ore 00:08 RAINER MARIA RILKE: ( ch./ il ricordo di te si fa ) “…lieve come un raggio di luna dalla finestra”

 

Audio clip: Adobe Flash Player (version 9 or above) is required to play this audio clip. Download the latest version here. You also need to have JavaScript enabled in your browser.

 

 

Non posso ricordare.

Ma quei momenti

puri dureranno in me come

in fondo a un vaso troppo pieno.

Non penso a te, ma sono per amore tuo

e questo mi dà forza.

Non ti invento nei luoghi

che adesso senza te non hanno senso.

Il tuo non esserci

è già caldo di te, ed è più vero,

più del tuo mancarmi. La nostalgia

spesso non distingue. Perché

cercare allora se il tuo influsso

già sento su di me lieve

come un raggio di luna alla finestra.

Rainer M. Rilke, “A Lou Andreas-Salomè”

 

lou andreas salomé

 

 


“Un incontro”…che se chiara ricorda bene durerà – ” a suo modo”—tutta la vita

h1

Come un ramo di tiglio

(qui sopra c’è il blog da cui sono tratte le due liriche : si chiama “Pioggia blu” ed è esclusivamente dedicato a Rilke—per chi vuole è divertente il suo incontro con la traduzione di “Elegie Duinesi” fatta da Giame Pintor a 20 anni )

 

 

 

Quando un giorno tu mi hai trovata io ero piccola, cosí piccola, e fiorivo come un ramo di tiglio, silenziosa, dentro di te. In tanta piccolezza io non avevo nome, e lo desideravo ardentemente. Allora tu mi hai detto che sono troppo grande per qualsiasi nome: da allora mi sento parte del mito, del maggio, del mare. E come il profumo del vino, sono greve alla tua anima.
Reiner M. Rilke, da  “Opere giovanili” (chiara)  cioè da  “Frühe Gedichte (Mädchen-Gestalten)” – traduzione mia (non sappiamo chi è–sarà l’autore del blog)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *