ORE 18: 55 La mostra sul futurismo al Guggenheim: ” ITALINA FUTURISM. 1909-1944: RECOSTRUCTING THE UNIVERSE” (direi: “ristrutturando l’universo”)—E’ GIA’ INIZIATA E DURA FINO A SETTEMBRE—IL SOLITO FINE SETTIMANA A NEW YORK CI ATTENDE, o ne avete a noia?

 

 

 

http://www.ilpost.it/

 

14 marzo 2014

 

IlPost

futurismo-1-4 

La mostra sul futurismo al Guggenheim

Ha aperto a New York e continuerà fino a settembre:

sono esposte molte opere importanti

e se ne parla benissimo

Da tre settimane è iniziata Italian Futurism, 1909–1944:

Reconstructing the Universe,

una mostra sul movimento artistico

italiano del futurismo

al museo Guggenheim di New York,

uno dei più importanti al mondo.

L’esposizione è iniziata il 21 febbraio e

finirà l’1 settembre 2014. Sono esposte più

di trecento opere di quasi 80 artisti, tra cui diverse

fra quelle più famose del movimento (su tutte,

la scultura in bronzo “Forme uniche della continuità

nello spazio” di Umberto Boccioni). Il biglietto

per la mostra costa 22 dollari (circa 16 euro).

L’esposizione è stata messa insieme da Vivien Greene,

ùuna studiosa di storia dell’arte che si occupa

di movimenti artistici dell’Ottocento e del

Novecento e collabora con il museo dal 1993.

La mostra ha ricevuto ottime recensioni

da molti giornali americani, fra cui il

Wall Street Journal e il New York Times.

 

 

Il futurismo è stato un movimento artistico

quasi esclusivamente italiano, durato circa

quarant’anni fra l’inizio del Novecento e la fine

della Seconda guerra mondiale. Il manifesto

culturale del movimento, “Manifesto del futurismo”,

fu pubblicato il 20 febbraio 1909 su alcuni giornali

da Filippo Tommaso Marinetti, che sarebbe in seguito

diventato uno dei importanti poeti futuristi. Il futurismo

viene considerato dagli storici dell’arte come uno

dei più importanti movimenti artistici europei

di “avanguardia”, come ad esempio il cubismo

il dada (facendo clic sul verde, ti dicono…)

 

Il tratto caratteristico delle avanguardie era

l’attenzione per tutto ciò che era moderno e in qualche

modo simbolo del progresso: essendo movimenti

artistici, quindi, questo comportava un rinnovamento

completo dello stile, dei materiali e dei soggetti delle opere.

 

Inoltre (NEL FUTURISMO) c’era grande attenzione

su temi come la virilità maschile (legata alla teoria

del superuomo del filosofo tedesco Friedrich Nietzsche...

nella speranza – dice chiara- che il  “povero Federico nostro

” non senta

e non abbia a rivoltarsi nella tomba spezzandosi

tutti gli ossicini..”) e la guerra, intesa come scontro e

vittoria del più forte sui deboli:

ilmovimento ebbe legami con il partito fascista e

la dittatura di Mussolini.

 

SCUSATE SE IL CUORE DI CHIARA IRROMPE:

MA ALLORA RAGAZZI, SE CI GUARDIAMO INTORNO,

E LEI-CHIARA SI GUARDA ECCOME, QUASI UNA LENTE

OSSESSIVA AD OSSERVARE TUTTI I DETTAGLI,

E CHE LOTTE!  NON SOLO SPIEGAZIONI VERBALI

(HO IN BAGNO TRE BASTONI E UNO, UNA VOLTA

L’HO ANCHE USATO CON SUCCESSO PERCHE’

“LA VIRILITA’, SUA SIGNORIA MADAMA”,

PUR SULLA TESTA

O SULLA SCHIENA

HA SENTITO “IL MALE”)… QUANDO TI METTI

SUL DIALOGO

E PORTI TUTTI I FATTI DI QUESTO E DI

QUELL’ALTRO MONDO CHE GRIDANO

“RISPETTO DI PERSONA”

ALLA DONNA, COME ALL’UOMO, E DI MIO AGGIUNGO

AGLI ANIMALI PIANTE ROCCE E “OGGETTI CARI”,

SPECIE SE CARI ALL’ALTRO—

EBBENE, RAGAZZI, DA ANNI HO CONCLUSO

CHE NON SERVE A NIENTE —

(MAGARI VOI LO SAPETE DA MILLENNI!) AMEN PER CHIARA  :

NIENTE PAROLE, SOLO FATTI.

FATTI CATTIVI (PER ME CHE SONO “BUONA-ABELINATA”:

SERVE RIFIUTO TOTALE DELLA PERSONA

(“NON  LO VEDI”–UN’UCCISIONE VIRTUALE),

DISPREZZO MOSTRATO COL SILENZIO:

TRACCIARE UNA LINEA IMMAGINARIA IN CUI SEI TU

E “IL VIRILE SUPERUOMO” RIMANE FUORI DA QUESTO

TRACCIATO

” ANCHE VOLENDO, NON LO VEDETE”, SE RIUSCITE

A CAPIRE–TRALASCIO

ANNEDDOTO MOLTO ISTRUTTIVO ANCHE SE NON COSI’ DRASTICO.

 

iL FASCISMO, O CHI HA IL FASCISMO NEL SANGUE,

COME CI SIAMO ANCHE RICORDATI IL 25 APRILE,

NON SI CURA CON LA BONTA’-COMPRENSIONE-

SCUSANTI-PERDONI…

 

E QUESTE VIRILITA’ DA OPERETTA CHE, PERO’

DISTRUGGONO UNA DONNA, UN FIGLIO, NON SOLO

FISICAMENTE, POSSONO UCCIDERLA NELLA SUA DIGNITA’,

TOGLIERLE L’AUTOSTIMA E IL RISPETTO DI SE’–

E, POI: “NON SAREBBE MEGLIO CHIAMARE

IL DOTTORE PER PRENDERE GLI ANTI-DEPRESSIVI?”

 

E A QUESTA  VIRILITA’ FASCISTA E’ STRETTAMENTE

LEGATA LOGICAMENTE AL DIRITTO DI “PREDERSELA

SOLO CON I PIU’ DEBOLI”–PERCHE’ DA BUONI

VIGLIACCHI CON I FORTI NON CI SI METTONO :

SANNO CHE LI MENANO…

 

E’—MI RACCOMANDO SIA CHIARO—

QUESTO COMPORTAMENTO E’ MOLTO PRESENTE

TRA COMPAGNI DELLA SINISTRA

(MA NON IN PUBBLICO,  LO SPETTACOLO DEL LORO

IO DEVE ESSERE LUMINOSO-ACCECANTE)  –

E’ SEVERAMENTE PRIVATO E RIGOROSAMENTE

CON PERSONE CHE “NON GLI TOLGONO ACCETTAZIONE

E AMORE” O CHE, SE GLIELa TOLGONO,

ORMAI NON SE NE FREGANO  PIU’.NIENTE  ///..

ECCO, SENTITE: “UNA RAGAZZA DI 16 ANNI

PER ME E’ GIA’ VECCHIA” —DICONO ingenuamnete

ALLA VERA VECCHIA, COMPAGNA O MOGLIE

CHE SIA…E DA QUELLA PICCOLA FRASE VOI

CAPITE TUTTO–

“CHE NELLA MAGGIORANZA DEGLI UOMINI

NON C’E’ AFFETTO “SENZA IL SOSTEGNO DELLA SESSUALITA'”

IL VOLER BENE NON HA “DOVE POGGIARE, E QUINDI

SVANISCE SU PER L’ARIA—E SE SE VA IL BUONO

(LA NOSTRA PARTE BUONA)  LA CATTIVA

NON PUO’ PIU’ AMALGAMARSI E CORREGGERSI UN PO’….-

A TRATTI VIENE FUORI L’IMPULSO OMICIDA

DELL’ESSERE UMANO NON PIU’ “CULTURALIZZATO”

PERCHE’ SONO I DUE TIPI DI EMOZIONI-BUONO/CATTIVO

CHE, RECIPROCAMENTE SI  CULTURALIZZANO

O CORREGGONO RECIPROCAMENTE…

ABBIAMO BISOGNO DELLA CATTIVERIA PERCHE’

ANCHE LEI DEVE CORREGGERE LA BONTA’

ALTRIMENTI NON HAI MAI POSSIBILITA’ DI DIFESA—

MA DEVE OPERARE INSIEME ALLA BONTA’—-

NON SI CAPIRA’

me’ solo una imbastitura, ammesso che uno voglia leggere!

 

Condividi
Questa voce è stata pubblicata in GENERALE. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.