23:00 VI DIAMO LA BUONA NOTTE, QUESTA SERA, CON UN’IMMAGINE “PICCANTE” DI ROMANO PRODI E FAMIGLIA—rubata, si’ rubata, ma vi dico dove! ciao ciao–per il blog, è Chiara!

 

 

passeggiano sulla spiaggia di Castiglione della Pescaia, un piccolo comune (circa 7000 abitanti—wiki) in provincia di Grosseto (Toscana), dove pare sei per ora al riparo di paparazzi ecc.

 

qui sono insieme, forse la signora sulla spiaggia non è lei!

 

qui è una bella donna—dalla foto però…sembra che appaia “la devozione”, non c’è altra parola–

vedete anche questa: lui si legge pacifico il giornale e lei guarda lui…

 

 

Flavia Franzoni, moglie dell'ex premier Romano Prodi. Ha sostenuto la candidatura di Amelia Frascaroli.

qui siamo nel 2011

 

—ho intraletto che è stata operata al cuore, forse sarà questo, ma nella foto sulla spiaggia non mi pare sia lei…

 

la mia nota sotto è stata scritta prima, lasciamo per stanotte tutto in sospeso –tanto se la signora Flavia sta bene—direi che basta così—chiara la usava solo come “modello” di un certo tipo di donna e di legame di coppia—loro piacciono a tanti, tra cui  –parlo di lui — anche a Chiara che rimpiange…ciao notte!

 

 

 

 

nota irriverente di ch. : —quel bel fusto in pantaloncini rossi, senz’altro palestrato e senza un filo di grasso, solo muscoli!, è senz’altro il signor Romano Prodi; la signora al fianco, che non conosco, ma immagino sia la moglie…è senz’altro “l’ottima moglie”, che –se non l’ha fatto lei –gli ha permesso di diventare quello che lui è oggi, che gli ha cresciuto tre figli (mettiamo che sia), senza avere tempo e voglia di dedicarsi a sé e alla sua bella femminilità. Certo, ha avuto un sacco di lavoro, ma se lei è così —ed è il confronto che convince –è a mio parere, perché lui non l’ha fatta sentire “desiderabile”, per non dire addirittura “non amata o trascurata”. Voi cosa ne pensate? A mio modo di vedere, il compagno o la compagna sono uno specchio dell’amore dell’altro/a–Vi sembra una sciocchezza?

 

 

 

 

http://www.ilovecastiglione.com/2012_07_01_archive.html

 

 

 

 

 

 

 

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *