29 GIUGNO 2013 ORE 07:49 QUESTA E’ SOLO UNA PROVOCAZIONE O CI PUO’ DIRE QUALCOSA? MAH MAH!! OGGI A CHIARA ESCE SOLO UN “MAH!”

Anselma Dell’Olio: ‘Olgettine? Meglio delle sceme di sinistra che scopano gratis’

Ruby? E’ una ragazza emigrata di una povera famiglia islamica. La sinistra dovrebbe abbracciarla e aiutarla, anziché dire che è una puttana“. Così Anselma Dell’Olio, moglie di Giuliano Ferrara, si esprime sulla ragazza marocchina in una torrenziale intervista rilasciata a “La Zanzara”, su Radio24. La giornalista, che ha affiancato il marito nella manifestazione “Siamo tutti puttane” a sostegno del Cavaliere, difende con veemenza Berlusconi. “Lui è un uomo generoso, le sue cene erano davvero eleganti” – afferma -”Ruby rappresenta quegli immigrati in difficoltà che la sinistra a parole dice di difendere. Però ora è utile attaccare Berlusconi” – continua – “e quindi la ragazza viene trattata da puttana. Ma è pieno di donne di sinistra che scopano i parrucconi per vedersi pubblicati i libri“. E aggiunge: “Meglio le olgettine di chi, ad esempio, ha una storia con un dirigente di partito sposato con figli, si fa scopare e viene mandata come numero nelle piazze o a fare le fotocopie“. La Dell’Olio spiega: “Queste donne di sinistra sono sceme, scopano gratis. Ma guai a toccare i maschi loro, si incazzano. Conosco quel mondo, io vengo dalla sinistra, che ora odio e sono scappata per lo schifo che c’è, per la loro ipocrisia”. La moglie del direttore de “Il Foglio” dà una sua personale descrizione delle “olgettine”: “Sono donne che non indossano zoccoli e gonne a fiori, preferiscono gli abiti aderenti magari con lo spacco, si truccano e vanno a cena da Berlusconi. Si divertono e si fanno aiutare, dov’è il problema?”. E osserva: “Berlusconi è molto ‘regalino’. Anche a me ha fatto tanti regali, ricaverei un bel gruzzoletto se li portassi al Monte di pietà“. La Dell’Olio poi rivela: “Marco Travaglio diverte me e Giuliano tantissimo. Mio marito ogni mattina ride molto, quando lo sento ridere è perché legge Travaglio, lo fa sempre. Non si perde mai “Il Fatto Quotidiano”“. E sottolinea: “Meno male che Travaglio c’è. Quando chiama mio marito “Platinette barbuto”, fa crescere il mito di Giuliano”. Non manca una menzione di Ilda Boccassini: “Non è molto forte in italiano. Ha fatto contro Berlusconi una requisitoria lunga sei ore, quindi non aveva nulla in mano. E’ gente fissata col pisello di Berlusconi” di Gisella Ruccia

27 giugno 2013

 

Condividi

One Response to 29 GIUGNO 2013 ORE 07:49 QUESTA E’ SOLO UNA PROVOCAZIONE O CI PUO’ DIRE QUALCOSA? MAH MAH!! OGGI A CHIARA ESCE SOLO UN “MAH!”

  1. D 'IMPORZANO DONATELLA scrive:

    Chissà perché se si scopa gratis si è cretine? Magari esistono altre motivazioni, ma la moglie di Ferrara sembra non conoscerle. Questo buttare fango a piene mani è fatto perché si vogliono nascondere i reati più gravi commessi da Berlusconi. Non ci interessa proprio il “pisello” del Berlusca, ci interessa tutto quello che il suo pistolino rappresenta: l’enorme potere che gli fa telefonare in questura per salvarsi da eventuali rivelazioni; l’enorme quantità di soldi ( fatti come?) che gli permette di avere decine di avvocati per tirarlo fuori dai guai che si procura, mentre c’è gente che muore innocente in carcere per le botte della polizia; la ” cultura” della prepotenza, della superficialità, del denaro facile, della donna da usare nelle sere “eleganti”, la melensaggine delle canzoni napoletane cantate dal sovrano col menestrello di turno, l’ego gigantesco che soffoca questa povera persona che, come diceva l’ex-moglie, è malata e avrebbe bisogno di persone che gli volessero un po’ di bene, non di cortigiani. Ma la moglie di Ferrara ha scelto oculatamente la parte da cui stare, dove si sta meglio, non si hanno preoccupazioni per arrivare alla fine del mese, si ha anche qualche regalino dal capo ( il valore dei regali è stato attentamente soppesato: come dice lei stessa, se andasse a venderli la somma sarebbe consistente). In più c’è chi, come Marco Travaglio, da una posizione apparentemente neutrale, intransigente e brillante, la fa ridere tutti i giorni, anche quando prende in giro il marito. Si sa, la spregiudicatezza è una qualità distintiva delle classi alte, anche se alte coincide solo con privilegiate, vicine al potere, servili perché hanno bisogno di un padrone che le nutra , insomma le vere puttane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *