DOMENICO MATTIA TESTA :: SUL DECRETO SICUREZZA BIS ::: condividiamo un intervento di Mattia Testa del 14-06 -2019 che ci sembra dire ” tutto ” in poche righe…

 

 

Immagine correlata

 

 

Il decreto Sicurezza bis approvato dal governo giallo-verde riduce in modo considerevole gli spazi di movimento dei cittadini: siamo di fronte ad una sorta di scambio tra libertà individuali e protezioni: vero combinato disposto tipico dei regimi fascisti, ma, data la diversità dell’attuale contesto, l’operazione sicurezza sortirà effetti contrari a quelli voluti.

Il bersaglio privilegiato sono gli immigrati,visti come gli untori postmoderni, soggetti pericolosi, personificazioni del Male del terzo Millennio per cui guai a chi, dopo traversie inenarrabili li fa sbarcare sui sacri porti italiani e multe alle navi, colpevoli di salvare vite umane. Questo degli stranieri è un copione troppo noto.

 

Immagine correlata

 

C’è del nuovo che va denunciato con forza: Salvini e Di Maio, politici arroganti e di corta vista, vogliono limitare, se non abolire il diritto di manifestazione e di dissenso, perché tutti devono cantare “le magnifiche sorti e progressive” di questo governo che rappresenta a chi ben legge i risultati anche di queste ultime elezioni solo un un terzo della volontà popolare. Un vero abuso di potere.

 

Immagine correlata

Brutale e inspiegabile il pestaggio di Stefano Origone: “Ho pensato di morire, non mi vergogno di dirlo. Mai vista tanta rabbia in trent’anni di professione, sempre sulla strada”

 

 

Le nuove norme sulla Sicurezza e quelle relative alla legittima difesa chiariscono al meglio il progetto di Nuova Società della maggioranza-minoranza pentastellata.

 

Risultati immagini per METALMECCANICI A NAPOLI

20.000 METALMECCANICI SFILANO A NAPOLI

 

Non bastano gli appelli.

Qui occorre un sussulto della coscienza civile, uno scatto di dignità di quanti non si rassegnano allo status quo e vogliono contrastare il disegno autoritario dei due ministri-demagoghi.

Una risposta a DOMENICO MATTIA TESTA :: SUL DECRETO SICUREZZA BIS ::: condividiamo un intervento di Mattia Testa del 14-06 -2019 che ci sembra dire ” tutto ” in poche righe…

  1. ROBERTO RODODENDRO scrive:

    si.
    ci vuole una manifestazione silenziosa ma continua come quando esponemmo le bandiere della pace alle finestre prima e durante l’invasione dell’Iraq.
    Ovviamente l’Iraq è stato invaso ugualmente e le conseguenze si vedono ancora adesso.
    Potrebbero essere magliette con una semplice scritta appena appena provocatoria ma evidente o un drappo alla finestra.
    Dimostrare che ci siamo e ci saremo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *