+++ RITORNA LA RUBRICA ” NON C’ENTRA NIENTE ” DI DONATELLA D’IMPORZANO CHE RIFERISCE UN GRAVE FATTO DA CINISELLO BALSAMO :: I CONTROLLORI DEL COMPORTAMENTO ANOMALO DEI VICINI—

 

 

DONATELLA D’IMPORZANO –NOSTRA INVIATA A CINISELLO BALSAMO

 

 

Non c’entra niente, ma…

 

Immagine correlata
Volevo segnalare qualcosa, secondo me molto grave, che sta accadendo a Cinisello Balsamo e forse anche in altre città. Riporto direttamente la notizia da un giornale locale,

” La Città”, di martedì 29 gennaio 2019, pag.4:
“Il controllo di vicinato è pronto a partire anche nella nostra città. Siglato il protocollo d’intesa con la Prefettura la scorsa estate, il Comune promuove ora la Costituzione dei ” Gruppi di controllo di vicinato”, con l’individuazione di uno o più coordinatori.

I controllori avranno compiti ben definiti e delimitati: potranno infatti svolgere un’attività di mera osservazione, segnalando agli agenti di Polizia Locale ( attraverso i coordinatori) situazioni attinenti la sicurezza urbana e il degrado. ma sarà completamente vietato l’uso di uniformi, emblemi, simboli, o altri distintivi e denominazioni riconducibili a forze dell’ordine, a partiti o movimenti politici o sindacali. No netto anche alle sponsorizzazioni private. Così come è esclusa qualsiasi iniziativa privata di pattugliamento del territorio. Non vigilantes dunque, ma persone attente e responsabili del proprio territorio. Almeno sulla carta.
” I cittadini diventano in questo modo attori della sicurezza segnalando alla Polizia Locale situazioni critiche o comportamenti anomali” spiega il vicesindaco Giuseppe Berlino.
Il progetto sarà presentato pubblicamente venerdì 1 febbraio alle 20,30 in Villa Ghirlanda. Saranno presenti il sindaco, il vicesindaco, il comandante della Polizia Locale, il referente dell’Associazione Controllo del Vicinato e il referente del progetto, il commissario Michele di Nardo”.
A me questo annuncio ha ricordato gli informatori e i delatori che, coperti vilmente dall’anonimato, denunciavano alle forze di repressione ” comportamenti anomali” da parte di cittadini giudicati non entusiasti del regime fascista. Mi piacerebbe sapere su che base sono nominati i responsabili e gli aderenti dei gruppi di ” Controllo”. Il nome stesso, controllo, impensierisce. Chi controlla poi dovrebbe avere un distintivo di riconoscimento e credo che non sia legale il loro voluto anonimato.
Prevale sempre, dove comanda la Lega, il rafforzamento della “paura”. Invece che fare crescere i cittadini attraverso l’educazione civica ( vedi scuole e associazioni), si preferisce instillare e rafforzare il sentimento della paura. Un atto rivelatore delle intenzioni, anche locali, della Lega e di chi la sostiene, è quello di privatizzare gli asili nido ( che una volta erano il fiore all’occhiello di questa città), e di assumere 10 vigili in più (chiamati pomposamente Polizia Locale). Forse è giunto il momento da parte di chi non è d’accordo su questa linea intimidatoria, di ” avere paura della paura”.
Per dare un’idea di quanto succede nell’amministrazione di questa città, nella Biblioteca pubblica “Il Pertini”, mesi fa sono stati presi di mira i gruppi di lettura, rei di scegliere liberamente delle letture da discutere insieme. Si sa che leggere e informarsi è pericolosissimo per i regimi.

Condividi

2 Responses to +++ RITORNA LA RUBRICA ” NON C’ENTRA NIENTE ” DI DONATELLA D’IMPORZANO CHE RIFERISCE UN GRAVE FATTO DA CINISELLO BALSAMO :: I CONTROLLORI DEL COMPORTAMENTO ANOMALO DEI VICINI—

  1. nemo scrive:

    Il passato non passa mai: siamo ancora ai ‘capi fabbricato’ di fascistissima memoria ?

  2. Domenico Mattia Testa scrive:

    La Lega scopre il Vicinato non per dialogare ed affrontare in concreto i problemi della gente,ma per diffondere la pratica del controllo ad personam,come se i cittadini non fossero già sorvegliati dalle pervasive nuove tecnologie.Sulla paura e le politiche securitarie ha vinto le elezioni l’anno scorso e continua il suo trend positivo anche per le europee.Il caso di Cinisello Balsamo è preoccupante ed esemplifica a quale tipo di società vorrebbero portarci i leghisti:quella dominata dal sospetto,dalla delazione,dal vedere nell’altro un nemico,tipica dei regimi autoritari di tutte le latitudini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *