Porta Romana Bella – Nanni Svampa– –dopo le immagini e il testo

 

Brassens svampa.jpg

Brassens e  Svampa

 

 

Lino Patruno, Lucio Dalla, Nanni Svampa e Lucia Mannucci nel 1970.

 

Risultati immagini per nanni svampa immagine ?

Giovanni “Nanni” Svampa (Milano, 28 febbraio 1938 – Varese, 26 agosto 2017) è stato un cantante, scrittore e attore italiano, fondatore del gruppo musicale e cabarettistico I Gufi.

Nanni Svampa nacque pochi anni prima del secondo conflitto mondiale, a Porta Venezia, uno degli antichi ingressi della Milano medievale ancora esistenti. Era zona popolare, abitata da operai e impiegati, che vivevano a continuo contatto nelle case di ringhiera, abitazioni che si affacciavano su un cortile comune e in comune dividevano anche la vita quotidiana. Questa formazione popolana verrà rafforzata dallo scoppio del conflitto.

Trasferitosi come sfollato a Porto Valtravaglia, piccolo comune in provincia di Varese adagiato sulle sponde del Lago Maggiore, crebbe in un mondo ancora rurale e provinciale, che molto influirà sul suo futuro artistico.

Dopo la maturità scientifica, Svampa, consigliato e convinto dal padre, si iscrisse alla Bocconi e si laureò in Economia e commercio. L’esperienza maturata nella ricerca di un primo impiego, confacente alle volontà paterne, gli ispirò la canzone Io vado in banca (portata poi al successo nella cabarettistica interpretazione de I Gufi).

Durante il periodo universitario, nel 1959, si avvicinò al mondo musicale, fondando, e partecipando come voce e chitarra, il complesso I soliti Idioti. La natura goliardica delle prime avventure sul palco subì un arresto nel 1960, quando Svampa iniziò ad ascoltare e ad apprezzare le interpretazioni di Georges Brassens.

Nel 1961, arruolato nel servizio di leva, con il tempo a disposizione, iniziò a tradurre Brassens, dal francese al dialetto milanese. Questo esercizio continuo di apprendimento delle espressioni dialettali, lo avvicinerà molto alle canzoni popolari e alle tradizioni musicali lombarde

I GUFI

 

  • Gianni Magni (Milano, 16 maggio 1941 – Milano, 16 luglio 1992) – voce.
  • Nanni Svampa (Milano, 28 febbraio 1938 – Varese, 26 agosto 2017) – chitarra, pianoforte e voce.
  • Roberto Brivio (Milano, 21 febbraio 1938) – chitarra, fisarmonica e voce.
  • Lino Patruno (Crotone, 27 ottobre 1935) – chitarra, banjo, contrabbasso, voce

 

I Gufi 1966.jpg

I GUFI NEL 1966

 

 

Dopo lo scioglimento dei Gufi, Nanni Svampa continuò la collaborazione con Patruno, incentrando la sua attività negli spettacoli teatrali, quali Addio Tabarin e Un giorno dopo l’altro, e soprattutto nella creazione di un’antologia delle canzoni popolari milanesi.

Suddivise in dodici volumi, Milanese – Antologia della canzone lombarda, rappresenta una delle maggiori collezioni di studio e ricerca sulla storia musicale e dialettale della città.

Parallelamente non cessò il suo interesse verso Brassens, del quale continuerà a curare le traduzioni, sia in italiano sia in milanese, delle sue canzoni.

Morì a Varese il 27 agosto 2017 all’età di 79 anni. Era malato da tempo.

 

https://it.wikipedia.org/wiki/Nanni_Svampa

 

Risultati immagini per nanni svampa immagine ?

Risultati immagini per nanni svampa immagine ?

 

Risultati immagini per nanni svampa immagine ?

 

Immagine correlata

 

Risultati immagini per nanni svampa immagine ?

Immagine correlata

 

Risultati immagini per nanni svampa immagine ?

 

Risultati immagini per nanni svampa immagine ?

 

Condividi

One Response to Porta Romana Bella – Nanni Svampa– –dopo le immagini e il testo

  1. Donatella scrive:

    I Gufi ebbero il merito di portare ironia, riso, sfottò nel panorama musicale italiano del tempo. Tanta musica popolare lombarda non la conosceremmo se non ce l’avesse presentata Nanni Svampa in quella meravigliosa antologia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *