” Nati dall’occasione, questi scritti hanno una singolare unità, anche perché nei fili che ne compongono il tessuto è sempre ben visibile “l’arte scontrosa o mestiere” dell’autore.

“Forse qualche lettore troverà che dico delle cose banali. Ma chi è scandalizzato è sempre banale. E io, purtroppo, sono scandalizzato. Resta da vedere se, come tutti coloro che si scandalizzano (la banalità del loro linguaggio lo dimostra), ho torto, oppure se ci sono delle ragioni speciali che giustificano il mio scandalo.”

Il vero scandalo di questi scritti è nella loro severità. Essi toccano fatti che coinvolgono, in modo patente o oscuro, la vita e la coscienza di milioni di uomini. Sono duri, aspri, “scandalosi” argomenti che Pasolini affronta senza indulgenza, senza approssimazioni. Il lettore degno della “scandalosa ricerca” trova qui degli scritti di “attualità” certo non effimeri, in cui si cerca di decifrare la fisionomia degli anni a venire. La tragica morte dello scrittore e le reazioni che ne sono seguite rivelano la terribile qualità profetica, il sicuro presagio nascosti in questo libro.

..
Il volume Scritti corsari raccoglie gli articoli di Pier Paolo Pasolini apparsi prevalentemente sul “Corriere della Sera” tra il 1973 e il 1975; inoltre, comprende una sezione “documenti allegati”, redatti da Autori vari. Qui di seguito sono elencate le date di pubblicazione degli interventi giornalistici, nonché gli argomenti che identificano ciascun intervento.


Gli articoli contrassegnati rimandano
alla lettura di alcuni stralci di testo
riproposti in “Pagine corsare”


– 7 gennaio 1973. Il “discorso” dei capelli – dal “Corriere della sera” col titolo “Contro i capelli lunghi”
– 17 maggio 1973. Analisi linguistica di uno slogan – dal “Corriere della sera” col titolo “Il folle slogan dei jeans Jesus”
– 15 luglio 1973. La prima, vera rivoluzione di destra – dal “Tempo illustrato” col titolo “P. giudica i temi di italiano”
– 9 dicembre 1973. Acculturazione e acculturazione – dal “Corriere della sera” col titolo “Sfida ai dirigenti della televisione”
– Marzo 1974. Gli intellettuali del ’68: manicheismo e ortodossia delle “rivoluzione dell’indomani” – da “Il dramma” per un’inchiesta sugli interventi politici degli intellettuali
– 28 marzo 1974. Previsione della vittoria al “referendum” – da “Il mondo”
– Marzo 1974. Altra previsione della vittoria al “referendum” – da “Nuova generazione”
– Marzo 1974. Vuoto di carita’, vuoto di Cultura: un linguaggio senza origini – Prefazione a una raccolta di sentenze della Sacra Rota, a cura di Francesco Perego
– 10 giugno 1974. Studio della rivoluzione antropologica in Italia. – dal “Corriere della sera” col titolo “Gli italiani non sono piu’ quelli”
– 24 giugno 1974. Il vero fascismo e quindi il vero antifascismo – dal “Corriere della sera” col titolo “Il Potere senza volto”
– 8 luglio 1974. Limitatezza della storia e immensita’ del mondo contadino – da “Paese sera” col titolo “Lettera aperta a Italo Calvino: P.: quello che rimpiango”
– 11 luglio 1974. Ampliamente del “bozzetto” sulla rivoluzione antropologica in Italia – da “Il Mondo”, intevista a cura di Guido Vergani
– 16 luglio 1974. Il fascismo degli antifascisti – dal “Corriere della sera” col titolo “Apriamo un dibattito sul caso Pannella”
– 26 luglio 1974. In che senso parlare di una sconfitta del PCI al “referendum” – dal “Corriere della sera” col titolo “Abrogare P.”
– 22 settembre 1974. Lo storico discorsetto di Castelgandolfo – dal “Corriere della sera” col titolo “I dilemmi di un Papa, oggi” [stralcio]
– 6 ottobre 1974. Nuove prospettive storiche: la Chiesa è inutile al potere – dal “Corriere della sera” col titolo “Chiesa e potere”
– 14 novembre 1974. Il romanzo delle stragi – dal “Corriere della sera” col titolo “Che cos’è questo golpe?”
– 25 gennaio 1975. L’ignoranza vaticana come paradigma dell’ignoranza della borghesia italiana – da “Epoca” per un’inchiesta sulla DC e gli intellettuali
– 19 gennaio 1975. Il coito, l’aborto, la falsa tolleranza del potere, il conformismo dei progressisti. – dal “Corriere della sera” col titolo “Sono contro l’aborto”
– 30 gennaio 1975. “Sacer” – dal “Corriere della sera” col titolo “Pasolini replica sull’aborto”
– 25 gennaio 1975. “Thalassa” – da “Paese sera” col titolo “Una lettera di P.: “opinioni sull’aborto”
Febbrio 1975. Cani – inedito
1° marzo 1975. Cuore – dal “Corriere della sera” col titolo “Non avere paura di avere un cuore”
1° febbraio 1975. L’articolo delle lucciole – dal “Corriere della sera” col titolo “Il vuoto del potere in Italia”
18 febbraio 1975. I Nixon italiani – dal “Corriere della sera” col titolo “Gli insostituibili Nixon italiani”
DOCUMENTI ALLEGATI

– Sandro Penna: “Un po’ di febbre”
– Don Lorenzo Milani: “Lettere alla mamma” (o meglio: “Lettere di un prete cattolico alla madre ebrea”)
– Per l’editore Rusconi
– Andrea Valcarenghi: “Underground: a pugno chiuso”
– “Esperienza di una ricerca sulle tossicomanie giovanili in Italia, a cura di Luigi Cancrini
– Giovanni Comisso: “I due compagni”
– Sviluppo e progresso
– Ignazio Buttitta: “Io faccio il poeta”
– Ebreo-tedesco
– Gli uomini colti e la cultura popolare
– La Chiesa, i peni e le vagine
– Il carcere e la fraternita’ dell’amore omosessuale
– M. Daniel – A. Baudry: “Gli omossessuali”
– Francesco De Gaetano: “Avventure di guerra e di pace”
– Ferdinando Camon: “Letteratura e classi subalterne”
– Contro l’ufficialità della storia: testimoni inclassificabili
– Il genocidio
– Fascista
– Colpo di testa del capro espiatorio
– Frammento
– Le cose divine

.

Leggi anche il dibattito su Scritti corsari e più
in generale su Pasolini del comitato redazionale
di “Salvo imprevisti”

SCRITTI CORSARI
VEDI ANCHE

9 dicembre 1973.
Acculturazione

24 giugno 1974.
Il vero fascismo e quindi
il vero antifascismo

22 settembre 1974.
Lo storico discorsetto
di Castelgandolfo

14 novembre 1974.
Il romanzo delle stragi

Un dibattito del collettivo
redazionale di
“salvo imprevisti” 

SAGGISTICA
VEDI ANCHE


Passione e ideologia

Canzoniere italiano, la poesia popolare italiana

Empirismo eretico

Lettere luterane

Le belle bandiere

Descrizioni di descrizioni

Il caos

L’odore dell’India

Il portico della morte

Scritti corsari

Lettere (1940-54)

Meditazione e spiritualità nelle opere più recenti di Pier Paolo Pasolini
di Uberto Scardino

Ancora considerazioni su alcune opere di
Pier Paolo Pasolini
di Uberto Scardino

Pasolini e le ultime illusioni,
di Franco Fortini

Pasolini contro Calvino,
diAngela Molteni

Che cosa è e come è
fatta la critica,
di Angela Molteni

Bibliografia

La saggistica – Scritti corsari

Vai alla pagina principale

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *