DONATELLA D’IMPORZANO CI HA FATTO UNA BALLATA PER I NOSTRI IMMEDIATI TEMPI ::: ” ODE ALL’OSCURITA’ DEL LINGUAGGIO “

 

 

Ode all’oscurità del linguaggio

 

2 bardelli, nudo, 2017, computer graphics 10 Immagine 100B7

berdelli, nudo 2017, computer graphic

 

Il preclaro professore
con minuzia e con ardore
agli allievi parlò chiaro:
” Non dovete parlar chiaro.
E’ un mezzo di potere:
le parole siano altere.
Non svelate il vostro niente:
la parola sia serpente,
sia volpe molto astuta,
sia oscura e molto arguta;
faccia credere al pezzente
che lui conta, anche se è niente.
Faccia credere ad ognuno
che quel motto sì opportuno,
ma un po’ oscuro, un po’ violento ,
gli è cresciuto dal di dentro.
Non importa se ciò è vero,
non importa se sincero:
quel profumo di potere
gli mordicchia già il sedere.
” Son del popolo il prodotto!”,
non importa se già cotto
disperato e coglionato:
io mi sento preclarato.
C’è qualcuno più pezzente
che mi fa di questa gente
il campione ormai emergente.
Non capisco le parole,
ma chi parla, lui mi vuole.
Vuole me, popolo infame,
per le sue luride trame.
E io voglio solo lui,
perché niente è troppo poco,
voglio stare nel gran gioco
per illudermi di avere
qualche scelta di potere.
Perciò gente stiamo bravi,
non c’è scelta per gli schiavi:
applaudiamo al professore
che ci fa sì tanto onore.

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *