ORE 21:57 RICEVIAMO DAL “NOSTRO POETA” NEMO: QUESTI VERSI DI ANDREA ZANZOTTO CHE HANNO DELL’ “INCREDIBILE”—A VOI NON PARE ? dovete leggerli a voce alta e se potete piu’ di una volta

 

 

 

NEMO

“” Ora il tempo dovrebbe vergognarsi / di far quello che facciamo / di strampalarsi stralciarsi / sfalciarsi sfidarci infilzarci / ma vergognarsi di esser sempre / già passato mentre lo nomino. Non c’ è, sì c’ è / è questo qui di cui / scrivere il continuo / e losco cambio di marcia / tre volte in tre opere di ricordo – / macché è già tutto tappeto marcio di futuro. “”

 


( da Conglomerati poesie di Andrea Zanzotto, I poeti del nostro tempo, Mondadori Ottobre 2009, Euro 14 )

 

 

 

da qui, una nota di chiara:

 


 

 


i suoi 90 anni

 

 

Andrea Zanzotto (Pieve di Soligo10 ottobre 1921 – Conegliano18 ottobre 2011) è stato un poeta italiano tra i più significativi della seconda metà del novecento.[1]

 

(1)   Gianfranco Contini: “era definitivamente «il migliore dei poeti italiani nati nel ‘900»”

Le Monde: “Zanzotto è stato «le plus moderne, plus savant, plus émouvant poète italien» (il più moderno, più colto, più intenso poeta italiano) del secondo novecento”.

Una risposta a ORE 21:57 RICEVIAMO DAL “NOSTRO POETA” NEMO: QUESTI VERSI DI ANDREA ZANZOTTO CHE HANNO DELL’ “INCREDIBILE”—A VOI NON PARE ? dovete leggerli a voce alta e se potete piu’ di una volta

  1. nemo scrive:

    “”” … ” …La distruzione del paesaggio è stata per me un lutto terribile …” …”’

    ( Andrea Zanzotto, nell’ intervista di Sabina Secchi , Radio 3 Rai ore 22,15 del 10 Ottobre 2011 )

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *