ansa.it ::: 12-01-2019 ::: TORINO, SI’ TAV– SIAMO PIU’ DI 30.000 + REPUBBLICA, FOTO DI ALESSANDRO CONTALDO + UN BREVE TESTO

 

ansa.it –12-01-2019

http://www.ansa.it/piemonte/notizie/2019/01/12/onda-si-tav-a-torinosiamo-piu-di-30.000_89403d9e-e2fa-44b9-aca8-29a64fcdfc42.html

 

 

Onda Si Tav a Torino, siamo più di 30.000

Madamin, è già un referendum. Da piazza messaggio bello positivo

 

(ANSA) – TORINO, 12 GEN – “Siamo più di trentamila, come l’altra volta”. E’ quanto affermano gli organizzatori dell’evento Sì Tav a Torino in piazza Castello.
    Il riferimento è alla precedente manifestazione del 10 novembre. I partecipanti, coordinati da uno speaker, hanno anche scandito gli slogan “il mondo cambia ad alta velocità, sveglia”, “il futuro è di tutti, vogliamo la Tav”, “l’Europa siamo noi”.
    Quindi hanno cantato l’Inno di Mameli. Una parte, alla conclusione del flash mob, ha intonato una canzone dei Queen, ‘We will rock you’.
    Un manifestante ha montato su un appendiabiti un cartello con la scritta “Appendino? No grazie”.
    “Per la seconda volta i cittadini sono in piazza, a Torino, per ribadire il loro sì alla Tav. Questo dice molto, è già un referendum”, commentano le madamin Patrizia Ghiazza e Roberta Castellina. “Da questa piazza è arrivato un messaggio molto bello e positivo.”

 

 

{}

 

{}

 

Torino torna in piazza, due mesi dopo la prima manifestazione, con un flash mob per dire sì alla Tav. dalle 11.30 in piazza Castello, la stessa dello scorso 10 novembre, per ribadire il sostegno alla Torino-Lione e alle grandi opere come motore di sviluppo del Paese. In piazza i governatori di Piemonte e Liguria, Sergio Chiamparino e Giovanni Toti, il Pd Maurizio Martina, la Lega con il suo capogruppo Maurizio Molinari. E ancora Forza Italia e un centinaio di sindaci. Tutti senza simboli di partito, per una iniziativa che vuole essere apartitica.
Non è previsto un palco, né sono in programma discorsi ufficiali. “Saremo tutti noi e tutto il territorio a far sentire la nostra voce per richiamare il Governo alla responsabilità di decidere al più presto sbloccando i lavori per la tratta ferroviaria Torino-Lione”, dicono le madamin, che con l’ex sottosegretario Mino Giachino hanno organizzato la mobilitazione.
Foto Alessandro Contaldo
{}

{}

{}

{}

 

torino.repubblica–12-01-2019

https://torino.repubblica.it/cronaca/2019/01/12/news/si_tav_l_onda_arancione_per_la_torino-lione_molinari_lega_assurdo_cancellare_il_progetto-216391225/#gallery-slider=216392687

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *