26 FEBBRAIO 2014 ORE 17:15 L’Orkestina: “Soul of Europe” (ANIMA DELL’EUROPA)

 

 

 

 

Recorded  (registrato) live at the Harlem Jazz Club, Barcelona, 17th November 2000.
This was our first CD. (è il primo CD, ne hanno poi registrati altri…musica ebraica—dei Balcani ecc.)

The tracks are:  ( i brani sono:)
1. Fidl Volach
2. Hora
3. Der Heyser Bulgar
4. Izek
5. Polegnala / Gankino Horo
6. Sirba
7. Gelem Gelem
8 Coshikari / Sofia Cocek
9. Kolomeike

Musicians:
Colum Petit – Violin
Jon Davison – Accordion
Ivan Dimitrov – Gadulka
Dani Carbonell – Clarinet
Katia Riera – Percussion
Manolo López – Double bass

http://www.jondavison.net/music.html

 

 

 

FORMAZIONE
RONY BARGELLINI:fisarmonica cromatica, organetti diatonici, voce, midi set
SERGIO BARDI:chitarra acustica, chitarra 12 corde, chitarra elettrica, voce, midi set
NICOLA BUSCIONI: arabuka, djembè, tablas, cembali, flauto dolce, voce
MAELA CHIAPPINI: voce, cembali
MICHELE RICCIU: basso, contrabbasso, voce


Presi singolarmente, i cinque elementi dell’Orkestrina sono musicisti di lungo corso, dalla fedina musicale parecchio sporca, presenti da anni in svariate realtà musicali e teatrali nate in toscana.

Ma è proprio quando si imbarcano insieme sul Titanic, navigazione a vista, mare forza nove, che la miscela diventa davvero espolsiva.

L’Orkestrin a del Titanic” si forma nel marzo del 2004, per iniziativa del fisarmonicista-organettista Rony Bargellini, il quale pensa bene di coinvolgere nel suo progetto anche Sergio Bardi alle chitarre, Nicola Buscionialle percussioni e Laura Toscano alla voce.
Al termine dell’estate 2004, entra a far parte della band il bassista- contrabbassista Michele Ricciu, e nel febbraio 2007 Maela Chiappini entra in pianta stabile nel gruppo sostituendo Laura Toscano alla voce.
La nave puo’ partire!

Analizzando le caratteristiche dei componenti, si capisce bene come la musica dell’Orkestrina risenta di vari stili e generi:
Rony Bargellini (leader fondatore dalla RONY MICRO BAND) percorre con fisarmonica e organetti sonorità che spaziano dal popolare italiano, al tradizionale irlandese, dal klesmer a melodie multietniche.
A cura di Sergio Bardi (dal gruppo “BAND ONTARIO”, gruppo folk-rock toscano storico) è la parte melodica e armonica affidata alle sue chitarre.
Alle percussioni Nicola Buscioni (dal gruppo rock KUIRINO) da vita col suo particolare “set”, a un tessuto ritmico che conduce a sapori “esotici” e orientaleggianti.
Di estrazione classica Michele Ricciu al basso, contrappunta la sezione ritmica colorandola di venature jazz e swing. Tutti i musicisti cantano e concorrono ai cori durante la performance, ma la prima splendida voce del gruppo è quella di Maela Chiappini, che contribuisce inoltre a rafforzare la sezione ritmica con i suoi interventi, e cura la realizzazione delle scenografie.
Si intuisce da questo grogiuolo di esperienze, come il ballo e la danza siano il comune denominatore che accompagna lo spettacolo del gruppo, dall’inizio alla fine.

COSA FACCIAMO
Ispirati dalla più classica tradizione del “teatro- canzone”, si mette in scena una piece teatral-musicale, dove un gruppo di musicisti squattrinati, per sbarcare il lunario, decide di accettare il lavoro “in trasferta” diventando cosi un orchestrina da crociera.
Il palcoscenico si trasforma subito in una nave da traversata, luogo ideale di incontro e sintesi fra mondi e culture diverse, un immaginario Titanic.
Il tema centrale è dunque “il VIAGGIO “, inteso come metafora della vita stessa, in cui si delineano due momenti fondamentali: la partenza e la traversata!
Ma la vita (o il viaggio) riserva sempre inconvenienti, imprevisti, problemi di percorso, ed è per questo che diventa ancora più calzante la citazione del famigerato transatlantico che terminò il suo viaggio nell’impatto con un iceberg.
Nella messa in scena, l’Orkestrina si trova ad affrontare l’imprevisto, volgendo all’epilogo con un finale tutto a sorpresa.
Su questo tipo di canovaccio si sviluppa una rappresentazione ricca, che gioca sull’alternanza di brani musicali e dialoghi, monologhi e macchiette.
Di particolare importanza il dialogo col pubblico, il quale percependo questa attenzione diventa durante lo “show” attivo protagonista, sia musicalmente che teatralmente.
Lo spettacolo, nel complesso, offre momenti comici e spunti di riflessione, facendo leva sulla fatalità e l’effimera condizione umana che eternamente galleggia incerta sul mare dell’esistenza.

CURRICULUM DEL GRUPPO
– Partecipazione alle edizioni 2004 e 2005 di “INCANTI E IMBANCHI“ (Castel Fiorentino)
– Partecipazione alle edizioni 2004, 2005 e 2007 di “MERCANTIA” (Certaldo)
– Partecipazione all’ edizione 2005 della manifestazione multietnica “LA CITTADELLA DEL CARNEVALE“ (Viareggio)
– Nei due anni passati, 2004-2005, partecipazione a varie manifestazioni e feste medievali, far cui si cita in particolare CASTIGLION FIBOCCHI (Ar), MONTONE (Pg), MORINO (Aq), RAPOLANO TERME
– Partecipazione attiva alla realizzazione del Cd “PISTOIA CANTA GUCCINI“, col patrocinio del C.N.A. di Pistoia, con un personalissimo arrangiamento del brano “Le Cinque Anatre“.
– Partecipazione al relativo evento-concerto svoltosi il 7/12/2005 al Teatro Manzoni di Pistoia, con presenza e partecipazione del famoso cantautore.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *