24 luglio 2013 ore 07:19 UN POETA DI 22 ANNI, LORENZO NEGRI, CON UN’ESPERIENZA DEFINITA “AUTISTICA”, SA DIRE QUELLO CHE CHIARA NON RIESCE A DIRVI: POESIA: RELAZIONI PERICOLOSE: Essere sicuramente vampirizzati / essere sistematicamente indeboliti / conoscenze pericolose / erroneamente valutate // Aspetto comune e innocuo / confonde / la nostra percezione / tradita / // Ambiguità e invidia / ipercritica e vittimismo / inquinano la nostra vita / ogni giorno // Anche io / potrei sbagliare / come loro / senza volere // Avrei però / comunque in me / il desiderio / di non farti male/ //Ancora dolente / come tutti noi / soffro / continuando a sperare/ // Sentimenti feriti / chiedono a gran voce / ascolto /e comprensione/ // Ciascuno di noi / potrebbe/ curando se stesso / guarire il mondo. chiara: e’ di Lorenzo ma “anche un po’ di chiara”, che ne fa la sua canzone: è per questo che si arrabatta a scrivere, Lorenzo, invece, è poeta.

 

[audio:http://www.neldeliriononeromaisola.it/wp-content/uploads/2013/07/Beethoven_-String-Quartet-No.15-op-132-V.-Allegro-appassionato-Quartetto-Italiano.mp3|titles=Beethoven_ String Quartet No.15 op 132 V. Allegro appassionato Quartetto Italiano]

 

POESIE DI LORENZO NEGRI

(VIVE A CHIAVARI)

 

 

LO SCORRERE DEL TEMPO

 

Alberi bagnati

tremanti

di pioggia e di vento

 

Rombi di tuono

lontani

evocano burrasca

 

Autunnali colori

confermano

lo scorrere del tempo

 

Solo ieri

la pelle

scaldata dal sole

 

Serenità e pace

adesso

imparo a riconoscere

 

Attimi giorni e stagioni

naturalmente

continuano ad inseguirsi

 

Insegnando a noi umani

l’ineluttabile

eterno ciclico rinnovamento.

 

Chiavari 1° ottobre 2012

 

 

 

 

RELAZIONI PERICOLOSE

 

 

Essere sicuramente vampirizzati

essere sistematicamente indeboliti

conoscenze pericolose

erroneamente valutate

 

Aspetto comune e innocuo

confonde

la nostra percezione

tradita

 

Ambiguità e invidia

ipercritica e vittimismo

inquinano la nostra vita

ogni giorno

 

Anche io

potrei sbagliare

come loro

senza volere

 

Avrei però

comunque in me

il desiderio

di non farti male

 

Ancora dolente

come tutti noi

soffro

continuando a sperare

 

Sentimenti feriti

chiedono a gran voce

ascolto

e comprensione

 

Ciascuno di noi

potrebbe

curando se stesso

guarire il mondo.

 

Chiavari, 20 ottobre 2012

 

IMPRESSIONI

 

Accanto a me

una finestra aperta

porta la natura

nella mia camera

 

Sfumature di verde

innumerevoli

e tremanti

mi appaiono

 

Altri colori

irrompono

in un contrappunto

vivace

 

Giallo rosso

bianco fucsia

lilla e arancio

vibrano innanzi a me

 

Girasoli e rose

fiori e frutti

di ogni tipo

prendono forma

 

Allegri rumori

e brezze leggere

accompagnano

la mia visione.

 

Chiavari, 26 settembre 2012

 

Origini

 

Il sole alto

brucia la pelle

tra le vecchie case di pietra

profumo di antico

…sensazioni…

 

il vento fresco

punge gli occhi

mentre i piedi calpestano

i sentieri della storia

…ricordi…

 

l’acqua incontenibile

sgorga dalla roccia

come un miraggio nel deserto

ridona la vita

…emozioni…

 

la pace silente

culmina sotto le stelle

quando una scia luminosa

attraversa un cielo profondo

…magia…

Chiavari, 2 settembre 2012

NATURA

 

Avere voglia ancora

sempre

come alle origini

come un paradiso

 

Antico sogno

sempre attuale

di un mondo sano

e una terra amica

 

Abitudini pericolose

da correggere

in nome dell’amore

per la madre che ci nutre

 

Le nostre attenzioni

per l’ambiente che ci circonda

creeranno

un futuro possibile

 

Natura ferita

chiede

il nostro aiuto

per sopravvivere.

Chiavari, 10 dicembre 2012

SONNO

 

Andrei a dormire

eppure

non vorrei

davvero riposare

 

Sonno

ristoro

di corpo e mente

per la vita

 

Sonno

oblio

da troppi pensieri

insopportabili

 

Tregua

lontano

da troppe preoccupazioni

e mille insicurezze

 

Accolgo

volentieri

la dolce spossatezza

della sera

 

Scienza

misura

eventuali eccessi

oppure carenze

 

Oscurità

amica

del riposo

e della pace

 

Fuga

talvolta

da troppi fantasmi

arrabbiati

 

Ostacolo

oppure estrema difesa

quando la mente

è disarmata

 

Ancora

di salvezza

arma

a doppio taglio.

 

Chiavari 26 novembre 20013

 

 

 

L’ESSENZIALE   25 marzo 2013

 

Attorno a noi

il mondo sfaccettato

accompagna

i miei pensieri

 

Una realtà complessa

e fuorviante

confonde

la mia mente

 

Accade poi

di riflettere

e di cercare

cos’è per me l’essenziale

 

Antica domanda

universale

di ogni uomo

è anche mia

 

Semplice la risposta

per me

rispetto e amore

per gli uomini e tutto il pianeta.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Queste sono le due copertine dei libri di poesie pubblicati .

Da gennaio 2010 periodicamente vengono pubblicate  mie poesie sul blog culturale del corriere della sera” Il posto delle favole” di Andrea Salvatici.

Alcune mie poesie sono apparse in “Pianeta donna” e “Liguria”, “Ambiente e Civiltà” de”I quaderni della Tigulliana”

“Il mio nome è Lorenzo Negri e vivo a Chiavari, mia città natale, ho 22 anni , frequento Filosofia all’Università degli Studi di Genova.

Ho iniziato a scrivere poesie nel dicembre 2007 su suggerimento della poetessa Vivetta Valacca, mia insegnante al Liceo F. Delpino di Chiavari.

Ho pubblicato due raccolte dei miei versi: “Le parole dell’anima” e “Il vento e il timone”

Ho partecipato a diversi concorsi di poesia con buoni piazzamenti, soprattutto nel dicembre 2012 sono stato premiato come finalista nella seione giovani al XXX Concorso di  poesia Carlo Conti città di Firenze con il volume di poesie “Il vento e il timone”.”

 

 

 

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *