CINZIA LUCCHELLI, REP. 11-01-18 ::: IL MANGO DI SICILIA E’ MOLTO PIU’ BUONO DI QUELLO IMPORTATO… e dovrebbe costare meno!

 

Risultati immagini per piante di mango in sicilia immagine

 

Risultati immagini per piante di mango in sicilia immagine

 

REPUBBLICA 11 GENNAIO 2018, p. 52

RFOOD

Frontiere
Il fascino discreto del mango siciliano
CINZIA LUCCHELLI

 

 

Risultati immagini per piante di mango in sicilia immagine

 

Le prime piantagioni erano destinate all’export Ora i frutti conquistano la nostra tavola. Perchè, colti a maturazione, sono più saporiti dei cugini sudamericani

In Sicilia i frutti esotici stanno strappando terra a coltivazioni millenarie. Si chiama tropicalizzazione, ma non è solo una questione climatica. I produttori parlano di terra “ vocata”. Le piante, dicono, vengono da lontano, ma come per i figli, i frutti sono poi di chi li cresce. Baciati dal sole e dalla terra dell’isola hanno una polpa succosa, un sapore tanto intenso da rivendicarne l’unicità. Guardati prima con diffidenza oggi compaiono sulle tavole dei siciliani e catturano l’attenzione del mercato nazionale ed europeo. La tentazione di estirpare limoni per fargli spazio è forte perché la coltura è molto più redditizia.

Risultati immagini per piante di mango in sicilia immagine

« Soffia un vento nuovo » , conferma Pietro Cuccio. Architetto appassionato di botanica, nel 2002, di ritorno dalle Hawaii, fece piantare due ettari e mezzo di mango e litchi nell’agro di Caronia, in provincia di Messina. « È stata la prima vera grande sperimentazione, seguita dall’Università di Palermo, con cui la collaborazione continua » , racconta. La sua azienda, la Cupitur, si estende su 10 ettari e si sta ingrandendo. « Grazie a cultivar (varietà di una specie, ndr) diverse raccogliamo mango da luglio a novembre. A seconda di varietà, qualità e presentazione, il prezzo a cui il produttore vende va da 3 a 5 euro al chilo contro i 20 centesimi dei limoni » , riassume Cuccio, che coltiva anche avocado, chicozapote, carambola, logan e jaboticaba. « Prima per lo più li esportavamo in paesi europei, perché da noi non c’era richiesta, ora non è più così».

Risultati immagini per piante di mango in sicilia immagine

Caronia è una delle porte dell’Europa sulla frutta tropicale. «Sono tre le aree coltivate, ora per un totale di 200 ettari, in cui condizioni climatiche, di terreno e tipologia e quantità di acqua d’irrigazione consentono alle piante di mango di trovare il massimo di espressione rispetto al genotipo — spiega Claudio Monfalcone, dirigente tecnico dell’assessorato regionale all’Agricoltura — : Balestrate, in provincia di Palermo; da Caronia a Capo d’Orlando, nella parte centrale del Messinese; e, sempre vicino a Messina, Milazzo». A Fiumefreddo, in provincia di Catania, Salvatore Tuttobene prima ancora di Cuccio aveva sentito il vento. Sotto l’Etna, zona di avocado, vanta una piccola ma lussureggiante coltivazione di piante di mango. « Le ho portate dall’Australia. Era il 1990: ho cominciato con 400, ora sono mille » , racconta, mostrando le foglie allungate e di un verde scuro. Ne stacca una, l’accartoccia e fa sentire il profumo che sprigiona, dolcissimo. È della cultivar Kensington Pride, la più rodata in Sicilia. Per assaporare i frutti bisognerà aspettare agosto. Le piante di mango vanno protette da vento e temperature basse. Crescono bene ad un’altura massima di 100 metri, in un terreno non troppo argilloso e ben drenante. «Realizzare un impianto costa da 25mila euro a ettaro. Dal quarto anno diventa redditizio, all’ottavo entra in piena produzione — spiega Monfalcone — . Si cominciano a vedere redditi interessanti » . Unico limite all’espansione in corso è la carenza di nuove piante: « Scarseggiano i vivaisti che le forniscano e ne certifichino le varietà, l’alternativa è comprarle in Spagna » . La prossima frontiera? Il mango bio. A questo punta Maruzza Cupane che ha destinato parte dei sette ettari dell’azienda di famiglia, la Cupane Felice a Rocca di Capri Leone, alla frutta tropicale. « Abbiamo colto segnali di interesse dal mercato e acquistato 330 piante di mango. Avevano un anno, solo a distanza di due abbiamo raccolto i primi frutti» dice mostrando i suoi alberi, in fila sotto una serra modernissima costruita su misura. «Li raccogliamo in prossimità della maturazione, valutando colore, consistenza e grado zuccherino — spiega — per questo il sapore è migliore di quelli importati dal Sudamerica, colti acerbi per affrontare il lungo viaggio».

Risultati immagini per piante di mango in sicilia immagine

maracujà::: si fa una buona caipirinha!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *