LA STAMPA, 18 MARZO 2019 ORE 18,56 –Olanda, arrestato il responsabile della sparatoria su un tram a Utrecht: almeno tre morti e 5 feriti di cui tre gravi — 3 VIDEO E UNA MAPPA DEGLI ATTENTATI IN EUROPA DAL 2012 — questo nel link del giornale all’inizio

 

 

LA STAMPA DEL 18 MARZO 2019–18,56

https://www.lastampa.it/2019/03/18/esteri/olanda-diversi-feriti-in-una-sparatoria-a-ultrecht-f6nrtYLCJiurYIyjRoOaKP/pagina.html

 

Olanda, arrestato il responsabile della sparatoria su un tram a Utrecht: almeno tre morti

Il responsabile è un uomo di origine turca. Per la famiglia ha agito per motivi personali: «Non è terrorismo»

Ultima modifica il 18/03/2019 alle ore 18:56

 

UTRECHT (OLANDA)

Gokmen Tanis, il turco di 37 anni ricercato da questa mattina per la sparatoria sul tram a Utrecht, in Olanda, è stato arrestato. Lo ha riferito il capo della polizia olandese. L’ uomo armato ha aperto il fuoco in piazza 24 ottobre: tre le vittime e cinque i feriti, di cui tre gravi. «Se lo vedete, non avvicinatevi e chiamate il numero 0800-6070», aveva scritto la polizia in un tweet.

Alcuni familiari, rintracciati dall’agenzia turca Anadolu, hanno raccontato che non si tratterebbe di un episodio di terrorismo, ma che Tanis avrebbe sparato per motivi personali. Secondo la tv olandese, la stessa tesi sarebbe stata sostenuta dal fratello interrogato dalla polizia.

Tanis ha una condanna per tentato omicidio ed è attualmente sotto processo per stupro.

Anche alcuni testimoni della sparatoria, secondo quanto riporta il sito NlTimes hanno detto che sembrava come se l’uomo avesse prima preso di mira una donna, per poi sparare contro chiunque cercasse di difenderla.

«Non parlo con mio figlio da 11 anni» ha detto il padre, Mehmet Tanis, parlando con i media turchi. «Non conosco la sua situazione psicologica», ha spiegato l’uomo, che oggi vive in Turchia, aggiungendo però che in passato non aveva comportamenti aggressivi. «Non so cosa sia successo. Ma se è stato lui, deve essere punito», ha concluso Mehmet Tanis.

L’uomo «era stato arrestato alcuni anni fa per presunti legami con l’Isis e poi rilasciato» aveva riferito un uomo d’affari turco alla Bbc, aggiungendo che Tanis era andato a combattere anche in Cecenia.

Gokman Tanis, 37 anni, di origine turche nell’immagine diffusa dalla polizia

 

 

La giornata 

«Ci sono stati spari in diversi luoghi a Utrecht», ha annunciato in mattinata il capo dell’antiterrorismo olandese, Pieter-Jaap Aalbersberg. «Ancora non è chiaro e le autorità lavorano per stabilire i fatti. Non possiamo escludere un movente terroristico. È stata attivata un’unità di crisi». Subito in città, il livello di minaccia terroristica è stato innalzato a cinque, quello più alto, con allerta in tutte le città olandesi.

Spari su un tram a Utrecht: la zona dell’attacco ripresa dall’alto

VIDEO 

https://www.lastampa.it/rf/image_700/Pub/p4/2019/03/18/Esteri/Foto/RitagliWeb/df3c439c-4970-11e9-aa27-bebea1f4a5ff_utrecht2-klAB-U11202615090826XMD-1024×576%40LaStampa.it.jpg

Il primo ministro olandese Mark Rutte ha annullato un incontro della coalizione di governo e si è chiuso nel suo ufficio in attesa di notizie. Il presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani, ha espresso il suo sostegno alle famiglie delle vittime: «L’Europa deve essere unita contro la violenza e gli attacchi contro i nostri cittadini».

Le autorità hanno rafforzato la sicurezza nell’area del Parlamento all’Aja, hanno chiesto alle scuole di restare chiuse; la polizia militare ha deciso di aumentare la sorveglianza in diverse aree a cominciare dall’aeroporto di Schiphol ad Amsterdam. Come misura precauzionale, tutte le moschee della città sono state evacuate e chiuse e la circolazione dei tram è stata fermata. La Germania ha annunciato di aver aumentato le misure di sicurezza al confine con l’Olanda. La polizia di Utrecht non esclude possano esserci «nuovi attacchi» e ha esortato tutti i cittadini a «restare in casa».

NEL LINK DEL GIORNALE ALL’INIZIO CI SONO DELLE MAPPE CON :::

I 23 atti di terrorismo che hanno insanguinato l’Europa dal 2012   e una piccola scheda per ognuno…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *