28 NOVEMBRE 2012 ORE 08:58 URGENZA SCUOLA: DA LA REPUBBLICA.IT DI BARI

Scuola, occupati quattro istituti
“Difendiamo l’istruzione pubblica”

Riprende la mobilitazione a Bari in vista della giornata di agitazione proclamata per il 6 dicembre: proteste allo Scacchi, all’Euclide, al Socrate e al Salvemini

di ANTONELLA FAZIO

Scuola, occupati quattro istituti "Difendiamo l'istruzione pubblica"

Lo Scacchi è in assemblea permanente, l’Euclide è occupato, al Socrate e al Salvemini i ragazzi “vogliono sbloccare il futuro”. Dalla protesta civile in piazza di sabato scorso, a quella all’interno delle scuole. Come dimostrano le immagini diffuse in rete, stamattina gli studenti baresi hanno occupato i quattro istituti cittadini per ribadire ancora una volta il loro ‘No’ al Ddl Aprea: “Vogliamo che le scuole diventino laboratori di costruzione di un’alternativa e di liberazione dei saperi”, fanno sapere i giovani dell’Unione degli Studenti del capoluogo pugliese.

BARRICATE CON BANCHI E SEDIE

I ragazzi mettono in evidenza come sia impossibile farlo qualora il governo dovesse adottare in maniera definitiva il Ddl Aprea, provvedimento che prende il nome dalla parlamentare Pdl Valentina Aprea: “Con il disegno di legge si vuole togliere ogni potere alla componente studentesca attraverso l’eliminazione della rappresentanza. Non ci sembra giusto, inoltre, che ci impongano metodi di valutazione, come quello dell’Invalsi, o che vogliano inserire i privati nelle scuole. E’ necessario riappropriarsi dei luoghi della formazione e caratterizzarli con i nostri contenuti e le nostre rivendicazioni”. Gli studenti baresi, così, si preparano anche a un’altra mobilitazione, quella generale del 6 dicembre, in concomitanza con lo sciopero di 8 ore indetto dalla FIOM.

 

scusate:non so come togliere la réclame, magari sono buonissimi!

 

 

Condividi

One Response to 28 NOVEMBRE 2012 ORE 08:58 URGENZA SCUOLA: DA LA REPUBBLICA.IT DI BARI

  1. D 'IMPORZANO DONATELLA scrive:

    Le prove Invalsi, per quel poco che ho potuto vedere, adottano completamente il sistema dei test: hai tre possibili risposte e devi mettere la crocetta. Non dico che non ci sia qualche vantaggio: velocità della valutazione, unico sistema di valutazione, ecc. Penso però che questo sistema sia abbastanza rozzo e non valuti effettivamente il candidato. Anche questo è stato inserito dall’alto (Gelmini !), senza avere mai consultato il mondo della scuola. Eppure non so quanti corsi di aggiornamento ho subito sul tema della valutazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *