9 risposte a

  1. D 'IMPORZANO DONATELLA scrive:

    Mi sembra veramente allucinante la prosopopea e l’arroganza di certe persone che vorrebbero dialogare. E poi chi l’ha detto che bisogna scrivere dei telegrammi? Cosa vuol dire mettere solo cose “proprie”? Noi siamo fatti anche e soprattutto delle idee che circolano, delle cose che discutiamo , che vediamo. Sicuramente le nostre magnifiche ed originalissime idee non nascono come funghi dentro il nostro superbrillante cervello. Mi sembra che tutto quello che di negativo ci può essere in questo modo di comunicare, cioè col Web, sia qui esplicitato in modo magnifico: autoritarismo, individualismo,narcisismo, nessuna voglia di dialogare veramente e forse, insieme a tutto questo, anche una grande ignoranza, che non diminuisce perché pensiamo di ” comunicare “con il mondo, solo perché scriviamo a perfetti sconosciuti che mai potremo conoscere e che soprattutto non abbiamo voglia di conoscere. Anche il web, essendo uno strumento, va usato in modo intelligente-Mi sono accorta ora di avere scritto troppo e spero solo che non mi censurino ( questa atmosfera non ti ricorda un po’ il romanzo “1984 “?). Radicalmente prolissa, per guarire farò un gruppo con me stessa di fronte ad uno specchio ( anche due ). Ciao Do

    • Chiara Salvini scrive:

      cicci corro, grazie, rispondo appena posso, ch. PERO’ TI AMO! PS: e’ giusto secondo me dirlo a tutti! Come la Franchina che “vive innamorata”…la pensava così anche Prévert..”do del tu a tutti quelli che si amano” o tipo…vuoi correggere, CARA DO, ma solo a memoria!

  2. Chiara Solerio scrive:

    Sul vostro blog non posso scrivere alcun commento senza che esso venga moderato. Ne ho messi due, stamattina: dove sono finiti? Io non vengo in casa vostra a dettare le mie regole, e se ho creato un blog con altre persone, sulla base di un progetto intellettuale ben preciso, gradisco che non venga utilizzato per fare pubblicità ad altre pagine, per lo meno senza alcun consenso. Anche voi se non sbaglio pubblicate cose “vostre”, in linea con il tema del vostro blog, quindi non mi sembra di aver fatto alcuna richiesta così grave.

    Il fatto che la signora …. si sia permessa di citare il mio nome e il mio cognome su questa pagina, così come i nomi e i cognomi delle persone che lavorano con me, è semplicemente disdicevole, perchè questo è avvenuto senza alcun consenso. Noi siamo un gruppo di ragazzi che credono in quello che fanno, abbiamo creato un blog seguito da migliaia di persone, evidentemente qualcosa di buono riusciamo a farlo anche senza il vostro ILLEGALE tentativo di diffamazione.

    Richiedo gentilmente la rimozione di tutti i post contenenti i miei dati personali – di cui vi siete impossessati senza alcun consenso – e aggiungo che il passo successivo sarà inviare prima una diffida formale e poi, se nemmeno essa avrà successo, denunciarvi alla polizia postale. Se volete gestire un blog, fate meglio ad INFORMARVI su ciò che è e ciò che non vi è consentito fare dalla legge di questo paese.

    Grazie

    • Chiara Salvini scrive:

      puoi mandarmi-tramite email: chiarasalvini2011@gmail. com quasiasi articolo tu voglia, verrà pubblicato “tel quel”, al massimo aggiungerò una breve nota di chiara salvini cioè io. Qui ho solo cancellato il nome visto che per difendermi da Sanremo che, almeno con me, ha vissuto – negli anni sessanta.- tagliandomi i panni addosso, a me-che, POI, pace!- e anche alla mia famiglia- questo non posso permetterlo. Tengo un anonimato solo per rispetto alla mia famiglia di origine cioè mia sorella. Se però vuoi fare pipì e pupù dappertutto, visto che tanto “calma” non lo sei, accomodati, la coscienza te la porti in giro tu non io, io ho già la mia. Al tuo blog, CITANDO IN CONTINUO COME UN’OSSESSIVA, ho fatto una propaganda folle parlandone un gran bene, forse e’ capitato sui post per Federica Fù, ma per il blog- se è tuo (non c’è scritto)- è lo stesso, ho rimandato al vostro blog un sacco di persone giovani e “vecchie”. Non potrai scusarmi, ma sono molto fuori come mentalità (nata nel ’44) da tutte queste storie di PURA FORMALITA’ della privacy, leggiNE tirate fuori, a mio parere, proprio perché siamo “registrati” anche al cesso come nel film…eh mi, pazienza! Magari lo sai, è di qualche anno fa, è un film che a me è piaciuto molto. Ho nominato il tuo nome invano, mi pare di aver parlato solo molto bene di te, comunque se mi vuoi denunciare accomodati…vuoi giocare a chi ha il pistolino più lungo? E’ IL TUO, QUESTO PRIMATO IDIOTA TE LO CONCEDO ANCOR PRIMA CHE APRI LA BOCCA! Non siete voi i giovani che hanno in mano il nostro futuro? Io me lo immagino con un’idea di giustizia leggermente più di sostanza…comunque se ci tieni tanto ad essere cancellata da questa ignominia, il mio problema è solo trovare l’articolo e poi, figlietta mia bella, ti cancello dal mio universo con la pace di tutti! Ti va bene così o hai ancora veleno da vomitare alla cazzo di cane visto che non sono proprio io la persona con cui ce l’hai! Io sono solo un simulacro! Comunque se a te basta “uccidere in effigie” persone che manco sono loro!…AMEN. Sai cosa ti dico, senza nominarti, niente oltraggio!che pur avendo una pazienza da Giobbe (68 anni di pazienza con la mia malattia e, principalmente con mia figlia -che di anni ne ha 28 (fru 84 su facebook)- per cercare-anche se spesso troppo spesso non ce l’ho fatta-di mettermi dal “suo” punto di vista anche quando gli insulti riguardavano proprio me) mi hai proprio stufato TU E ANCOR PIU’ LA MIA MANIA DI DIALOGARE CON I GIOVANI...CHE PASSO IL TEMPO A DIFENDERVI DAI VARI ADULTI-“VECCHI”, COME LI CHIAMATE VOI, CHE DICONO TUTTI-INDISTINTAMENTE- NON NE HO TROVATO UNO IN VS. DIFESA, “O SIETE QUEI POCHI NOMI CHE EMERGONO, O NON VALETE NULLA (TESTUALE DA UN MEDICO MOLTO IN GAMBA PRIMARIO E APERTO AL NUOVO E LO E’!!!, CHIAMA PIU’ GIOVANI CHE PUO’ NEL SUO OSPEDALE)”.

    • Chiara Salvini scrive:

      PER CASO L’HAI VISTO IL COMMENTO a questo articolo DI DONATELLA, MIA GRANDE AMICA E – DELLA SUA ETA’-LA PERSONA PIU’ GIOVANE CHE CONOSCA-? Credimi cara mia bella, il clima che “i vecchi” hanno intorno è molto brutto, ma quello che hanno i giovani…! Sai, forse non te ne ricordi, è passato tanto tempo, almeno nella mia memoria, eri forse piccola, comunque non lo so com’eri, sia ben chiaro: era un’epoca in cui era diventato di moda ammazzare i genitori, oppure i giovani, che non ammazzavano i genitori, si ammazzavano loro mandando ai genitori, implicitamente, un veloce telegramma: “guardate a cosa mi avete costretto!”…questo negli USA, in Brasile, ed altri posti che non so di persona…da noi il fatto più noto è quello della povera ERIKA (BE’ SUA MAMMA E IL FRATELLINO NON è CHE SI SARANNO DIVERTITI GRANCHE’!)…mi parte la maiuscola senza motivo…in un’inchiesta letta su Internet ho visto che negli Stati Uniti ormai da tempo i gentiori avevano mollato i figli dietro ad altre cose, carriera, amori, nuove gioventù…erano rimasti pochi quelli che se ne curavano…e, appunto, ERANO PROPRIO QUESTI CHE VENIVANO AMMAZZATI…vedi, così, capita a me…quanti ne avete intorno di adulti che si sforzano di capirvi? E RESISTONO? Pochi, quei pochi che cercano di farlo, pagano per tutti! Così a me sembra chiaro, senza “morti in effigie” dell’altro commento, ciao, ch. buona domenica con un altro innominato…!Ma te lo dico col cuore, b

  3. Chiara Solerio scrive:

    Tu scrivi con pseudonimo perchè non vuoi esser riconosciuta, ma lo stesso vale per me. Te lo richiedo per favore: cancella questo post, e tutti i post in cui usi mio nome e cognome, TI PREGO!!!! Le Dinamiche Dominanti non è un blog, e solo lì pubblico “Mettendoci la faccia”… chiedi a fru se non sai come si cancellano i post, ma per favore togli tutto!!!

    • Chiara Salvini scrive:

      mi hai spiegato ancora meglio, adesso – certo dopo aver sentito lungamente Fru che stamattina mi ha fatto un’assistenza batti-cuore– ho solo bisogno di un tempo, cosiddetto, “materiale”, per cancellare tutto quello che giustamente mi chiedi, comunque, ti posso già ringraziare perché -come tutte le esperienze spiacevoli…( come certamente lo è stato per te, credo, molto più che per me,), se riesci a girare la frittata, o la moneta, e vederne i vantaggi che ci sono sempre, fossero di apprendimento alla vita – mi è servito a capire molte cose, e non solo, ma anche a fare per telefono una discussione sui giovani, prima di tutto con mia figlia, come ti ho detto, e poi con la mia amica Donatella, che dire “animata” è dir poco, ciao, buona domenica…e buona tutta l’estate al sole-se ti piace, dovresti star molto bene abbronzata- dovunque pensi di andare, al mare o in montagna, chiara

  4. Chiara Solerio scrive:

    Ti ringrazio, e ti do il tempo materiale. Comunque ci tengo a dirti che gli “scambi” fra gruppi sono ben graditi. Ammetterai che non hai detto bene di me, anzi, la maggior parte dei post che pubblichi sono abbastanza critici nei miei confronti. .. e se vuoi prelevare dei contenuti dalle dinamiche dominanti fallo pure, però non usare il mio nome, usa uno pseudonimo piuttosto, o solo l’iniziale C.S. (che paradossalmente sono le stesse di Chiara Salvini, che coincidenza!) perchè io in questo momento non voglio espormi troppo sul web, perchè questo manderebbe a monte alcuni progetti che ho… è una cosa delicata da capire, ma spero ci sia occasione di chiarire in modo diverso, e più semplice.

  5. Chiara Solerio scrive:

    Insomma, hai messo anche una mia foto, hai messo la mia faccia, i volti dei miei amici, il nome del mio fidanzato… hai sbattuto la mia vita su una pagina a cui possono accedere tutti, anche persone da cui voglio stare lontana, ed è questo che mi spaventa un po’. Perchè sul mio gruppo so chi legge, e posso decidere cosa scrivere. Ma il tuo blog (molto bello tral’altro) è una finestra aperta su un mondo intero, capisci?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *