23:13 —UN MONITO SEVERO PER MALATI / HANDICAPPATI DI QUALUNQUE GENERE:::: temo però che sia di una crudele saggezza (ch.) —da Stephen Hawking

 

 

[audio:http://www.neldeliriononeromaisola.it/wp-content/uploads/2015/09/Lang-Lang-Franz-Liszt-Consolation-No.-3-in-D-Flat-Major-S-172-2011.mp3|titles=Lang Lang – Franz Liszt Consolation No. 3 in D-Flat Major, S 172 2011]

 

 

 

 

A coloro che sono colpiti da una disabilità consiglio di concentrarsi sulle cose che la loro disabilità non gli impedisce di fare bene, e di non lamentarsi per quelle con cui interferisce.

In qualche modo, la mia disabilità mi ha aiutato. Mi ha liberato dal dover fare lezioni o dalla partecipazione a noiosi comitati, e mi ha dato più tempo per dedicarmi alla ricerca ».

 

 

 

HAWKING

 

Nasce nel 1942 a Oxford (Inghilterra), nel 1962 si laurea in fisica e negli stessi anni, quando —si sottolinea —aveva tra i  17 /21 anni-  gli viene diagnosticata una malattia degenerativa del motoneurone…(la diagnosi non è sicura)

…ma, per “un successo dell’imprevedibilità”, arriva ai 73 anni di oggi.

Condividi

One Response to 23:13 —UN MONITO SEVERO PER MALATI / HANDICAPPATI DI QUALUNQUE GENERE:::: temo però che sia di una crudele saggezza (ch.) —da Stephen Hawking

  1. Donatella scrive:

    Penso che il consiglio vada bene per tutti: bisognerebbe concentrarsi solo su quello che ci riesce bene o che consideriamo tale. Ma si sa che i consigli vanno poi attuati e lì sta il difficile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *