ore 23:30 IL PIU’ GRANDE IMITATORE DI BERLUSCONI, NONCHE’ PERSONA MAGNIFICA (L’HO ASCOLTATO AL PD DI BORDIGHERA)—HA UN BLOG, COME TANTI ALTRI PERSONAGGI O PERSONE CHE VALGONO, SU IL FATTO QUOTIDIANO—VI RIPORTO ALCUNI POST —CHE SOTTO “BLOG DI NANDO DALLA CHIESA”—NON SO SE CI SONO TUTTI—MA SEMBRA! CIAO NANDO! BUONA NOTTE A TE!

Nando dalla Chiesa

Nando dalla Chiesa

Docente universitario, scrittore e politico

 

Mi piace la democrazia e ho cercato di darmi da fare per lei in tanti modi, anche se non ho ancora capito se lei me ne sia grata. Sono del Pd ma sono soprattutto un democratico senza aggettivi. Sono un sociologo, laureato in economia alla Bocconi, insegno a Scienze Politiche di Milano e collaboro con diversi giornali. In particolare mi onoro di essere tra i collaboratori del Fatto diretto da Antonio Padellaro. Da cinque anni sono anche editore di Melampo, la casa editrice che ho fondato insieme a Lillo Garlisi e Jimmy Carocchi, miei allievi bocconiani arrivati al successo nell’editoria per i fatti loro. Faccio pure del teatro. Comico e soprattutto civile. Infine, mi piace fondare. Mica solo la casa editrice. Ho fondato un circolo di nome “Società civile” nella Milano degli anni Ottanta. Poi, con il mio amico Gianni Barbacetto, ho fondato il mensile omonimo, grande esperienza giornalistica fatta da ragazzi irripetibili. Ho fondato con Leoluca Orlando e Diego Novelli la Rete, un movimento che diede agli inizi degli anni Novanta dignità politica nazionale all’idea che si dovesse combattere la mafia. Ho fondato il piccolo movimento di Italia democratica, anche quello con mensile, che confluì nell’Ulivo battendosi contro il razzismo e la secessione. E pure Omicron, rivista sulla criminalità organizzata al nord, sempre con Gianni Barbacetto. E il comitato di parlamentari “La legge è uguale per tutti” per fronteggiare l’offensiva del signor B.; un comitato alla testa di tante manifestazioni degli anni dei girotondi e che ha prodotto l’unica esperienza di teatro civile al mondo fatto da parlamentari. Ho anche fondato con Fabio Zanchi e Lidia Ravera il Mantova Musica Festival, nato per contestare Sanremo finito nelle mani di Tony Renis e poi ripetuto gloriosamente per altre quattro edizioni. Ho pure fondato, con una quarantina di lettori del mio blog, la Scuola di formazione politica “Antonino Caponnetto”. Non ho fondato “Libera”, la bellissima associazione di don Ciotti, ma ho l’orgoglio di esserne stato eletto presidente onorario. Soprattutto ho fondato una famiglia con Emilia. Ne sono nati Carlo Alberto e Dora, i miei gioielli, che se li avesse visti Cornelia ne sarebbe rimasta folgorata, altro che i suoi Gracchi, con tutto il rispetto.

 

 

 

 

SCIENZA – 24 novembre 2014

Medicina ‘umana’ a tempo determinato: la storia di Ketti

Le emozioni. Che fanno tremare la voce. E la scienza. Che la rende inflessibile. E chi ha detto che non possono diventare la stessa cosa? Basta parlare con Ketti, ricercatrice allo Ieo, l’Istituto europeo di oncologia, sedersi in ascolto della sua vita e dei suoi progetti e ci si convince che è possibilissimo. Conquistati da […]

 

 

MEDIA & REGIME – 10 novembre 2014

I Siciliani Giovani: il fiuto di Riccardo Orioles per l’Italia migliore

E se non ne parlo io chi dovrebbe farlo? Chi può sentire oggi l’impulso di raccontare la quotidiana utopia di un padre nobile e delle sue creature, alcune già in calvizie e molte ancora implumi? Il giornalista un po’ Risorgimento un po’ Resistenza è asserragliato davanti al suo computer, nell’immane sforzo di difendere la patria […]
MAFIE – 12 ottobre 2014

Antimafia, le lettere a Scarpinato che ricordano l’Addaura

scarpinato_640Come vede, sappiamo prenderci cura di Lei. Questo il senso, sconvolgente, del messaggio anonimo lasciato sulla scrivania del procuratore generale di Palermo Scarpinato alcune settimane fa, seguito da altri avvertimenti. Chi ha esperienza e memoria di queste cose capisce al volo che in questo messaggio c’è qualcosa di profondamente diverso da tanti altri generi letterari […]

 

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *