28 maggio 2013 ore 08:18 UN MARTEDI’ DI VALZER (STRAUSS) DIRETTI DALL’ECCEZIONALE (E QUALCOSA IN PIU’) WILLI BOSKOVSKY

 

E’ L’ORA DELLA PEDANTERIA DI CHIARA, AHIME’!

I TRE PIU’ FAMOSI STRAUSS…   DA NON CONFONDERE

 

 

STRAUSS PADRE: INVENTORE DEL VALZER  “CLASSICO” (COLTO)

 

Johann Strauss in una litografia di Joseph Kriehuber, 1835.

Johann Baptist Strauss[1] (Vienna14 marzo1804 – Vienna25 settembre1849) è stato un compositoredirettore d’orchestraaustriaco.

Ricordato con l’appellativo di “Padre del valzer“, assieme a Joseph Lanner, Johann Strauss è stato il creatore del valzer viennese, che seppe portare a livelli di dignità mai raggiunti fino a quel momento e contribuì alla sua diffusione nel resto del continente europeo. Con lui il valzer smise di essere una semplice danza contadina e fece il suo ingresso anche fra i livelli più alti della società, sia come musica da ballo, sia come musica da concerti.
Johann Strauss padre è altrettanto ricordato per essere stato il capostipite della celebre famiglia di compositori viennesi che comprendeva, oltre al fondatore, i suoi tre figli JohannJosef ed Eduard.

La sua fama di compositore è legata a tutt’oggi alla Radetzky-Marsch op. 228 (La Marcia di Radetzky), che viene eseguita ogni anno come fuori programma conclusivo durante il Concerto di Capodanno dei Wiener Philharmoniker.

 

IL PIU’ FAMOSO File:Johann Strauss Jr. 1880's.jpg

 

JOHAN STRAUSS JR.—-QUELLO DEI VALZER PIU’ BELLI

 

 

 

E…ATTENZIONE!   RICHARD STRAUSS   FAMOSISSIMO MA NON DELLA STIRPE

 

 

Richard Strauss (da un dipinto di Max Liebermann, 1918)

Richard Georg Strauss (Monaco di Baviera11 giugno 1864 – Garmisch-Partenkirchen8 settembre 1949) è stato un compositoredirettore d’orchestra tedesco del periodo tardoromantico.

Noto soprattutto per i suoi poemi sinfonici e le sue opere liriche, Richard Strauss non era imparentato con gli Strauss viennesi, famosi compositori di valzer.

 

SOLO PER I CURIOSI E LEGGENTI! (WIKIPEDIA, AGGIORNATA A MARZO 2013)

 

Opere

Poemi sinfonici

Altre composizioni orchestrali

  • Romanza per clarinetto (1879)
  • Concerto per violino e orchestra Op. 8 (1881)
  • Concerto per corno n. 1 in mi bemolle maggiore op.11 (1882-83)
  • Romanza per Violoncello (1883)
  • Burleske für Klavier und Orchester, in re minore (1890),
  • Parergon dalla Symphonia Domestica per pianoforte (mano sinistra) e orchestra, Op. 73
  • Panathenäenzug, studio sinfonico in forma di passacaglia per pianoforte (mano sinistra) e orchestra, Op. 74
  • Japanische Festmusik
  • Concerto per corno n. 2 in mi bemolle maggiore (1942)
  • Concerto per oboe e piccola orchestra, in re maggiore (1945-46)
  • Duetto-Concertino per clarinetto, fagotto, arpa e archi (1947)
  • Sinfonia per strumenti a fiato “The happy workshop”
  • Musica per feste, per occasioni particolari, fanfare, suite
  • Suite per orchestra: musica strumentale per lavori teatrali
  • “Musica da film” per la pellicola Rosenkavalier (1925)
  • Concerto per sola mano sinistra inedito
  • Festliches Präludium, Op. 61, con organo in orchestra

Opere liriche

Musiche per balletto

  • Josephslegende (1914)
  • Schlagobers (1924)

Cori a cappella

  • 2 cori a 16 voci op.34:
    • n°1 Der Abend
    • n°2 Hymne
  • An den Baum Daphne
  • Die Göttin im Putzzimmer
  • Deutsche Mottette
  • Altre opere per coro maschile

Altre opere

  • Lieder per piano e per orchestra
  • Vier letzte Lieder (Ultimi quattro lieder) per soprano e orchestra
  • Musica per pianoforte (tra cui la Sonata in si minore op.5)
  • Metamorfosi, per 23 archi solisti (1946)

Musica da camera

  • Concertante per 2 violini, violoncello e pianoforte (ca.1875)
  • Trio in la maggiore per violino, violoncello e pianoforte (1877)
  • Trio in re maggiore per violino, violoncello e pianoforte (1877)
  • Introduzione, tema e variazioni per corno e pianoforte in mi bemolle maggiore (1878)
  • Introduzione, tema e variazioni per flauto e pianoforte in sol maggiore (1879)
  • Quartetto per archi in la maggiore op.2 (1880)
  • Ständchen per violino, viola, violoncello e pianoforte (ca.1881)
  • Variazioni per quartetto d’archi su un tema di C.Negri (1883)
  • Festmarch per violino, viola, violoncello e pianoforte (1884)
  • Sonata per violoncello e pianoforte in fa maggiore op.6 (1882-83)
  • Quartetto per archi in do minore op.13 (1882-84)
  • Sonata per violino e pianoforte in mi bemolle maggiore op.18 (1887-88)
  • Andante per corno e pianoforte op. postuma (1888)
  • 2 pezzi per violino, viola, violoncello e pianoforte (Arabischer Tanz, Liebesliedchen) (1893)

Note

  1. ^ Nel 1972 il musicista jazz Eumir Deodato ne incise una versione “jazz-fusion” sulla scia del film, che ebbe successo in tutto il mondo.
  2. ^ Ma vedi Fausto CercignaniElettra e la prigione dell’io. La tragedia e il libretto di Hofmannsthal, «Studia austriaca», 2006, XIV, 43-79. E si veda anche il filmato “Prima delle Prime – Elettra alla Scala” http://wn.com/fausto_cercignani]
  3. ^ Per una rilettura originale del dramma e dell’opera lirica vedi Fausto CercignaniIl tetrarca, la vergine e il profeta nel dramma di Oscar Wilde e nel libretto di Richard Strauss, in «Salomè» di Richard Strauss, a cura di F. Degrada, Milano, Edizioni del Teatro alla Scala, 2002, pp. 81-109. Il saggio si trova anche in «Studia theodisca», 2002, IX, 171-192.
  4. ^ Per le alterne vicende che accompagnarono l’elaborazione e la ricezione della Ariadne auf Naxos (1912/16) vedi Fausto CercignaniL’ideale eroico e la sua negazione nel “libretto” di Hofmannsthal, in Ariadne auf Naxos, a cura di F. Degrada, Milano, Edizioni del Teatro alla Scala, 2000, pp. 108-129. Il saggio si trova anche in «Studia austriaca», 2000, VIII, 105-134.

Bibliografia

  • Roman Vlad, Richard Strauss e l’originario testo francese della Salomè, La Nuova Italia, 1964, Estr. da Il Ponte, n. 4
  • Anna Giubertoni, Hofmannsthal-Strauss: le diversità elettive, Olschki, 1980, Estr. dalla Belfagor (rivista), rassegna di varia umanità
  • Quirino Principe, Strauss, Rusconi, 1989, ISBN 88-18-21011-4
  • Cesare Orselli, Richard Strauss, L’epos, 2004, ISBN 8883022335
  • Giangiorgio Satragni, Trasposizioni burlesche di Till Eulenspiegel, Leo S. Olschki, 2007, Estr. da Studi musicali, a. 35, n. 2
  • Mario Bortolotto, La serpe in seno, Adelphi, 2007, ISBN 8845921859

Altri progetti

Collegamenti esterni

[mostra

V · D · M

La musica classica nel XIX secolo

Controllo di autorità VIAF24796264 LCCNn79041680

 

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *