28 febbraio 2014 ore 07:07 INFO VARIE: ISTITUTO BRUNO LEONI (IBL) // PIERO OSTELLINO… sa tutto sulla vita a Mosca ed in Cina! /// libro: “SUDDITI”, A PIU’ MANI, COORDINATO DA NICOLA ROSSI ( PARLAMENTARE PD, DAL 2008 AL 2011/ IN SEGUITO SI E’ ISCRITTO AL “GRUPPO MISTO”)— EDITO DALLA CASA EDITRICE DELL’ISTITUTO // QUESTO ISTITUTO E’ CLASSIFICATO TRA I 100 MIGLIORI DEL MONDO.

 

Audio clip: Adobe Flash Player (version 9 or above) is required to play this audio clip. Download the latest version here. You also need to have JavaScript enabled in your browser.

]

 

chiara: il pettegolezzo da cui è nata questa scheda informativa:

pare che durante il discorso fatto al Senato, Renzi avesse questo libro (“Sudditi”) davanti.

Sarà meglio conoscere il tipo di liberismo (economia) o anche liberalismo (Stato ecc.) che da anni si è diffuso, A SINISTRA,  nel nostro paese del quale – torto collo o storto collo- saremo “Sudditi”. ANCORA PIU’ SE INCONSAPEVOLI

 

 

 

 

ibl

L’Istituto Bruno Leoni (IBL) è un centro studi[1][2] italiano, che prende il nome dal filosofo Bruno Leoni, e promuove le idee liberaliin Italia e in Europa, aiutando anche gli studenti nella loro formazione culturale.
Fondato nel 2003 da Carlo LottieriAlberto MingardiCarlo Stagnaro, l’IBL ha sede a TorinoMilano, organizza convegni e seminari in varie città italiane ed europee, pubblica volumi e studi. Il Presidente dal marzo 2013 è Franco Debenedetti[3], che succede all’economista e senatore Nicola Rossi.[4] Nel 2012, in una ricerca sviluppata da The Think Tanks and Civil Societies Program del Foreign Policy Research Institute, l’Istituto Bruno Leoni è stato considerato tra i «Top 100» per influenza e autorevolezza in Occidente (Stati Uniti esclusi).

Iniziative online:  L’Istituto Bruno Leoni ha ideato l’orologio del debito pubblico italiano che aggiorna ogni 3 secondi lo stock di debito, si basa su – e viene continuamente corretta con – i rapporti mensili della Banca d’Italia. Il debt clock è stato mostrato nel corso della puntata di Piazzapulita del 1 dicembre 2011 condotta da Corrado Formigli. Dal 2012 sono online il sito Costo dello Stato, uno strumento per capire quanto costa lo Stato al singolo contribuente, e Wikispesa, un’enciclopedia collaborativa e liberamente modificabile sugli sprechi in Italia, la cui pubblicazione è stata annunciata su LaStampa.it.

 

Abbozzo giornalisti italiani

Piero Ostellino (Venezia9 ottobre 1935) è un politologogiornalista italiano.

 

  • Biografia

Laureato in Scienze politiche presso l’Università di Torino, si è specializzato in sistemi politici dei paesi comunisti. Dal 1970 è giornalista del Corriere della Sera, giornale del quale è stato anche direttore nel periodo 19841987. Dal 1973 al 1978 è stato corrispondente da Mosca, e ha raccolto i risultati di questo lavoro nel volume Vivere in Russia (PremioCampione d’Italia 1978). Attualmente è uno degli editorialisti del quotidiano.

È stato quindi fino al 1980 corrispondente da Pechino e, per i suoi servizi, ha ricevuto il Premio Saint-Vincent. È anche membro del comitato scientifico di Società Libera, aggregazione fondata da esponenti del mondo accademico ed imprenditoriale. Attualmente lavora presso il quotidiano il Corriere della Sera, ove si segnala per le serrate analisi politiche orientate alla difesa delle tesi liberali.

 

I premi Bruno Leoni a Ostellino e «Sudditi»
E per la tenacia, agli imprenditori delle aree terremotate
Quest’anno i premi Bruno Leoni, a Milano, sono stati attribuiti a Piero Ostellino, «per il coraggio, la lucidità e la sincerità con cui ha difeso e difende i principi della società libera»; agli imprenditori delle aree terremotate, «per la tenacia»; e agli autori della raccolta di saggi Sudditi, «per aver ricordato che le buone idee, presentate con chiarezza e difese con passione, hanno sempre “mercato”».  

Il volume Sudditi. Un programma per i prossimi 5o anni, a cura di Nicola Rossi, edito dall’Istituto Bruno Leoni, è un manifesto liberale a più mani con i contributi, tra gli altri, di Franco Debenedetti, Natale D’Amico, Pietro Ichino, Alessandro De Nicola, Giorgio Rebuffa, Fabio Scacciavillani.

Dal Corriere della sera, 15 novembre 2012

– See more at: http://www.brunoleoni.it/nextpage.aspx?codice=12056#sthash.FTWmPKLN.dpuf

 

 

Nicola Rossi ci ha scritto una lettera: leggiamola!

 

Lettera ai “Sudditi”
Contribuite con le vostre testimonianze a mostrare la sudditanza dei cittadini nei confronti dello Stato
Cari amici,
Sudditi. Un programma per i prossimi cinquant’anni”, il libro-manifesto che abbiamo promosso come Istituto Bruno Leoni, s
Solo con un ripensamento profondo del rapporto fra Stato e cittadino, solo comprendendo che non è il cittadino che deve essere al servizio della macchina pubblica ma è quest’ultima che deve semmai attenersi a pochi, semplici compiti espressamente delegati dalla società, potremo sperare di uscire a testa alta da una crisi che per l’Italia precede la crisi dell’euro – e che ha dimensioni davvero tipiche e peculiari del nostro Paese.ta avendo un certo successo. È ancora, a un mese dall’uscita, nella classifica degli e-Book più venduti su Amazon.it, ha fatto discutere sui social network, è diventato e sta diventando per alcuni esattamente ciò che speravamo potesse essere: una santabarbara di diagnosi liberali sullo stato della società italiana e, dunque, almeno in potenza un catalogo di rimedi per curare i problemi strutturali del nostro Paese.
“Sudditi” identifica alcune dimensioni dell’asimmetria del rapporto fra Stato e individuo – nel rapporto fiscale, nella dimensione in cui un privato (un’impresa) è fornitore dello Stato, nelle norme che disciplinando il mercato del lavoro, nell’accesso alle informazioni, in materia urbanistica e nella tutela dei diritti di proprietà, in campo sanitario, in ambiti specifici come quelli delle energie rinnovabili o delle infrastrutture autostradali, nelle procedure fallimentari e in tanti altri aspetti ancora.
Abbiamo bisogno del tuo aiuto per rendere ancora più forti argomenti che sono cogenti, crediamo, sul piano della logica economica o su quello del diritto – ma che hanno bisogno di una faccia, che devono dimostrarsi non solo argomenti razionali ma anche “storie”, per indurre sempre più nostri concittadini a ripensarci criticamente e a ragionare a mente aperta.
A inizio 2013, IBL Libri (la casa editrice dell’Istituto Bruno Leoni) vorrebbe pubblicare una sorta di “seguito” a “Sudditi”: al centro del quale ci siano le vostre storie, le vostre esperienze. Alla luce dei problemi che “Sudditi” ha portato all’attenzione dell’opinione pubblica, vogliamo dimostrare come essi non sia semplicemente numeri – di investimenti che vanno persi, o di articoli di leggi. Ma persone: persone cui viene impedito, concretamente e tragicamente, di fare ciò che ritengono meglio per sé. Vi chiediamo di darci una mano.
Registrate un breve video, una testimonianza personale: raccontateci come, quando e perché vi siete sentiti “Sudditi”. Vi chiediamo di inviare il vostro video a info@brunoleoni.it utilizzando il sito https://www.wetransfer.com/, inserendo nella casella di testo opzionale la dicitura “Video Sudditi”. Il servizio offerto da We Transfer è gratuito e consente di inviare file fino a un massimo di 2 GB. Tutti i vostri video saranno visti, resi pubblici dall’Istituto Bruno Leoni se ci autorizzerete a farlo, diventeranno il materiale che sottoporremmo agli autori di “Sudditi” per il nuovo volume.
Le idee camminano sulle gambe delle persone. Partire dalle idee, lo sappiamo, non basta. Abbiamo bisogno delle vostre indicazioni, dei vostri suggerimenti circa i rapporti impropri o asimmetrici, le aree di “sudditanza” per così dire, che ci sono sfuggite. Abbiamo bisogno delle vostre storie che aiutino e che ci aiutino a capire come le autorizzazioni negate o ritardate, i pagamenti mai effettuati, non siano una questione di finanza pubblica o di diritto pubblico: ma spesso di vita o di morte di iniziative imprenditoriali che possono andare a vantaggio di tutta la società. Aiutateci. Il primo passo per non essere più “Sudditi” è spiegare e raccontare ciò che noi tutti abbiamo perso, ogni volta che un nostro concittadino è stato messo in condizione di sentirsi tale.
Nicola Rossi
Presidente
Istituto Bruno Leoni: lascio le voci…se qualcuno avesse l’energia di aprirle….

– See more at: http://www.brunoleoni.it/nextpage.aspx?codice=11693#sthash.fbIVu7fd.dpuf

 

 

Una risposta a 28 febbraio 2014 ore 07:07 INFO VARIE: ISTITUTO BRUNO LEONI (IBL) // PIERO OSTELLINO… sa tutto sulla vita a Mosca ed in Cina! /// libro: “SUDDITI”, A PIU’ MANI, COORDINATO DA NICOLA ROSSI ( PARLAMENTARE PD, DAL 2008 AL 2011/ IN SEGUITO SI E’ ISCRITTO AL “GRUPPO MISTO”)— EDITO DALLA CASA EDITRICE DELL’ISTITUTO // QUESTO ISTITUTO E’ CLASSIFICATO TRA I 100 MIGLIORI DEL MONDO.

  1. DONATELLA scrive:

    Mi sembra interessantissimo quello che tu hai messo. Ci si aprono mondi sconosciuti a noi poveri tapini ed eternamente o quasi sempre sudditi!!! Grazie davvero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *