lifegate.it / 12 ottobre 2018, LORENZO BRENNA ::: DOCUMENTARIO ” DOMINION “, IL FILM CHE SQUARCIA IL VELO SULLA VIOLENZA CHE FACCIAMO AGLI ANIMALI…PRIMA DI MANGIARLI.—VIDEO DEL TRAILER, 4,40 MINUTI

 

 

DOMINION, TRAILER 2018–4,40 MINUTI DI ORRORE

www. lifegate.it / documentario Dominion

https://www.lifegate.it/persone/news/dominion-documentario-denuncia-violenza-animali

Dominion, il documentario che squarcia il velo sul nostro rapporto distorto con gli animali

Dominion, il documentario che squarcia il velo sul nostro rapporto distorto con gli animali

SOCIETÀ

Pubblicato il 12 OTT 2018

di

LORENZO BRENNA

Il film esamina gli aspetti principali dell’interazione umana con gli animali, accomunati da una costante predominante: lo sfruttamento.

Siamo soliti decantare la nostra intelligenza, che ci eleverebbe su tutte le altre specie, eppure è con la forza che esercitiamo il nostro dominio sugli altri animali. Abbiamo asservito gli animali al nostro volere, li alleviamo per mangiarli, per effettuare esperimenti, per vestircene e per il nostro diletto, determiniamo il loro valore solo in base al nostro tornaconto. Eppure, nonostante la violenza e le ingiustizie sempre più evidenti cui sottoponiamo gli animali, ancora oggi raramente viene messa in dubbio la moralità e la validità del nostro dominio sul regno animale. Esplorare le ragioni alla base di questo rapporto distorto è l’obiettivo di Dominion, documentario diretto e realizzato da Chris Delforce, dell’associazione australiana Aussie Farms, che denuncia la violenza sugli animali, suggerendo che, come specie, siamo capaci di fare di più.

Il vero volto dell’allevamento

Dominion è un film terribile, violento e straziante, che racconta gli orrori dello sfruttamento animale in ogni settore, concentrandosi in particolare sull’allevamento di animali destinati l’alimentazione umana, esponendo il lato oscuro della moderna agricoltura animale. Incredibilmente molte persone continuano a credere che gli animali che mangiamo conducano vite felici, accuditi da amorevoli contadini che offrono loro una morte umana e indolore, “un piccolo prezzo felicemente pagato per una vita ben vissuta – si ascolta nell’introduzione del film narrata da Joaquin Phoenix – un accordo di reciproco vantaggio”.

Migliaia di polli stipati in un allevamento intensivo

Dominion, ha spiegato il regista, vuole sfidare sia l’idea radicata che gli animali siano inferiori e che la nostra specie abbia il diritto di trattarli a piacimento. Delforce chiede inoltre agli spettatori di considerare le somiglianze tra razzismo, sessismo e specismo © Aussie Farms 2018

Un settore sorretto dall’inganno

Chiaramente non c’è niente di più lontano dalla verità e il settore dell’allevamento è una delle istituzioni più violente del pianeta che fa leva sull’ignoranza dei consumatori per mantenere lo status quo. Proprio per amor di verità, poiché non possiamo più permetterci di ignorare la condizione degli animali sfruttati per il nostro beneficio, il cineasta e attivista Chris Delforce ha documentato, grazie all’uso di droni e telecamere nascoste, la violenza inumana cui sono sottoposti gli animali in sei aree principali di sfruttamento: cibo, moda, intrattenimento, fauna selvatica, animali domestici e ricerca scientifica. “Le industrie che traggono profitto dallo sfruttamento e dall’abuso di animali si nascondono dietro un muro di segretezza – ha affermato l’autore del film – sanno che se i consumatori dovessero vedere ciò che effettivamente avviene nella produzione di carne, latticini, uova, cuoio, smetterebbero di essere consumatori e quelle industrie cesserebbero rapidamente di esistere”.

Leggi anche: Prosciutto nudo, qual è il vero costo della carne di maiale

Leggi anche: Se questo è prosciutto. Nuova investigazione mostra le gravi violazioni negli allevamenti italiani di maiali

Leggi anche: Mai più gabbie! Coalizione chiede all’Ue di vietarle negli allevamenti

L’inferno visto dal cielo

Per realizzare il documentario e cercare di squarciare il velo di segretezza che avvolge gli allevamenti Delforce si è servito anche di tecnologie avanzate di ripesa, come i droni, per osservare lo sfruttamento animale da nuove prospettive. “I droni offrono una prospettiva completamente nuova di queste industrie – ha spiegato il cineasta australiano – per la prima volta siamo in grado di apprezzare veramente la loro terrificante scala e il modo in cui la tradizionale fattoria è stata sostituita da queste enormi file di fabbriche identiche l’una all’altra”.

Allevamento intensivo di maiali ripreso dal cielo

“La cosa più importante che voglio comunicare agli spettatori è che gli animali sono individui, esseri senzienti – ha dichiarato Chris Delforce – pensano, provano emozioni, sentono dolore, soffrono. I maiali che trovano una morte orrenda nelle camere a gas non sono diversi dai cani e gatti che fanno parte della nostra famiglia e che amiamo. Non vogliono morire e ogni spettatore ha il potere di fermare tutto questo… al contrario di quanto avviene su altri temi di ingiustizia sociale, non dobbiamo convincere un governo a fare la cosa giusta, ma sta solo a noi come consumatori” © Aussie Farms 2018

Tutto il mondo è paese

Il film è ambientato prevalentemente in Australia, ma non solo, mostra anche allevamenti in Italia, Stati Uniti, Germania e nel Regno Unito, ricordandoci che quanto visto non è un’eccezione, non si tratta della proverbiale mela marcia, è il sistema stesso ad essere marcio. “La cosa più disarmante è il rifiuto psicologico di tante persone a credere a quanto ripreso dalle telecamere – ha affermato Marina Berati, coordinatrice di AgireOra Network, organizzazione che si è occupata del doppiaggio in italiano di Dominion. – Con il film americano Earthlings i più scettici commentavano dicendo che quelle scene erano casi eccezionali o che non riguardavano il loro Paese; così gli inglesi hanno realizzato Land of hope and glory, che mostra le stesse scene, ora riconfermate dall’australiano Dominion. Ogni mese assistiamo a investigazioni che testimoniano anche qui in Italia situazioni tragiche di incredibile violenza e lo stesso accade in ogni nazione. Se questa realtà è talmente orrenda da non volerla accettare, allora non accettiamola e opponiamoci, anziché negare la realtà. Opporsi è facile: basta solo cambiare le nostre abitudini personali, è completamente in nostro potere”.

Orso polare nella vasca dio uno zoo circondato da spettatori che lo fotografano

Il film non vuole fare propaganda, si propone semplicemente di mostrare come vengono realmente utilizzati gli animali, mostrando ai consumatori l’origine dei prodotti animali che acquistano, dando loro la possibilità di prendere decisioni più consapevoli © Aussie Farms 2018

La prima di Dominion in italiano

Dominion è stato realizzato grazie ad una campagna di crowdfunding lanciata nel 2015 che ha raccolto oltre19mila dollari e grazie ad una sovvenzione dall’istituto per la protezione degli animali Voiceless. Il film è stato presentato in anteprima a Melbourne, in Australia, lo scorso 29 marzo ed è disponibile online dal 9 luglio scorso nella versione originale. Domenica 14 ottobre a Torino, al Cinema Classico di piazza Vittorio Veneto, sarà invece presentato per la prima volta in italiano, doppiato da AgireOra Network.

 

 

Una risposta a lifegate.it / 12 ottobre 2018, LORENZO BRENNA ::: DOCUMENTARIO ” DOMINION “, IL FILM CHE SQUARCIA IL VELO SULLA VIOLENZA CHE FACCIAMO AGLI ANIMALI…PRIMA DI MANGIARLI.—VIDEO DEL TRAILER, 4,40 MINUTI

  1. Donatella scrive:

    I ” senza voce”, gli animali, siamo anche tutti noi umani, quelli che non hanno diritti, che vengono cacciati, sfruttati, che danno fastidio perché considerati diversi. Vorrei una grande alleanza tra tutte le creature viventi: siamo qui per caso su questo pianeta, ci staremmo meglio se ci rispettassimo gli uni con gli altri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *