STEVE McCURRY ( Filadelfia, 1950), fotografo famosissimo ::: LA SUA MOSTRA ” ANIMALS ” E DINTORNI…

 

 

Naturalmente solo alla fine del post, ho scoperto il blog di Steve McCurry—non perdetelo, potete saltare il mio post, ma—se proprio volete…

questo è il link:::

All Creatures Great and Small

 

 

 

Risultati immagini per steve mc curry

 

Steve McCurry (Filadelfia23 aprile 1950) è un fotografo statunitense, uno dei fotografi della Magnum Photos, che ha spaziato con i suoi reportage in più generi, dalla street photography[1] alla fotografia di guerra[2] e dalla fotografia urbana[3] al ritrattocome la celebre fotografia Ragazza afgana[4].

Steve McCurry è nato il 23 aprile 1950 in un piccolo sobborgo di Filadelfia in Pennsylvania.

La sua carriera è stata lanciata quando, travestito con abiti tradizionali, ha attraversato il confine tra il Pakistan e l’Afghanistan, controllato dai ribelli poco prima dell’invasione russa. Quando tornò indietro, portò con sé rotoli di pellicola cuciti tra i vestiti. Quelle immagini, che sono state pubblicate in tutto il mondo, sono state tra le prime a mostrare il conflitto al mondo intero. Il suo servizio ha vinto la Robert Capa Gold Medal for Best Photographic Reporting from Abroad, un premio assegnato a fotografi che si sono distinti per eccezionale coraggio e per le loro imprese-

wikipedia

 

 

 

 

 

Il progetto Animals origina nel 1992 quando il fotografo Steve McCurry svolge una missione nei territori di guerra nell’area del Golfo per documentare il disastroso impatto ambientale e faunistico nei luoghi del conflitto. McCurry tornerà dal Golfo con alcune delle sue più celebri immagini “icone”, come i cammelli che attraversano i pozzi di petrolio in fiamme e gli uccelli migratori interamente cosparsi di petrolio. Con questo reportage vincerà nello stesso anno il prestigioso Word Press Photo. Il premio fu assegnato da una giuria molto speciale, la Children Jury, composta da bambini di tutte le nazioni.
Da sempre, nei suoi progetti Steve McCurry pone al centro dell’obiettivo le storie legate alle categorie più fragili: ha esplorato, con una particolare attenzione ai bambini, la condizione dei civili nelle aree di conflitto; ha documentato le etnie in via di estinzione e le conseguenze dei cataclismi naturali. A partire da quel servizio del ’92 ha infine aggiunto, ai suoi innumerevoli sguardi, quello empatico verso gli animali.

 

 

 

Risultati immagini per steve mc curry animals

 

“Animals ci invita a riflettere sul fatto che non siamo soli in questo mondo” spiega la curatrice della mostra Biba Giacchetti che prosegue “in mezzo a tutte le creature viventi attorno a noi. Ma soprattutto lascia ai visitatori un messaggio: ossia che, sebbene esseri umani e animali condividano la medesima terra, solo noi umani abbiamo il potere necessario per difendere e salvare il pianeta.”

 

 

La mostra si è tenuta al MUDEC -Milano dal dicembre 2018 all’aprile 2019

 

 

 

 

Risultati immagini per steve mc curry animals

 

 

 

 

 

 

 

Risultati immagini per steve mc curry animals

 

 

 

Risultati immagini per steve mc curry animals

 

 

 

 

 

Immagine correlata

 

 

 

 

Risultati immagini per steve mc curry animals

 

 

 

 

Risultati immagini per steve mc curry animals

 

 

 

 

Risultati immagini per steve mc curry animals

 

 

 

 

Risultati immagini per steve mc curry animals

 

 

 

Risultati immagini per steve mc curry animals

 

 

 

 

 

 

 

 

Risultati immagini per steve mc curry animals

 

 

 

Risultati immagini per steve mc curry animals

 

 

 

 

Risultati immagini per steve mc curry animals

 

 

 

Risultati immagini per steve mc curry animals

 

 

 

 

 

 

 

Risultati immagini per steve mc curry animals

 

Steve McCurry: “Ho catturato l’atrocità umana nei miei scatti” 

“La maggior parte delle foto che ho fatto sono di animali in condizione di sofferenza e disperazione, perché la loro vita è un continuo lottare contro dolore e sofferenza, un po’ come quella di noi umani”

 

 “L’attacco di Saddam Hussein – spiega – coincise con la stagione migratoria di quegli uccelli che scambiarono quei laghi sommersi dal petrolio per laghi di acqua dolce: fu una vera tragedia. Molte organizzazioni ecologiste e volontari offrirono il loro aiuto, ma la richiesta fu altissima e si temette per l’estinzione di intere specie”.

 

la foto con la bambina che ha un topo bianco sul collo scattata a Chennai, in India, nel 1996. “La vidi quando scesi dal treno – ricorda McCurry – un’immagine indimenticabile e piena di contraddizione che andava presa, così, in quella sua semplicità. Per lei, quel topolino, era un animale domestico, una visione diversa da quella che potrebbe avere una qualsiasi bambina che non vive in quelle condizioni di indigenza. Mi colpisce la diversità e la diversa percezione della realtà che si può avere a seconda di un posto e di una cultura”.

 

 

“Una fotografia può avere piani di lettura diversi e ciò che appare, non sempre è quello che è davvero”. La sua foto fatta in Thailandia otto anni fa a un ragazzo che legge con un elefante alle spalle lo dimostra. “Il ragazzo stava leggendo e quel piccolo di elefante gli iniziò a grattare la schiena, ma con il mio scatto sembra che voglia quasi sbirciare quello che sta leggendo lui”. La stessa cosa si può dire della foto scattata in Afaghanistan con un cane portato in bici dal suo padrone. “Può sembrare un gesto gentile, una pacifica quotidianità”, spiega, invece quell’uomo lo sta portando a combattere contro un altro cane per guadagnare dei soldi”. Ho catturato atrocità che sottolineano le atrocità della guerra e quelle ambientali, ma soprattutto l’atrocità umana. Preferiamo spesso non sapere e vedere che succedono alcune cose nel mondo, quasi sempre poi per colpa nostra”.

 “Fotografo tutti i giorni – aggiunge prima di andare via – (il suo soggetto preferito è la pioggia, a cui ha dedicato largo spazio nel libro sui monsoni, ndr), ed ora mi sto preparando al mio prossimo scatto, quello più difficile. Qual è ? “Quello a tavola a Natale con tutta la mia famiglia”. Piacevole, ma stressate insieme. Come dargli torto

 

GIUSEPPE  FANTASIA PER::

https://www.huffingtonpost.it/2018/12/16/steve-mccurry-ho-catturato-latrocita-umana-nei-miei-scatti_a_23619506/

 

 

 

Risultati immagini per steve mc curry animals

 

 

 

 

 

 

 

 

Risultati immagini per steve mc curry animals

 

 

 

 

 

 

 

 

Risultati immagini per steve mc curry animals

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Immagine correlata

…non fa parte della mostra, ma dovevate vederla…!

 

 

 

FOTO FAMOSISSIME ::

 

 

Immagine correlata

 

 

 

 

 

 

 

 

Immagine correlata

 

 

 

Immagine correlata

Condividi
Questa voce è stata pubblicata in GENERALE. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.