MARINO MAGLIANI HA PRESENTATO IL SUO ULTIMO LIBRO ” L’ESILIO DEI MOSCERINI DANZANTI GIAPPONESI “, EXORMA 2017, IN LUGLIO, ALL’UNIONE CULTURALE DEMOCRATICA DI BORDIGHERA

 

Panorama di Dolcedo ( Imperia )

Marino Magliani

Marino Magiliani

http://www.marinomagliani.com/—il suo blog, da cui la fotografia

 

Marino Magliani è nato in Liguria ( a Dolcedo nel luglio 1960 ), ha vissuto a lungo in Spagna e Sudamerica, risiede in Olanda.

Ha tradotto molta narrativa latinoamericana, tra cui Le acqueforti di Buenos Aires, di Roberto Arlt. È autore di romanzi, tra i quali Il collezionista di tempo (Sironi) e Quella notte a Dolcedo(Longanesi). Con Amos edizioni ha pubblicato la raccolta di racconti Carlos Paz e altre mitologie private. Sua è la sceneggiatura di Sostiene Pereira, di Antonio Tabucchi, per una graphic novel con i disegni di Marco D’Aponte.

 

Amsterdam è una farfalla

L’esilio dei moscerini danzanti giapponesi, Exòrma editore-  2017

 

Racconta la storia di un traduttore in esilio su una costa del Nord Europa, una vita solitaria, fatta di passeggiate lungo canali e spiagge e dune, e un traffico di parole intraducibili, quelle che ha imparato da bambino, in una lingua che non usa più. L’illusione di poter trasformare il presente in una specie di ponte, da gettare e stendere e a cui aggrapparsi in qualche modo, infilzando con le unghie la strana sponda di là, che pare a metà tra passato e futuro, eppure così lontana dal presente.

 

Il libro è stato presentato il 7 luglio a Bordighera all’Unione Democratico, curata ” da sempre ” da Giorgio Loreti, segretario dell’ANPI di Bordighera, da cui abbiamo ricevuto l’invito::: E CHE RINGRAZIAMO!

 

 

UNIONE CULTURALE DEMOCRATICA

 

Via Al Mercato n. 8

BORDIGHERA

 

 un’immagine dell’introduzione a Marino Magliani di Giorgio Loreti…elegante, come sempre, con i capelli un pochino più bianchi (come anche i miei…), PRESA DA:: http://www.bordighera.tv/2017/07

 

VENERDI 07 LUGLIO 2017

ore 21,15

 

 

 

“ … L’INFANZIA  E’  UN ESERCIZIO DI SOPPORTAZIONE *… “

 

INCONTRO CON LO SCRITTORE

MARINO MAGLIANI

 

 

alle pareti acqueforti e un dipinto del pittore

ENRICO  DELLA  TORRE

  Ingresso libero

 

  *Marino Magliani, “L’Esilio dei moscerini danzanti giapponesi” edizioni Exorma-Roma 2017

 

 

Anteprima

Mia madre era una formidabile sterminatrice di mosche. In paese la morte delle mosche dipendeva dalle donne, se quel giorno si decideva di prendere il tè da scià Rafelina, a morire erano le mosche della cucina di scià Rafelina. Non importa se giravano nelle stanze o in sala, prima o poi si sarebbero posate da qualche parte in cucina e scià Rafelina e le sue amiche le avrebbero uccise.
Era un paese stradale, a tratti l’asfalto seguiva le anse ghiaiose del torrente, con vicoli eternamente all’ombra, e panchine di pietra su cui d’estate sedevano donne di ogni età. Poi a una cert’ora le braccianti tornavano agli uliveti e al fresco restavano solo le vecchie.
Vedevo tutte quelle donne salire in colonna come formiche, su per le mulattiere che dividevano gli orti e le vigne, e sparire dietro il costone, per poi rispuntare un attimo, fin quando la fronda azzurra non inghiottiva definitivamente scalinata e colonna.
Le vecchie raccontavano che anticamente esisteva anche un secondo paese, poi erano arrivate le formiche e il fiume nero aveva divorato le case.

 

***

 

Te ne ne stai piantato sulle terre cretose, i cieli solcati da incendi, e nel giro dei due o tre minuti in cui tordi, merli e pettirossi spengono o accendono vita e morte, se sei fortunato la vedi emergere dai vapori finali. È la nave dei sogni che bruciano. Quanto a me, come avrei fatto a crederci se da bambino mi avessero detto: sai, là sopra ci salirai più di trecento volte. Trecento volte! Ma dài, neanche un bambino se la berrebbe. Eppure c’è qualcosa che elude il numero delle mie presenze in Corsica, ed è che neanche così, neanche dopo esserci stato tutte quelle volte lì, posso dire di conoscerne i contorni. Di averne attraversato una strada, un orto, di essere entrato in una chiesa o in una trattoria corsa. Io dell’isola dei sogni che bruciavano e non restava nulla, ignoro tutto…

 

Una risposta a MARINO MAGLIANI HA PRESENTATO IL SUO ULTIMO LIBRO ” L’ESILIO DEI MOSCERINI DANZANTI GIAPPONESI “, EXORMA 2017, IN LUGLIO, ALL’UNIONE CULTURALE DEMOCRATICA DI BORDIGHERA

  1. nemo scrive:

    Grazie, cara Chiara. Un forte abbraccio (a quattro e più braccia …)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *