ATRI — UNO DEI 23 BORGHI MERAVIGLIOSI DELL’ABRUZZO—anche il link di un hotel…

 

Atri è un comune italiano di 10 577 abitanti  della provincia di Teramo in Abruzzo. È situato nel comprensorio delle Terre del Cerrano, la cosiddetta “Costa Giardino “, ma è assai più vicino e meglio collegato con Pescara e la sua area metropolitana.

Capitale del DucatoAtri rappresenta uno dei centri storicamente ed artisticamente più significativi dell’Italia centromeridionale

 

 

Risultati immagini per atri carta dell'abruzzo

 

 

la storia di Atri

https://it.wikipedia.org/wiki/Atri

 

UN MAGNIFICO HOTEL ” CASA DEL GALLO “—per lustrarvi gli occhi…

https://casa-del-gallo-apartment-atri.hotelmix.it/

 

solo alcune foto::

 

 

 

affittano appartamenti—

 

 

adesso,  ATRI ::: 

 

Risultati immagini per atri

 

 

Immagine correlata

 

Immagine correlata

 

Immagine correlata

 

 

Immagine correlata

le colline, i calanchi, e il panorama sul mare Adriatico

 

IN ATTESA DELL’ISTRICE TRA I CALANCHI DI ATRI

Tra i Calanchi di Atri, Oasi del WWF, da tempo manca all’appello l’istrice. Lo spinoso roditore ne è il simbolo, ma non lo si trova più tra le profonde fenditure del terreno argilloso, dove di norma si faceva vedere specialmente nel periodo estivo.

Altre specie animali dimorano tra i solchi di questa affascinante area dell’Abruzzo adriatico di quasi quattrocento ettari: rapaci diurni e notturni – come lo sparviero e la civetta; rettili – il cervone e l’orbettino –; e poi volpi, lepri e talpe. Volano e si muovono tra salici e pioppi, tra arbusti di rose selvatiche, biancospini, ginestre e tamerici.

L’istrice si è assentato per un po’. Ma lo vedremo tornare prima o poi. Ne siamo certi.

 

photos:

 

 

 

Calanchi di Atri Oasi del WWF, Abruzzo - WWF Oasis

 

 

Calanchi di Atri Oasi del WWF, Abruzzo - WWF Oasis

 

 

 

Calanchi di Atri Oasi del WWF, Abruzzo - WWF Oasis

 

 

Calanchi di Atri Oasi del WWF, Abruzzo - WWF Oasis

 

 

Calanchi di Atri Oasi del WWF, Abruzzo - WWF Oasis

 

 

Immagine correlata

LA CATTEDRALE DI SANTA MARIA ASSUNTA

 

 

 

Veduta del chiostro– Luca Aless – Opera propria — Oggi adibito a Museo Capitolare

una foto dello stesso un po’ più grande

Interno del duomo (Cattedrale Santa Maria Assunta)

La facciata in notturna

Facciata del Duomo di Atri, sulla piazza omonima. Il rosone e il portale centrale sono del 1288 e opera di Raimondo del Poggio e Rainaldo d’Atri, mentre il campanile fu eretta in due fasi: la primo fra il 1265 ed il 1305, mentre la cuspide ottagonale fu costruita da Antonio da Lodi nel 1502.

Vico Prepositi, uno dei caratteristici vicoli di Atri.–Ra Boe / Wikipedia—Atri, 2011

Via Ferrante nel centro storico di Atri—Luca Aless – Opera propria

Chiesa di Santa Reparata—Luca Aless – Opera propria

Interno di Sant’Agostino—Luca Aless – Opera propria

Chiesa di San Francesco—Luca Aless – Opera propria

Chiesa di San Nicola—Luca Aless – Opera propria

Chiesa di San Rocco o della Santissima Trinità—Luca Aless – Opera propria

Esterno della Chiesa di Santa Chiara—Luca Aless – Opera propria

Chiesa di Santa Maria delle Grazie in Cona —Luca Aless – Opera propria

Teatro comunale— Ra Boe / Wikipedia

Palazzo Illuminati—-Ra Boe / Wikipedia

Porta San Domenico—Luca Aless – Opera propria

Madonna in trono e santi, tela di Antonio Solario oggi nel Museo Capitolare, fino al 1833 nella chiesa di Sant’Antonio di Padova.—Antonio Solario – Opera propriaAbruzzesenato, 2011-11-14

Monumento alla Resistenza di Atri  in P.zza F. Martella, opera di Ireneo Janni, 1983–Manoliskali – Opera propria

Edizione del 2014 di Atri a Tavola—Luca Aless – Opera propria

Il centralissimo Corso Elio Adriano—Luca Aless – Opera propria

Antichi armadi della sagrestia, conservati nel Museo Capitolare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *