SIAMO ANDATI A FORIO, SULL’ISOLA DI ISCHIA ( NAPOLI ) –DOVE E’ VISSUTO MOLTI ANNI ED E’ MORTO IL COMPOSITORE INGLESE SIR WILLIAM WALTON E LA MOGLIE LADY SUSANA — AL FONDO IL LORO INCREDIBILE DI MERAVIGLIE GIARDINO, FRUTTO DI CURE E DI INVENZIONI DI TANTI ANNI

 

C’ERAVAMO GIA’ STATI, MOLTO VELOCEMENTE, NELLA SECONDA PARTE DI

QUESTO POST: 

LORETO (ANCONA) NELLE MARCHE—UN ANTICO LUOGO DI PELLEGRINAGGIO MARIANO + + ISCHIA, CHIESA DI SANTA MARIA DI LORETO E QUALCHE ALTRA IMMAGINE

 

 

Risultati immagini per forio immagini

 

Forio (conosciuto anche come Forio d’Ischia; pronuncia Forìo) è un comune italiano di 17 815 abitanti ( dati 2017 ) della città metropolitana di Napoli in Campania.

 

 

Mappa di: Isola d'Ischia, Città Metropolitana di Napoli

 

 

Si trova sull’isola d’Ischia e, con i suoi 13,08 km² di territorio, è il comune più esteso dell’isola. Di fronte alla spiaggia Citara è presente l’isola Pietra Bianca.

 

Risultati immagini per forio immagini

 

Forio ha subito nei secoli diverse invasioni da parte dei Saraceni, di cui conserva marcati segni nell’architettura locale. Dal 1938 al 1945 fu aggregato al comune di Ischia, insieme agli altri comuni dell’isola, formando un’unica entità amministrativa dell’isola d’Ischia. Negli anni cinquanta molti artisti di tutto il mondo si davano appuntamento in questo Comune, attratti dalla bellezza dei luoghi e dalla cordialità dei residenti.

 

Risultati immagini per forio immagini

 

 

 

Risultati immagini per forio immagini

 

 

Risultati immagini per forio immagini

 

 

 

Forio, incanto dopo la pioggia: l'arcobaleno parte dal Torrione

L’incanto di un arcobaleno nel cielo di Forio, nel cuore di un pomeriggio più autunnale che primaverile. E dopo la pioggia sull’isola d’Ischia torna il sereno, sottolineato da uno dei più suggestivi fenomeni meteorologici. Colori supplementari per un quadro già decisamente incantevole, con il Torrione che domina la skyline, impreziosita dalla cupola della chiesa di San Gaetano, a due passi da porto commerciale e porto turistico.
Foto Mario Calisedi PASQUALE RAICALDO

https://napoli.repubblica.it/cronaca/2018/05/04/foto/forio_l_arcobaleno_parte_dal_torrione_l_incanto_dopo_la_pioggia-195532893/1/#1

 

 

Risultati immagini per forio immagini

 

 

 

Immagine correlata

 

 

Risultati immagini per forio immagini

 

 

Veduta del centro di Forio. A sinistra della foto si scorge il Torrione, a destra la Chiesa del Soccorso

 

Il porticciolo turistico di Forio al tramonto

 

 

Punta Imperatore. Sita nella frazione di Panza nel comune di Forio, è il punto più occidentale dell’isola d’Ischia e chiude il golfo di Napoli

 

 

Il Torrione

 

Il porticciolo di Forio di notte

Spiaggia di San Francesco di Paola nel comune di Forio

Facciata della Chiesa del Soccorso

 

 

Facciata della Chiesa del Soccorso e la scalinata d’accesso decorata con maioliche

Il tratto di mare sottostante la Chiesa del Soccorso

Forio al crepuscolo

Altra veduta di Forio al crepuscolo

Veduta della frazione di Panza, nel comune di Forio

 

La villa del compositore inglese William Walton a La Mortella a Forio, Ischia

Giardini La Mortella

I Giardini La Mortella sono stati creati a partire dal 1958 da Lady Susana Walton, la moglie di origine argentina del compositore inglese Sir William Walton. I giardini si trovano sul promontorio di Zaro nel comune di Forio, sull’isola di Ischia.

I Walton arrivarono ad Ischia poco dopo il matrimonio, nel 1949. Dapprima si stabilirono in una casa di affitto, ma poi decisero di acquistare un terreno, nella località detta Le Mortelle – dal nome di cespugli di mirto (Myrtus communis) che crescevano fra le rocce. Così la proprietà fu chiamata La Mortella. Lady Walton ha sviluppato il giardino per più di 50 anni, all’inizio con l’aiuto ed i consigli del paesaggista inglese Russell Page, poi esclusivamente seguendo la propria ispirazione.

Rimasta vedova nel 1983, Lady Walton decise di aprire il giardino al pubblico nel 1991. Allo stesso tempo Lady Walton creò due fondazioni, il William Walton Trust in Inghilterra, e la Fondazione William Walton in Italia, con l’obiettivo di far conoscere la musica del marito, incentivare l’amore e la conoscenza della musica, e preservare il giardino.

fontana alta - giardini la mortella

Oggi La Mortella è uno dei più bei giardini privati in Europa. Nel 2004 ha ricevuto il primo Premio come “il più bel parco d’Italia” dalla ditta americana Briggs & Stratton, mentre nel 2012 si è aggiudicata il premio per la  manutenzione da parte dei Grandi Giardini Italiani.

 

Il termine mortella in napoletano indica, il “mirto divino” (Myrtus communis), una pianta che spunta con grande abbondanza tra le rocce della collina su cui si sviluppa il giardino e che rivestiva notevole importanza nella mitologia grecoromana, a volte rappresentando la bellezza o la verginità, altre volte l’amore o la fortuna pagana.

 

 

voliera dei giardini “La Mortella”

veduta di Forio dai giardini “La Mortella”

 

 

Risultati immagini per giardini la mortella la casa?

mappa dei giardini

 

 

Risultati immagini per giardini la mortella la casa?

 

 

Risultati immagini per giardini la mortella la casa?

 

 

Risultati immagini per giardini la mortella la casa?

 

 

 

 

Immagine correlata

 

 

Risultati immagini per giardini la mortella la casa?

 

 

 

Immagine correlata

 

 

Immagine correlata

 

 

Immagine correlata

adesso si visitano anche d’inverno

 

 

Risultati immagini per giardini la mortella la casa?

tempio del sole nei giardini

 

 

Immagine correlata

Una risposta a SIAMO ANDATI A FORIO, SULL’ISOLA DI ISCHIA ( NAPOLI ) –DOVE E’ VISSUTO MOLTI ANNI ED E’ MORTO IL COMPOSITORE INGLESE SIR WILLIAM WALTON E LA MOGLIE LADY SUSANA — AL FONDO IL LORO INCREDIBILE DI MERAVIGLIE GIARDINO, FRUTTO DI CURE E DI INVENZIONI DI TANTI ANNI

  1. Donatella scrive:

    Viene da pensare ai Giardini Hambury della Mortola. Gli Inglesi sono stati grandi nella costruzione e nella cura di questi meravigliosi giardini, anche al di fuori della loro isola.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *