ore 21:47 guardate che bellezza! A = la · B = si · C = do · D = re · E = mi · F = fa · G = sol // allora significa che la Sonata di CHOPIN, che inizia questa meravigliosa raccolta, in G menor // vuol dire che e’ in sol minore–Per voi era lo stesso? Spero non per tutti, chissa’! —Come immaginate da soli, la Sonata di Chopin scritta per pianoforte, è stata ritrascritta-senza modificare una virgola–diciamo in un “dialogo”, come si dice sempre, tra violoncello e pianoforte–L’effetto è straordinariamente suggestivo!

A = la · B = si · C = do · D = re · E = mi · F = fa · G = sol

 

https://www.youtube.com/watch?v=t9VLdO0dxIg&list=RDt9VLdO0dxIg&index=1

 

 

nota ch. —ho finalmente trovato ben chiara l’equivalenza tra le note italiane della scala diatonica, mi pare si dica, con  l’equivalenza inglese e pare germanica…

 

 

Anticamente si usava una notazione di origine greca che utilizzava le lettere dell’alfabeto. Tale notazione è ancora in uso nei paesi di lingua inglese:

A = la · B = si · C = do · D = re · E = mi · F = fa · G = sol

La notazione letterale è tuttora in uso anche nei paesi di lingua germanica e di area mitteleuropea (p. es. in Repubblica Ceca); nei paesi di lingua tedesca la lettera B indica solo il si bemoll, mentre H viene usata per il si naturale[1].

 

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *