REP: 13, è in arrivo il libro di Comey, ex responsabile della FBI licenziato da Trump perché non obbediva sufficientemente // una balena in Spagna muore per aver ingoiato un eccesso di plastica

 

Image

Contro Trump il libro-bomba dell’ex direttore dell’Fbi

 

 

2. Il libro-bomba di Comey: Trump, un capo mafia

È arrivata la bomba-Comey, la vendetta a lungo meditata di colui che Trump cacciò dall’Fbi perché non obbediva al suo ordine di insabbiare il Russiagate (e anche altre indagini, si scopre ora). La presidenza Trump viene descritta come un incendio forestale da contenere se si vogliono salvare le istituzioni repubblicane. Contribuisce alla forza dirompente del libro la lunga carriera di Comey come procuratore anti-mafia: nella procura di Manhattan lui lavorava nella squadra che smantellò il clan dei Gambino. Nel libro questo passato riaffiora con numerosi accostamenti fra il “metodo di comando” di Trump e l’obbedienza-omertà dei mafiosi rispetto ai loro boss. “Questo presidente è sprovvisto di un’etica, svincolato dalla verità e dai valori delle istituzioni. La sua leadership è guidata dall’ego ed esige assoluta lealtà dai sottoposti”. L’ex capo dell’Fbi adora i paragoni coi clan mafiosi, li rievoca descrivendo le prime riunioni di lavoro a cui partecipò alla Casa Bianca: “Il cerchio del consenso silenzioso. Il boss con un dominio assoluto. I giuramenti di fedeltà. Una visione del mondo all’insegna del “noi contro loro”. Le menzogne su tutto, piccole e grandi, al servizio di un codice di obbeedienza che mette l’organizzazione al di sopra della moralità”. Tra le rivelazioni: Trump era ossessionato dalla necessità che l’Fbi chiudesse l’indagine sul suo incontro con delle prostitute in un hotel di Mosca. (Federico Rampini)

 

Image

Image

La balena uccisa da 29 kg di plastica

Conclusa l’autopsia sul corpo di una giovane balena trovata morta su una spiaggia spagnola a febbraio: nello stomaco del cetaceo sono stati trovati 29 chilogrammi di rifiuti, la maggior parte di plastica. La balena, un maschio di circa sei tonnellate, aveva ingoiato buste, corde, reti e altri oggetti. Il tutto aveva bloccato il suo sistema digestivo e causato un’infezione. I risultati dell’esame hanno acceso una campagna social in Spagna per combattere la piaga dei rifiuti in mare.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *