ansa.it — AL BIOPARCO DI ROMA ( DENTRO VILLA BORGHESE ) CI SONO STATE TANTE NASCITE TRA LEMURI…TAPIRI …E TAMARINI… ” DA NON PERDERE “!

 

 Immagine correlata

Il Bioparco di Roma è il giardino zoologico più antico d’Italia. Attualmente ospita 1144 animali di 222 specie diverse. Si trova all’interno di Villa Borghese. 

 Risultati immagini per bioparco di roma?

Immagine correlata

Immagine correlata

Immagine correlata

ci sono tre orsetti: Gianni, Sam e Mary…

 

 

ansa.it / ambiente / animali / 30 maggio 2019

http://www.ansa.it/canale_ambiente/notizie/animali/2019/05/30/al-bioparco-di-roma-tante-nascite-tra-tapiritamarinilemuri_8f7fee07-9dd4-4b78-9a0a-bd4346f2267e.html

 

Al Bioparco di Roma tante nascite tra tapiri, tamarini e lemuri

 

Nell’ambito del programma di conservazione delle specie rare

 

lemuri catta –– vivono nel Madagascar

Al Bioparco di Roma sono nati una femmina di tapiro e quattro gemelli, due tamarini edipo e due lemuri catta. “Le nascite sono avvenute nell’ambito dei programmi di conservazione dell’Eaza, l’Associazione europea zoo e acquari – sottolinea il presidente della Fondazione Bioparco di Roma Francesco Petretti – sono finalizzate soprattutto a conservare nuclei di specie rare, la cui esistenza negli ambienti naturali è sempre più difficile”.

 Risultati immagini per lemuri

i lemuri

 Risultati immagini per tamarini edipo cuccioli

i tamarini edipo

 

 

 La piccola femmina di tapiro sudamericano pesa circa 20 chili. Sulla pagina Facebook del Bioparco si potrà votare uno fra i due nomi proposti dai guardiani del reparto per la cucciola. I due gemelli di tamarino edipo sono tra le più piccole scimmie esistenti al mondo, si tratta di una specie ad altissimo rischio di estinzione, soprattutto a causa della deforestazione che ne ha ridotto la distribuzione originaria del 75%.

 

la tapira sudamericana–20 kg !

 i tamarini edipo

 Al Bioparco attualmente il gruppo è composto da dodici animali. Un altro parto gemellare è avvenuto nell’area dei lemuri catta che ospita tredici animali; si tratta di proscimmie dalla coda ad anelli bianchi e neri che in natura vivono soltanto in Madagascar.

 Per festeggiare i nuovi arrivati, domenica 2 giugno si svolgerà la giornata-evento ‘Foreste sottosopra’, durante la quale i bambini potranno partecipare a giochi tematici e laboratori interattivi sulle specie che abitano le foreste e si potrà partecipare alla visita guidata Cuccioli in foresta.(ANSA)

mammiferi,primati

Lemure catta avvolto nella sua coda

Originario del Madagascar questo tipo di lemure è in via di estinzione (fotografia di Bates Littlehales).

Dimensioni rispetto a un uomo di 2 metri

Info

Classe: mammiferi

Dieta: erbivoro

Durata media della vita in libertà:oltre 18 anni

Lunghezza: testa e corpo: 45 cm; coda: 55 cm

Peso: da 2,5 a 3,5 chili

Status: a rischio

I lemuri sono primati che si trovano soltanto sull’isola africana di Madagascar e in qualche piccola isola limitrofa. A causa del suo isolamento geografico, il Madagascar è la dimora di molte specie che non si trovano in altre parti del pianeta. I lemuri possono esservi arrivati miliardi di anni fa su “zattere” vegetali e si sono evoluti, in isolamento, durante innumerevoli secoli.

I catta sono inconfondibili a causa della loro lunga coda a righe bianche e nere. Sono noti abitanti di molti giardini zoologici. I lemuri utilizzano le mani e i piedi per spostarsi agilmente tra gli alberi, ma non possono afferrare i rami con la coda come fanno alcuni loro cugini primati.

I lemuri catta trascorrono molto tempo a terra, cosa inusuale nella specie dei lemuri. Vanno alla ricerca della frutta che costituisce la gran parte della loro dieta, ma mangiano anche foglie, fiori, corteccia d’albero e linfa. I katta emanano un odore forte dalle ghiandole dell’ano e delle ascelle e lo utilizzano come strumento di comunicazione e anche come una sorta di arma. Usano la scia odorosa per marcare il territorio, avvisando della loro presenza tutti coloro che sono in grado di sentire gli odori.

Durante la stagione dell’accoppiamento i maschi lottano  per la predominanza cercando di far prevalere il proprio odore. Impregnano la propria coda di questa secrezione puzzolente facendola oscillare vigorosamente al vento per diffondere il proprio odore e per determinare così chi è il più potente.

Vivono in gruppi noti come “truppe”. Questi gruppi possono includere da 6 a 30 esemplari ma la media è di circa 17 animali. Nelle “truppe” sono presenti entrambi i sessi ma una femmina dominante presiede tutti. I lemuri catta sono in pericolo di estinzione, in gran parte a causa della rapida scomparsa delle poche selve secche che costituiscono il loro habitat privilegiato.

(29 marzo 2010)

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *