28 settembre 2013 ore 22:55 DI FRONTE ALLA PARALISI DELLE ISTITUZIONI E DI CONSEGUENZA DEL PAESE, CI ARRIVA DA NEMO QUESTA POESIA DI ALFONSO GATTO PER RIAPRICI IL CUORE ALLA LOTTA E ALLA SPERANZA! TUTTI NOI TI RINGRAZIAMO, COMPAGNO PIU’ CORAGGIOSO! CHIARA SI ERA FATTA PRENDERE DA “SFINIMENTO”.

 

 

 

Milano vi manda il suo cuore,  /  il vento delle pianure.  /  le sue nevi  /  bianche di tanti morti, di tante case,  /  il lungo inverno in cui attese  /  l’ ora e l’ urlo della riscossa.  //  Vi manda la sua bandiera rossa,  /  il cielo d’ aprile  / le fabbriche difese ad una ad una  / la gioia che l’ invase  /  d’ essere viva e libera nel mondo.  //  Milano vi manda il suo cuore  /  compagni.  //  E batte sull’ Europa, questo cuore,  /  batte sull’ Italia: svegli i morti,  /  sveglia i vivi nel cielo d’ aprile ‘.
Condividi

2 Responses to 28 settembre 2013 ore 22:55 DI FRONTE ALLA PARALISI DELLE ISTITUZIONI E DI CONSEGUENZA DEL PAESE, CI ARRIVA DA NEMO QUESTA POESIA DI ALFONSO GATTO PER RIAPRICI IL CUORE ALLA LOTTA E ALLA SPERANZA! TUTTI NOI TI RINGRAZIAMO, COMPAGNO PIU’ CORAGGIOSO! CHIARA SI ERA FATTA PRENDERE DA “SFINIMENTO”.

  1. D 'IMPORZANO DONATELLA scrive:

    Questa poesia ci scalda il cuore in una grigia domenica lombarda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *