ore 18:45 UMBERTO TOZZI (Milano,1952) 2 canzoni e un’intervista…///mi direte se vi piace–chiara, tanto per fare un po’ diverso, non lo conosceva—pazienza sempre piu’ grande!

https://www.youtube.com/watch?v=4j_a1Um6tuY

 

un commento su youtube

raro e bel filmato del 1976 di un giovanissimo Umberto Tozzi al suo primo successo da solista… l’anno dopo esploderà col famoso brano Ti Amo  (seguente link)

 

 

Con Ti Amo a fatto cantare tutto il mondo

da Youtube:

 

Umberto Tozzi è nato a Torino il 4 Marzo del 1952. Nel 1968, a 16 anni, entra negli “Off Sound”, un gruppo di giovanissimi che amano la musica.
A Milano conosce Adriano Pappalardo con il quale forma un gruppo di tredici elementi che gira per tutta l’Italia.
A soli 19 anni (nel 1971) ottiene il primo successo con la canzone “Un corpo un’anima” scritta con Damiano Dattoli, che interpretata da Wess e Dori Ghezzi vince Canzonissima.
Nel 1976 esce una canzone portata al successo da Fausto Leali, “Io camminerò” seguita dal primo album di Umberto Tozzi: “Donna Amante Mia”.
Del 1977 è “Ti Amo”, uno tra i più famosi brani di Tozzi che salì al primo posto in classifica e vi restò sette mesi, stracciando ogni record di vendita.
Il 1978 è l’anno di “Tu” e il 1979 è la volta di quello che forse rappresenta il piu grande successo di Tozzi: “Gloria”. Questo brano, ripreso e interpretato da Laura Branigan, porta il nome di Umberto Tozzi oltre oceano.
Il successo continua nei primi anni ’80 con “In concerto” del 1980, “Notte Rosa” del 1981, “Eva” del 1982 e Hurrah del 1984.
A questo Lp segue una pausa di alcuni anni in cui Tozzi studia nuove motivazioni.
Nel 1987 torna alla ribalta con due nuovi successi: “Gente di Mare” cantata con Raf e presentata all’Eurofestival e “Si può dare di più” che cantata insieme a Gianni Morandi ed Enrico Ruggeri, vince il Festival di Sanremo. Il 1988 è l’anno del live “Royal Albert Hall”.
La carriera di grande artista prosegue anche negli anni ’90 con nuove melodie sempre più ricercate che portano alla luce “Gli altri siamo noi”, “Le Mie canzoni”, “Equivocando”, “Il Grido”, “Aria e cielo”, “Bagaglio a mano”.

 

 

Per chi vuole ovviamente: intervista ad Umberto Tozzi : la sua “svolta” ” in senso benefico, sano insomma”  – dopo la visita a

Medjugorje

 

https://www.youtube.com/watch?v=vWmHG0CiiF8

 

\

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *