6 risposte a

  1. D 'IMPORZANO DONATELLA scrive:

    Mi metto domani mattina a scrivere perché sono un po’ sfinita. Scusami davvero, ma ho passato la giornata a fare delle cose del tutto inutili. Ti abbraccio. Do

    • Chiara Salvini scrive:

      RISPOSTO SOTTO…nell’altro commento, quando parli di “curriculum rispettabile” (D’Alema) per un attimo ho pensato che alludessi a me e al mio blog…ma poi la realtà, come il nostro antico “macigno infame” di castel morrone (MI)mi diede un pugno e caddi a terra come corpo morto cade e così rimasi fino ad ora che devo anche attraversare la stanza per buttarmi-corpo morto-sul letto…ma rispondere ad un INESISTENTE COME IL VISCONTE NEMO…e’ sempre più forte della morte, B

  2. D 'IMPORZANO DONATELLA scrive:

    Tu hai molto di più di un curriculum di tutto rispetto: hai una esperienza vissuta, una vita di tutto rispetto, e vorrei vedere!! Ti scrivo a memoria ( quella che rimane) i versi di Omero, perché in questo momento non riesco a trovarli:
    Quale delle foglie, tale è la vita degli umani.
    Il vento brumal le sparge a terra e le ricrea
    la verdeggiante selva a primavera.
    Così l’uom nasce, così muore.

  3. D 'IMPORZANO DONATELLA scrive:

    Anche l’altra poesia te la mando a memoria ( ce la siamo detta per telefono) e credo che sia di Ungaretti: Si sta come d’autunno
    sull’albero le foglie.
    Personalmente preferirei stare come in primavera sull’albero, con tutte le sue belle foglie che aspettano l’estate e che sono di quel bel verde smagliante. Ciao, con tutte le mie foglie. Non senti il loro fruscio che canta? Do

    • Chiara Salvini scrive:

      che poi io preferisca rannicchiarmi e piazzarmi comoda nelle tue foglie invece che in quel recanisso di nemo, non deve impedirci, mia cara Donatella D’imporzano laureata al massimo dei voti in lettere moderne alla pregiatissima Statale di Milano, nonché scrittrice-poeta (anche se il tuo vero mestiere è “fare-vivere da curiosa”), dicevo, tutte queste cose bellissime, più le qualità disarmanti ancora in potenza da rendere “in atto”…insomma niente ci può impedire, anche alla tua carissima Alba Bonelli che apre il blog “solo per leggere te”, che questa volta sei stata sconfitta sul campo, e non solo in memoria (NEMO HA 4 ANNI IN PIU’ DI NOI!), MA-E QUI TI DOVREBBE BRUCIARE E BRUCIA ANCHE A ME di simbIoSI- SCONFITTA SOPRATUTTO IN PRECISIONE “SCIENTIFICA” (PARTIRE LE MAIUSCOLE, AMEN) E VERO SAPERE O CULTURA…PER ES. “Bosco di…ECC.” …ne avevi mai sentito notizia, io…non conto…IO LA RICORDAVO COSì …”SI STA COME D’AUTUNNO TRAFITTI DA UN RAGGIO DI SOLE!”. Salto i titoli di Nemo che peggiorerebbero di molto la tua, e nostra in genere famosi laureati, situazione morale e pubblica! Ma se stai pensando che “non te ne può fregare di meno…, ecco, io mi trovo divisa tra due amori…non vuoi mica che mi dimezzi come il visconte e poi, dove la trovo la pastorella che cuce? Mario che cuce ed integra invece di spaccare? Qui c’è un umido di merda ed è domenica, da te, se non ti metti sulle ruote più Campari shekerato col gin…però ti mando mille baci sinuosi ad ogni foglia, ch

  4. nemo scrive:

    ” Si sta / come d’ autunno / sugli alberi / le foglie ” – ‘ Soldati ‘, Bosco di Courton luglio 1918 (in Girovago. Ungaretti )

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *