ANSA.IT — 27 AGOSTO 2019 — ore 19,29 ::: Governo: si riapre il dialogo M5s-Pd. Vertice tra i capigruppo. Consultazioni al Quirinale. Rinviata a domani la direzione del Partito democratico.

 

 

ANSA.IT — 27 AGOSTO 2019 — ore 19,29

http://www.ansa.it/sito/notizie/politica/2019/08/23/governo-pd-accordo-rischia-per-lambizione-di-di-maio.-m5s-mai-chiesto-il-viminale_b2268aef-e811-491a-a26f-735090714ff3.html

 

 

Governo: si riapre il dialogo M5s-Pd. Vertice tra i capigruppo. Consultazioni al Quirinale

Rinviata a domani la direzione del Partito democratico

 

 

 

 

PALAZZO CHIGI

 

 

AL QUIRINALE

 

 

 

 

 

Riparte il dialogo tra il M5S e i Dem, mentre c’è stato il nuovo giro di consultazioni al Colle per la formazione del nuovo governo, dopo le dimissioni del premier, Giuseppe Conte. Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha incontrato i presidenti delle Camere, Elisabetta Alberti Casellati, e Roberto Fico. Emercati sembrano credere all’accordo per la formazione del nuovo governo giallorosso.

Segnali di distensione, dunque, tra il Pd e M5s, in seguito allo stallo che si era verificato questa mattina. “In presenza del Presidente Conte, non è mai stata avanzata la richiesta del Viminale per Luigi Di Maio, né dal Movimento 5 Stelle né da Di Maio stesso”: rilevano fonti di Palazzo Chigi.

Parole che sbloccano l’impasse. La precisazione che Luigi Di Maio non ha mai chiesto il Viminale “mi sembra un segnale positivo”,dice Andrea Marcucci. “Passi in avanti? Direi di sì”, ha risposto ai cronisti arrivando al Nazareno per la cabina di regia del Pd. La trattativa è ripartita? “Sono più ottimista”, ha detto ancora Marcucci.

Apprezzamento per la parole di Marcucci dal M5s: “Bene la chiarezza fatta dalla presidenza del Consiglio circa le false indiscrezioni trapelate nelle ultime ore. Al contempo, accogliamo positivamente le parole di apertura di alcuni autorevoli esponenti del Partito Democratico sul ruolo del presidente Giuseppe Conte. Sì a un dialogo sul programma e sui temi. Il M5S vuole innanzitutto parlare di soluzioni per il Paese, in una fase che consideriamo delicatissima a seguito dell’apertura di una crisi che ci vede estranei a ogni responsabilità”.

Si lavora, quindi, ad un documento unitario: a Montecitorio l’incontro tra le due delegazioni per lavorare sui temi di un accordo. Alla riunione i capigruppo alla Camera e al Senato dei due schieramenti, Francesco D’Uva e Stefano Patuanelli per il M5s e Graziano Delrio é Andrea Marcucci per i dem. Con loro i vicepresidenti dei gruppi M5s Francesco Silvestri e Gianluca Perilli e la vicesegretario del Pd Paola De Micheli e il coordinatore della segreteria Andrea Martella.

Intanto è cominciata la cabina di regia al Pd con il segretario Zingaretti, il presidente del partito Paolo Gentiloni, i due vicesegretari Andrea Orlando e Paola De Micheli, i capigruppo Andrea Marcucci e Graziano Delrio e le due vicepresidenti dell’assemblea Debora Serracchiani e Anna Ascani. Rinviata a domattina alle 10, invece, la direzione del Pd sugli sviluppi della crisi di governo, che avrebbe dovuto tenersi oggi alle 18.

Nuovo alt del Pd all’ipotesi di Di Maio vicepremier: ‘Lo schema non è possibile”: dice Andrea Marcucci rispondendo ai cronisti

 

 

LO SCONTRO – Dopo il vertice notturno, la trattativa tra M5s e Pd si era interrotta. ‘L’accordo rischia di saltare per le ambizioni personali di Di Maio: vuole il Viminale e fare il vicepremier’, aveva accusato il Pd. ‘Di Maio non ha mai chiesto il Viminale per il M5s’, la replica. Alta la tensione tra i pentastellati. Gallo attacca Di Battista: ‘Chi esplicitamente persegue la strada del voto o del ritorno con la Lega contro la volontà del gruppo e di Grillo non può dettare condizioni’.

In campo anche i pontieri. ‘Nessun veto su Conte. Dialogo bruscamente interrotto non capiamo perché, speriamo riprenda’, dice Delrio. ‘Che Conte non sia il punto è un grandissimo passo avanti, la trattativa non è saltata’, fa eco D’Uva. ‘Litigano sulle poltrone, torna la Prima Repubblica’, attacca Salvini. Dalla Lega tornano segnali di apertura al M5s.

 

Condividi
Questa voce è stata pubblicata in GENERALE. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.