BLOG INFOSANNIO, 12 MAGGIO:::: MARCO TRAVAGLIO::: GLI IMBOSCATI

 

BLOG INFOSANNIO

“Gli imboscati”: di Marco Travaglio

 

 

CRONACA, EDITORIALI, INTERNO, POLITICA

“Gli imboscati”: di Marco Travaglio

(di Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano)

Da tre giorni, nelle migliori redazioni, semina il terrore un oggetto volante non identificato, un tempo detto “notizia”. L’ha svelata nel suo nuovo libro uno dei più autorevoli e prudenti giornalisti viventi, che non declina neppure le proprie generalità se non in presenza del notaio: Ferruccio de Bortoli, ex direttore del Corriere e del Sole-24 ore. Il quale ha saputo dall’ex ad di Unicredit Federico Ghizzoni e da altre fonti che nel 2015 l’allora ministra Maria Elena Boschi chiese al colosso bancario milanese di acquistare Etruria, vicepresieduta dal padre Pier Luigi. Ghizzoni, forse vincolato da un patto di riservatezza dopo l’uscita da Unicredit, non commenta, ma non smentisce. Siccome De Bortoli non è uno zuzzurellone che spiattella le confidenze di un banchiere, prima di scrivere ha ovviamente avvertito Ghizzoni – scrive Marco Travaglio sul Fatto Quotidiano nell’editoriale di oggi 12 maggio 2017, dal titolo “Gli imboscati”. Dunque la notizia c’è tutta. E, salvo pensare che a chiamare il banchiere sia stata un’imitatrice della Boschi (la Raffaele? la Guzzanti? la Salari?), bisognerebbe trarne le conseguenze. I tg Rai (Pd1, Pd2 e Pd3) non hanno di questi problemi: le notizie sono programmati per imboscarle. Infatti il Tg1 infila il caso Boschi in un servizio sulla spazzatura a Roma, spacciandolo per una polemica dei 5Stelle. Panico, invece, nei giornaloni. Il Corriere aveva in anticipo il libro di De Bortoli e gli ha dedicato due pagine, ma non s’è accorto del caso Boschi. Così, l’indomani, l’ha nascosto a pag. 10 buttandolo in caciara: “Boschi e i 5Stelle: la nuova battaglia su Banca Etruria” (e Ferruccio?). Stesso trucchetto sulla prima de La Stampa: “Pd-5Stelle, battaglia su tre fronti”, come se la rivelazione l’avesse fatta Grillo. E sul Sòla-24 ore, che pure sarebbe un quotidiano finanziario: due colonnine a pag. 15. Meraviglioso il Messaggero: “Sale lo scontro: i rifiuti restano. Raggi-Zingaretti, è lite Capitale. Renzi: sindaco incapace. E Grillo accusa Boschi sul caso Etruria” (De Bortoli non pervenuto). Nel reparto samiszdat, l’Unità inventa una “smentita di Unicredit” e il Foglio parla di “pettegolezzi”.

Ora, noi siamo solidali coi tanti colleghi che, ormai da anni disabituati alle notizie e impegnati notte e giorno a scansarle come la peste bubbonica, quando gliene capita una fra capo e collo (loro malgrado, ci mancherebbe) non sanno più come comportarsi, che faccia fare, cosa mettersi addosso. Si consiglia di fare uno sforzo mnemonico e ricordare quel che impararono da giovani ai corsi di giornalismo. O, per i più smemorati, di dare un’occhiata alla stampa d’oltreconfine, che in America sta facendo il mazzo a Trump e in Francia l’ha appena fatto a Fillon.

C’è una ministra che ottiene la fiducia dal Parlamento, contro le mozioni di opposizione, giurando di non essersi mai occupata di Etruria: “Non c’è conflitto d’interessi, non c’è alcun favoritismo, non c’è alcuna corsia preferenziale, non ho tutelato la mia famiglia, ma solo le istituzioni… Si dimostri che io ho favorito mio padre o che sono venuta meno ai miei doveri istituzionali e sarò la prima a lasciare l’incarico”. Ora si scopre che erano tutte bugie (come la promessa di lasciare la politica con Matteo suo in caso di sconfitta al referendum), smentite da almeno tre fatti.

1) La Boschi chiede a Unicredit di comprare la banca decotta di Arezzo non certo nelle vesti di ministra, visto che si occupa di Riforme istituzionali e Rapporti col Parlamento. Dunque in quelle di figlia di suo padre.

2) A conferma della rivelazione di De Bortoli, i nostri Stefano Feltri e Carlo Tecce scoprono che Ghizzoni non lasciò cadere la richiesta della potente ministra: la inoltrò, per valutarne la fattibilità, alla top manager Marina Natale, vicedirettore generale e responsabile delle strategie di Unicredit. La risposta fu picche e l’affare non si fece.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *