VIDEO (IL PRIMO!!!, MANDATE TELEGRAMMI DI COMPLIMENTI!…FORSE NON BASTERANNO…”DI PIU’ DI PIU’ DI PIU’!!!) TITOLO: “SCENE DI SESSO” DI WILLWOOSH

 

ACHTUNG ZERO (STESSA DI ORA DEL PRINCIPALE qui sotto, 15:32): non ho il minimo dubbio che vi convincete, ancor più matta, che ho le allucinazioni, pazienza, a me l’elettronica fa questo effetto, pazienza e a voi? Solennemente dichiaro che ho avuto un’allucinazione, ma adesso il video è lo stesso che ho messo. Se potete dite con me: AMEN AMEN AMEN. NON SONO PIU’ ARRABBIATA E COLORO COME AL SOLITO. ch

PS.  ore 17:14: quello che, forse, salto la ignoranza ormai, deve essere successo, che andando nell’autobiografia qui sotto del ragazzo, aprendo le finestre (i modifica) per dire che è bravo ecc. ecc. alla fine, di finestra in finestra, mi sono ritrovata iscritta al suo sito dando l’indirizzo del mio blog

 

ACHTUNG PRINCIPALE  E DI ADESSO VENERDI’13 APRILE ORE 15:28: chi non sa niente di elettronica, dovrebbe astenersi: questa è una massima da cui NON mi sono fatta guidare. Cosa sia successo non lo so, ma il video è cambiato e non è più quello “scene di sesso” che avevo messo io. Forse prima di tuffarsi nei giovani, come vi avevo suggerito, sarebbe meglio leggere le istruzioni!! Cosa che, come si vede, non faccio regolarmente. NON COLORO TANTO SONO ARRABBIATA! MA CON CHI?

 

ACHTUNG VECCHIO DI STAMATTINA! IL VIDEO E’ SOTTO!!! POTETE SALTARE…COME UN CANGURELLO!

 

PER NOI VECCHI:

HO RISCRITTO LE ISTRUZIONI OPERANDO SUL VIDEO PUBBLICATO -QUELLO CHE VEDETE VOI- DUE VOLTE, MA TEMO DI NON ESSERE STATA CHIARA TANTO PER CAMBIARE. SE NON SE LA PRENDE, MA LEI NON SE LA PRENDE, CHIEDERO’ A  DONATELLA DI FARE DA CAVIA OSSIA VEDERE SE RIESCE A VEDERLO (il video!).

(” LEI”, DONATELLA, E CHI MAI?…CHE FINALMENTE MI HA CONSEGNATO IN UN UOVO PASQUALE TUTTO TARLATO SENZA CIOCCOLATO LE POESIE, SUE!, SU CUI PIANGO ALMENO DA OTTO MESI, DOVRO’ RICOPIARLE PERCHE’ SUL SUO COMPUTER, CHE DEVE ESSERE ORDINATO COME IL MIO, NON SI TROVANO PIU’, MA PRESTO LE AVRETE! SO DA ALBA CHE ALCUNI APRONO IL MIO BLOG (“MIO COME IL FORMAGGINO”) SOLO PER LEI: E’ UNA DELLE NOSTRE COLONNE, FORSE ATTUALMENTE LA PRINCIPALE VISTO CHE NEMO SI DEDICA SOLO ALLA POLITICA E ALL’EROTISMO, A SALVATORE CHE COLLABOREBBE e collabora NON HO RISPOSTO…EH MI’ EH MI’!)

Ci sarebbe qualcuno ancora meglio della Do da fare da “cavia” ed e’ la mia cuginissima Diletta Luna, ma lei da tempo ha risolto il problema: non apre più il blog! il mio dolore è afffffranto e incomunicabile come in un vecchio film di Antonioni (anni ’60).

 

nota della solita ch. …a chi come me è  “piuttosto imbranatello con l’elettronica”…e con tutto il resto!… DUE PUNTI: Guardando il quadro della TV (!) sotto c’è un “coso” che ha un coso di un coso con un coso …e tutto questi cosi formano un co…os! (battuta tipo M., BATTUTE CUI NON RIDO SOLO IO,  MA ANCHE DONATELLA CHE RIDE SEMPRE ASCOLTANDOLE, DOVREBBE AVERLE SENTITE – FRA POCO- CINQUANT’ANNI DI FILA- VENTIQUATTRO SU VENTIQUATTRO, E – LO DICIAMO DICIAMO CON BONTA’- “QUASI MA SOLO QUASI” SEMPRE LE STESSE!)  )

Allora, fate clock  (sì si, clock clock come la campane delle pecore!! ammesso che gliela mettano! fate CLICK!! MI RACCOMANDO) sul video e parte. Sempre tenendo il puntatore del mouse sull’immagine, sull’estrema sinistra, sotto questo bel giovane, non potete non vedere due righe spesse verticali e ahimé anche parallele!, fate click- e chiudete.

 

Se siete fortunatissimi, solo appoggiando il mouse appare la linguetta per farlo partire…e a volte parte anche da solo….dicevo la linguetta che fa partire il video come in un qualunque vecchio registratore, se volete richiudere immediatamente o dopo, fate click sulle solite due verticali e anche solitamente parallele.


 

Suggerito da Fru 84 che a volte presento anche “come figlietta mia”, ma è sempre la stessa. Solo un giovane poteva suggerirlo al mio stanco cerebroleso.

 

PER ME E’ STATO NECESSARIO SPIEGARMI MENTRE LO VEDEVAMO (CON LA SOLITA FRU) CHE IL PERSONAGGIO ERA UNO SOLO E CHE L’ALTRO SI CHIAMA HOWARD…POI COME SI CHIAMA LA MAMMA (RIPETO: SEMPRE FATTA DA LUI) NON LO SO. A NOI VECCHI: SE VINCETE LE RESISTENZE AL NUOVO, COSI’ TIPICHE DELLA NOSTRA “STANCA” ETA’ (GIUSTO: “MA STANCA SARAI TU VECCHIA CRETINA!”), GIURO CHE VI DIVERTITE…AHIME’ IN VERITA’ MI ACCORGO CHE NON NE HO LA PIU’ PALLIDA IDEA SE…O SE…O QUALUNQUE POSSIBILE “SE” DELLA NOSTRA GRANDE VITA “MESCHINETA”.

 

 

VIDEO DA YOU TUBE

 

 

 

 

CH. VI SUGGERISCE UN TUFFO NEI GIOVANI, VI PIACCIANO NON VI PIACCIANO, VI STUPIRANNO!

nb: i continui “modifica” in cui potete andare anche da qui, nella mia ingenuità li consideravo un biglietto da visita…in verità voi non modificate niente, ma lui si amplia a volontà.  Per chi volesse leggere la autobiografia di questo bel ragazzo ho messo questa musica, mi direte se a voi piace, a me sì.

Audio clip: Adobe Flash Player (version 9 or above) is required to play this audio clip. Download the latest version here. You also need to have JavaScript enabled in your browser.

]

BILLY COBHAM “SPECTRUM” DALL’ALBUM “STRATUS” 1989 (notizie alla prossima puntata della telenovela). Ero la scena è tutta su Willwoosh.

 

I WILL WASH (DA WILLWOOSH, o forse viceversa, AGGIUNTA CH. PER I “NON CAPENTI COME ME”)
[modifica]Da Nonciclopedia, l’enciclopedia libera dagli inestetismi

 

 

Willwoosh si rende conto che ha accettato di partecipare ad un film con Massimo Boldi
Quote rosso1.png Gu! Gu! Gu! mi piaci tu ! Quote rosso2.png
 

~ Willwoosh mentre si specchia in bagno

Quote rosso1.png Potresti uscire di casa qualche volta, figliolo… Quote rosso2.png
 

Willwoosh (alias Guglielmo Scilla) è un fenomeno da circo. Sfonda come ragazzo qualunque dopo essere stato espulso dagliAlcolisti Anonimi per problemi legati all’alcool.

Indice

[nascondi]

Biografia [modifica]

Infanzia [modifica]

Nato a Burinia, piccolo paese dell’entroterra romano, passò un’infanzia felice protetto sotto l’ascella dello zio Bombolo, che lo protesse dal mondo esterno finché, in preda ad una crisi di mezz’età, non sposò una prostituta cinese e fuggi all’estero. Il piccolo Willwoosh, vista scomparire la sua unica figura paterna, si rifugiò in casa passando il suo tempo giocando a tennis da solo e depilandosi.
È un Willwoosh ancora giovane quello che, ruzzolando per le scale della cantina, scopre un Mac g4. Da allora fu il suo migliore amico; gli mise un cappello, lo chiamò Ambrogio e fu compagno d’innumerevoli giochi. Finché non scoprì che poteva addirittura accendersi.

Adolescenza e giovinezza [modifica]

 

Woo, nel suo sguardo più seducente

Il giovane Willwoosh ha vissuto gran parte della sua vita seduto a fianco dello zio guardando Uomini e Donne. In più, con la scoperta del suo amico Ambrogio smise di giocare a tennis da solo, abbandonando qualunque attività fisica. Secondo il medico di famigghia ciò ha causato una forte atrofizzazione di entrambe le gambe. Trovandosi invalido Willwoosh s’ingegnò inventando un nuovo gioco da fare con il suo amico Ambrogio, che chiamò “ridicolo mezzobusto parlante”.
Un’adolescenza passata in solitudine aggravò le conseguenze di un’infanzia passata in solitudine. Guglielmino cominciò a mostrare ben presto i sintomi di una schizofrenia accompagnata da un violento sdoppiamento della personalità. La situazione degenerò irreparabilmente quando, strisciando sui gomiti, incappò nella vecchia collezione di scalpi di suo zio. Fu così che, con l’aiuto di scalpi di giovani (ex) vergini, cominciò ad impersonare diverse ragazze, da lui chiamate Will, Woo e Sh. A chiunque gli faccia notare che Will è un nome da uomo il povero Guglielmo reagisce lanciando scopettoni del Water.
Queste ragazze immaginarie si unirono subito al gioco “ridicolo mezzobusto parlante”. In seguito ogni sessione di questo gioco fu pubblicata in internet sotto forma di filmato dallo psichiatra che segue Guglielmo.

La morte [modifica]

Willwoosh muore, come profetizzato da Nostradamus, in una notte di plenilunio a seguito di un tentato stupro da parte di un gruppo di bimbeminkia armate di fondotinta; il suo corpo non sarà mai ritrovato.

Il mondo di Youtube [modifica]

Willwoosh ormai non mangiava più, non dormiva più, passava il tempo solo ed esclusivamente a giocare con Ambrogio, nel quale lo psichiatra aveva nascosto la telecamera per documentare i comportamenti del paziente. Disgraziatamente, accadde che i video pubblicati in internet furono scoperti da una studentessa di psicologia fuori corso e pubblicati suYouTube.
Le numerose bimbeminkia accorsero a commentare i suoi video, facendo rinascere in Guglielmo la voglia di vivere, che venne a sapere tramite Ambrogio della sua improvvisa popolarità. Nacque quindi in lui il proposito di cominciare una lunga, prolissa e diuretica serie di video nei quali prendeva in giro i luoghi comuni della società nella quale non aveva mai potuto inserirsi. La fortuna fu dalla sua, ed in breve tempo nel suo canale le bimbe imperversavano, portandolo a 23947239847238 visite. In un delirio di onnipotenza, il Gu (soprannome ottenuto dall’affiliazione ad una setta satanica) fondò una serie di canali nei quali straparlava ancora di più, promulgando il suo messaggio di ottimismo ed amore per se stesso.
Tempo dopo, quando tutto il mondo lo conosceva (nota è la polemica di Papa Ratzinger, invidioso del suo successo) fu rifiutato come tronista da Maria de Filippi; allora l’intrepido Willy cominciò a far pressioni sull’opinione pubblica grazie alla sua ampia visibilità, per ottenere la partecipazione in un film qualunque, anche penoso e girato a basso costo. E così accadde.

La travagliata storia con Clio [modifica]

 

Fabrizio De Andrémentre imita, con scarso successo, Willwoosh.

Per ottenere danaro e potere Willwoosh non ha esitato a chiedere consiglio ai più illustri e vissuti esperti italiani di gossip e notorietà in base allo sfruttamento di un pubblico poco istruito ed incline all’acriticità. A causa dei meccanismi noti a tutti per le scalate sociali gli capitò fin dall’inizio di vendere il proprio corpo per la realizzazione del suo piano di scalata sociale.
Si ritrovò ben presto, grazie ai suoi mentori luminari, a raggiungere un livello di notorietà tale da richiedere un restyling completo del proprio look per poter progredire nella scala dell’alta società. Anche in questo campo si rivolse alla massima autorità, Clio, con la quale scoppiò un amore selvaggio che non tardò a dare scandalo. Non curanti dell’opinione pubblica Willwoosh e Clio continuarono la loro scalata al successo, spalleggiandosi a vicenda e sfruttando la notorietà derivante dallo scandalo. Tuttavia l’entusiasmo dei fans venne improvvisamente frenato dalla scoperta che Clio in realtà fosse una macchina della Renault. A questo punto l’amore fra i due venne meno, e la loro storia fu bruscamente troncata.

Come Willwoosh sfondò nel cinema [modifica]

Per vendicarsi del bruciante rifiuto subito da Maria de Filippi, Willwoosh elaborò un complesso piano per consentirgli la scalata alla notorietà. Sebbene molti illustri esperti di statistica avessero valutato le possibilità di riuscita del piano prossime allo zero, esso lo mise comunque in atto, e pure con successo. Il piano si componeva nelle 3 seguenti fasi:

  • Demagoga: Willwoosh sfottendo i film alla Federico Moccia e definendoli “una vera cagata” attirò a se orde di bimbeminkia che lo supportano e protestarono a gran voce per la sua assenza sui grandi mezzi di comunicazione.
  • Menzognera: dipintosi le labbra, Willwoosh si presenta come ospite in un programma televisivo, Peti Virtuali, cercando però di mettere bene in chiaro di essere un ragazzo qualunque, non desideroso di accaparrarsi fama e successo.
  • Anale: Willwoosh esce allo scoperto passa al contrattacco entrando nel cast di un film peggio di quelli di Federico Moccia (il noir Una Cacata per TE). Sfruttando la capacità critica e di ragionamento pari a zero del suo pubblico pubblicizza l’uscita del film sul suo canale di Youtube. Le bimbeminkia, ignare del piano malefico, vanno al cinema riempiendo le sue

 

Una risposta a VIDEO (IL PRIMO!!!, MANDATE TELEGRAMMI DI COMPLIMENTI!…FORSE NON BASTERANNO…”DI PIU’ DI PIU’ DI PIU’!!!) TITOLO: “SCENE DI SESSO” DI WILLWOOSH

  1. GD scrive:

    HA HA HA HA HA HA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *