21:22 MEXICO E NUVOLE DI JANNACCI (1970) + ALTRE DELIZIE—è una canzone di appassionato amore, eppure…

 

 

https://www.youtube.com/watch?v=WmMcRiwCwmc&list=RDM5c6TpGdRzg&index=4

 

 

 

 

Lei è bella lo so

e’ passato del tempo e io ce l’ho nel sangue ancor.

Io vorrei, io vorrei

ritornare laggiu’ da lei ma so che non andro’.

Questo è un amore di contrabbando

meglio star qui seduto e guardare il cielo davanti a me.

Mexico e nuvole

il tempo passa sull’America

il vento suona la sua armonica,

che voglia di piangere ho

Mexico e nuvole

la faccia triste dell’America

il vento insiste con l’armonica,

che voglia di piangere ho.

Chi lo sa come fa quella gente

che va fin la’ a pronunciare sì.. mah!

Mentre sa che è già  provvisorio l’amore

che c’è sì ma forse no… ah!

Queste son situazioni di contrabbando

a me non sembra giusto neanche in Mexico, ma perchè

Mexico e nuvole, il tempo passa sull’America

il vento insiste con l’armonica,

che voglia di piangere ho

Mexico e nuvole la faccia triste dell’America

il vento insiste con l’armonica,

che voglia di piangere ho.

Intorno a lei intorno a lei

la chitarra risuonera’

per tanto tempo ancor

e il mio amore per lei

i suoi passi accompagnerà nel bene e nel dolor.

Queste son situazioni di contrabbando

tutto si puo’ inventare ma non un matrimonio non si può più.

Mexico e nuvole, il tempo passa sull’America,

il vento suona la sua armonica,

che voglia di piangere ho.

Mexico e nuvole la faccia triste dell’America

il vento insiste con l’armonica,

che voglia di piangere ho.

Mexico e nuvole, il tempo passa con l’armonica,

il vento insiste sull’America,

che voglia di ridere ho

Writer(s): Paolo Conte, Michele Virano, Vito Pallavicini Copyright: Universal Music Publishing Ricordi S.r.l.

Lyrics powered by musixmatch

 

Condividi

One Response to 21:22 MEXICO E NUVOLE DI JANNACCI (1970) + ALTRE DELIZIE—è una canzone di appassionato amore, eppure…

  1. Donatella scrive:

    Io darei il Nobel per i genio a Jannacci, anche alla memoria, visto che ci ha lasciati orfani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *