ore 21:46 …quando la tenerezza fa quasi male…

 

 

 

E’ arrivato in questo momento nello studio–chiamato chiamato gridato bestia bestia –

lui: ” Vieni di là in camera a giocare”

“Lo so che vai a giocare di là col nonno ma io ti voglio solo abbracciare un minuto, poi ti lascio subito”

-Lo prendo faticosamente in braccio, me lo guardo e lo stringo un po’ (non come vorrei!) e poi dico:

“Mi sa che sei diventato troppo grande”–lo dico con tristezza, come qualcosa di eccessivo.

Lui: ” E così”

Poi corre chiamando il nonno, e lo chiama : ” Gnonno gnonno”, come da piccolo…

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *