+++ NEMONEMO CINELIBRI.IOBLOGGO::: GIACOMO D’ALESSANDRO, VOLONTARIO::: QUEL NATALE TRA I PROFUGHI. MAI VISTO GESU’ COSI’ DAVVERO DA VICINO “

 

 

Giacomo D’Alessandro, volontario :” Quel Natale tra i profughi. Mai visto Gesù così davvero vicino “

03
GEN
2018
20:30 – NEMONEMO – SOCIETÀ

“””… < Ho trascorso i giorni di Natale a Ventimiglia. Volevo sentire sulla mia pelle come si vive in frontiera, a due passi dalla nostra Genova, là dove ogni giorno dell’anno tentano di transitare centinaia di migranti, decisi a raggiungere i famigliari in altri paesi europei. Arrivo a Ventimiglia il 22 dicembre grazie alla disponibilità di don Rito Alvarez, il prete colombiano che per oltre 400 giorni ha ospitato nella sua chiesa 200 migranti abbandonati da ogni altra istituzione. […] Dove il cavalcavia dell’autostrada si sovrappone all’argine, creando una zona ‘coperta’, iniziano gli accampamenti. Persino in questi giorni di freddo gelido e vento sferzante sono centinaia i migranti che dormono all’aperto, su materassi e coperte donati da gruppi di attivisti. […] Verso le sei del pomeriggio aiuto i volontari internazionali che arrivano dalla Francia a distribuire la cena. Sono efficientissimi. Portano due enormi pentoloni di zuppa di verdure e svariati thermos di the, latte, caffé bollente, aprono i tavolini pieghevoli, attaccano i faretti e attivano un self service che in meno di un’ora offre un piatto caldo abbondante a quasi 300 persone intirizzite. Alla fine ripuliamo il piazzale tutti insieme, e offriamo il the avanzato direttamente nell’accampamento buio e umido, dove sopporteranno l’ennesima notte. […]. La sera di Natale a mezzanotte siamo attorno al fuoco. Vengono a scaldasi alcuni dei migranti, scambiamo qualche parola. Un giovanissimo pakistano è venuto a messa a piedi dal campo Roya. Respiro l’aria fredda e penso a quanto poco di cristiano ci sia nel nostro Natale. Penso al bimbo africano di 5 anni che dormirà di nuovo all’aperto, e che poche ore fa a cena mi aiutava tutto contento a preparare bicchieri e forchette da distribuire. Forse non ho mai visto Gesù così da vicino, la notte di Natale >. …”””

 

(da L’intervento, la Repubblica- Il Lavoro di Genova di Martedì 02 Gennaio 2018)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *