MARIO D’ANGELO, MONEY– 18 MARZO 2019 ORE 18,49 ::: Olanda, sparatoria a Utrecht: arrestato il killer Gökmen Tanis

 

MONEY.IT —Mario D’Angelo—18 Marzo 2019 – 18:34—18 Marzo 2019 – 18:49

Vai alla home di Money.it

https://www.money.it/olanda-sparatoria-utrecht-caccia-al-killer?utm_source=notifichepush

 

 

Olanda, sparatoria a Utrecht: arrestato il killer Gökmen Tanis

 

Un killer ha sparato su una metro della città di Utrecht. Due le ipotesi degli inquirenti: la matrice terroristica e quella per motivi personali. Olanda in allerta

Olanda, sparatoria a Utrecht: arrestato il killer Gökmen Tanis

Sparatoria in una metro della città olandese di Utrecht, nel corso della quale sono morte 3 persone e ne sono state ferite 5.

La polizia, a poche ore dall’assalto, ha individuato il killer, Gökmen Tanis, un 37enne nato in Turchia. La sparatoria si è verificata intorno alle 10.45, nei pressi della centrale piazza 24 Oktoberplein, nel Sud-Ovest della città dove sono presenti diversi capolinea.

L’assalitore era scappato su una Renault Clio rossa, ma alle 18,30 la sua fuga è finita. Due sono le piste della strage che in questo momento gli inquirenti stanno battendo: quella di matrice terroristica e quella dei “motivi personali”.

 

Sparatoria in Olanda: s’indaga sulla pista terrorismo

Il premier olandese Mark Rutte, avallando la prima ipotesi, ha definito la sparatoria “un atto di terrorismo ed un attacco alla nostra civiltà, contro la nostra società aperta e tollerante”.

“Non vi è che una sola risposta che è quella che il nostro stato di diritto e la nostra democrazia è più forte del fanatismo e della violenza. Noi non cederemo mai di fronte all’intolleranza“, ha detto Rutte.

A corroborare la tesi della matrice terroristica, oltre ai recenti attentati terroristici a due moschee in Nuova Zelanda (cui estremisti islamici potrebbero aver deciso di rispondere), è il fatto che il clima politico in Olanda è caldo: a breve si terranno le elezioni per il Senato. Il governo ha per il momento dichiarata interrotta la campagna elettorale.

 

Utrecht, chi è il presunto killer

Secondo un testimone oculare, però, i motivi del gesto sarebbero altri. Tanis infatti avrebbe puntato a una donna, e a morire sarebbero state le persone che hanno tentato di difenderla. Secondo il testimone “l’assalitore è uno del quartiere”.

Tanis, rivela l’emittente televisiva Nos, ha numerosi precedenti penali. Si sarebbe reso colpevole, dal 2012 al 2015, di una rapina e altri reati violenti. Nel 2017 avrebbe inoltre compiuto una violenza sessuale, crimine per cui è finito in tribunale solo due settimane fa.

 

Olanda in allerta nazionale

In attesa di capire se un nuovo attacco terroristico sia effettivamente avvenuto nel cuore dell’Europa, le autorità olandesi hanno preso diverse precauzioni. A Utrecht sono state chiuse tutte le moschee, le scuole, il campus universitario, la stazione centrale e l’accesso a diversi mezzi pubblici.

Per qualche ora è stato ordinato ai cittadini di non uscire di casa. Messi sotto allerta anche molti edifici sensibili come moschee e aeroporti di Amsterdam e Rotterdam.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *