16:48 CHE FELICITA’ …QUANDO A MANDARCI QUESTO ALBUM BELLISSIMO E’ UN COMPAGNO D’ANTAN E…anche la sua compagna —carissima a noi —ormai per lui ..” d’antan “! –tutti felici e nonni magnifici! + QUECHUA PER GLI EXTRATERRESTRI!

 

 

 

 

Antonio Voltolini ha condiviso un link sul diario di Chiara Salvini.

 

el condor pasa —intillimani

https://www.youtube.com/watch?v=tXmRJpqAHZI&list=RDtXmRJpqAHZI#t=8

 

 

 

a chi interessa vedere il testo “quechua” (lingua andina) —

 

Versione in quechua Versione in spagnolo Traduzione in italiano

Yaw kuntur llaqtay urqupi tiyaq
maymantam qawamuwachkanki,
kuntur, kuntur
apallaway llaqtanchikman, wasinchikman
chay chiri urqupi, kutiytam munani,
kuntur, kuntur.

Qusqu llaqtapimplazachallanpim
suyaykamullaway,
Machu Piqchupi Wayna Piqchupi
purikunanchikpaq.

Oh majestuoso Cóndor de los Andes,
llévame, a mi hogar, en los Andes,
Oh Cóndor.
Quiero volver a mi tierra querida y vivir
con mis hermanos Incas, que es lo que más añoro
oh Cóndor.

En el Cusco, en la plaza principal,
espérame
para que a Machu Picchu y Huayna Picchu
vayamos a pasear.

Oh maestoso Condor delle Ande
portami a casa mia, sulle Ande
Oh Condor
Voglio tornare alla mia amata terra e vivere
con i miei fratelli Inca, che è ciò che più rimpiango
Oh Condor

A Cuzco, nella piazza principale
aspettami
affinché sul Machu Picchu e sull’Huayna Picchu
andremo a passeggiare.

Abbozzo Perù
Questa voce sugli argomenti musica folk e Perù è solo un abbozzo

Contribuisci a migliorarla secondo le convenzioni di Wikipedia.

El Cóndor Pasa è una zarzuela la cui musica fu composta dal peruviano Daniel Alomía Robles nel 1913 su un testo di Julio de La Paz (pseudonimo del drammaturgo limegno (di Lima!) Julio Baudouin y Paz). Fu registrata legalmente nel 1933.

Questa zarzuela include anche l’omonima canzone basata sulla musica tradizionale andina del Perù, dove fu dichiarata Patrimonio Culturale della Nazione nel 2004. Questo pezzo ebbe l’onore di essere inserito nel Disco d’Oro caricato sulle sonde Voyager, lanciato verso lo spazio profondo nel 1977, col compito di rappresentare l’umanità davanti ad eventuali specie extraterrestri.

 

Condividi

One Response to 16:48 CHE FELICITA’ …QUANDO A MANDARCI QUESTO ALBUM BELLISSIMO E’ UN COMPAGNO D’ANTAN E…anche la sua compagna —carissima a noi —ormai per lui ..” d’antan “! –tutti felici e nonni magnifici! + QUECHUA PER GLI EXTRATERRESTRI!

  1. Donatella scrive:

    Per me è una delle più belle musiche che conosco: sembra di ascendere poco a poco, ali distese e vibranti per cogliere il vento, sui grandi altopiani e vette andine ( almeno questa è la nostra fantasia).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *