MASSIMO NOVELLI, IL ” MONDO DEI VINTI ” CHE RINNEGA NUTO REVELLI, IL FATTO QUOTIDIANO DEL 11 APRILE 2019 :: ” E’ un segno dei tempi “, dice Marco Revelli, il figlio

 

 

Risultati immagini per NUTO REVELLI

NUTO REVELLI NEL 1944, PARTIGIANO

 

Immagine correlata

Benvenuto “Nuto” Revelli (Cuneo21 luglio 1919 – Cuneo5 febbraio 2004)–

QUEST’ANNO SI CELEBRA IL CENTENARIO DELLA NASCITA…

 

 

ANNA DELFINO, MOGLIE DI NUTO REVELLI

 

Risultati immagini per MARCO REVELLI

MARCO REVELLI, nasce a Cuneo nel 1947

 

2016
Einaudi
ET Classici
pp. CXXVIII – 564
€ 14,00
ISBN 9788806232429
Postfazione a cura di

Il libro

La fame, il lavoro infantile, l’emigrazione, le guerre insensate, la convivenza tra partigiani e nazifascisti. E poi l’abbandono delle montagne, l’avvento di un nuovo mondo: l’industria, i grandi allevamenti, il turismo che sfigura il paesaggio. Nei racconti dei 270 intervistati da Revelli – i contadini e montanari delle valli cuneesi, i vinti di sempre – scorre una linfa poetica che affiora negli scatti della memoria, con immagini e parole capaci di lasciare il segno. A volte cariche di dolore per le sofferenze e la durezza delle vite passate, a volte cariche di ingenuità. Il ritratto della condizione umana di una minoranza costretta a lasciare il proprio ambiente e i propri modelli di vita diventa lo specchio di una società malata, la denuncia dell’incapacità di ordinare in modo civile trasformazioni epocali che hanno assunto dimensioni drammatiche, dal Veneto alla Calabria.

 

 

IL FATTO QUOTIDIANO DEL 11 APRILE 2019

https://www.ilfattoquotidiano.it/in-edicola/articoli/2019/04/11/il-mondo-dei-vinti-che-rinnega-nuto-revelli/5102149/

 

 Immagine correlata
ROBURENT, IN PROVINCIA DI CUNEO

Immagine correlata

UNA BELLA FOTO DEL PAESE

Immagine correlata

I laghi del Roburent sono un complesso di tre specchi d’acqua (Superiore, Mediano e Inferiore) di orgine naturale nel territorio di Argentera in provincia di Cuneo, nelle prossimità dei confini…

 

Risultati immagini per Provincia di Cuneo

 

 

giovedì 11/04/2019

Il “mondo dei vinti” che rinnega Nuto Revelli

Il “mondo dei vinti” che rinnega Nuto Revelli

Si chiama Fabrizio Nugnes . È il sindaco dimissionario di Roburent, Comune delle valli monregalesi in provincia di Cuneo. Prima di lasciare la carica per motivi di salute, Nugnes, come ultimo memorabile atto, ha voluto bloccare la delibera di intitolazione di una strada del paese a Nuto Revelli. Era il cantore delle vallate misere del Cuneese; il partigiano, lo scrittore che diede voce nei suoi libri, ormai dei classici, al “mondo dei vinti”, dai montanari alle donne, agli alpini della guerra di Russia. Di Nuto, morto nel 2004, ricorre quest’anno il centenario della nascita.

Il fatto singolare è che Nugnes era stato eletto in una lista denominata “Amici della Montagna””. E proprio a Revelli, che la montagna abbandonata da Dio e dagli uomini seppe riscattare nei suoi libri, l’ex sindaco di Roburent ha negato la memoria. Un ricordo di marmo, peraltro, deliberato da ben 15 anni. La ragione della cancellazione della delibera è che “alcuni residenti sono contrari”. Un atto dettato dall’ignoranza e dalla non conoscenza delle opere di Revelli? O un atto contro il Nuto partigiano, e contro lo stesso comune, Roburent, teatro di una strage nazifascista nel 1944? Oppure è solo una bega di paese? Le proteste di una parte del consiglio comunale, dell’Anpi, dell’Istituto storico della Resistenza di Cuneo, finora non hanno potuto sanare la ferita. Per lo studioso della politica Marco Revelli, figlio di Nuto, è un triste segno dei tempi: “Non so se la mancata intitolazione della via a mio padre sia da ascriversi a esponenti fascisti o leghisti, anche se probabilmente di questo si tratta. Di certo rientra nell’aria che si respira in Italia”. Una ferita anche per la montagna, per i suoi abitanti, per il passato di fame e di abbandono, ai quali Nuto dedicò la sua vita. Testimonia poi, nel già copioso degrado morale e civile del Paese, che pure la cultura, la storia, la memoria e il rispetto delle umane sofferenze e dell’umano riscatto, appartengono al “mondo dei vinti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *