SCOPERTA NEL 2018 IN EGITTO NELLA REGIONE DI SAQQARA UNA TOMBA COLORATISSIMA…vari link + link di un’intervista ad una bella egittologa…

 

FOTO E PICCOLO TESTO DA: 

IL MESSAGGERO

 

https://www.ilmessaggero.it/mondo/egitto_tomba_saqqara_scoperta_colori_foto-4429604.html

 

Risultato immagini per GLI INCREDIBILI COLORI DELLA TOMBA DI SAQQARA ?

 

 

Risultato immagini per GLI INCREDIBILI COLORI DELLA TOMBA DI SAQQARA ?

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L’Egitto fa un’altra sensazionale scoperta archeologica: una tomba con affreschi e iscrizioni perfettamente conservati e dai colori rimasti incredibilmente brillanti è stata svelata ieri all’interno della necropoli di Saqqara. Si tratta di una tomba risalente alla quinta dinastia (circa 4.300 anni fa) e appartenente a un nobile vicino al faraone, di nome Khuwy. «La tomba di Khuwy ha una forma a “L”: inizia con un piccolo corridoio che porta a un’anticamera e, da lì, a una camera più grande dove si trova raffigurato il defunto seduto a un tavolo delle offerte», ha spiegato Mohamed Megahed, capo della squadra di scavi, in un comunicato del ministero egiziano delle Antichità. La tomba è stata scoperta il mese scorso ed è solo l’ultimo di una serie di incredibili ritrovamenti nella necropoli di Saqqara. Negli ultimi anni l’Egitto ha cercato di promuovere scoperte archeologiche in tutto il paese nel tentativo di far rivivere il turismo mai del tutto ripresosi dopo i tumulti del 2011.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

ALTRE FOTO DALL’ANSA.IT

 

 

 

 

 

 

 

(ANSA) – IL CAIRO, 11 SET – “Una delle più belle” tombe della necropoli egiziana di Saqqara, a sud del Cairo, è stata appena inaugurata “per la prima volta dalla sua scoperta nel 1940”. Lo segnala su Facebook Il ministero delle Antichità egiziano.

Prima dell’inaugurazione della “tomba di Mehu” sono stati compiuti lavori di restauro, ha riferito la settimana scorsa il dicastero mostrando visitatori del sepolcro risalente alla VI dinastia (quindi circa 4.300 anni fa).    La bellezza della tomba è dovuta ai “vividi colori” e alle scene che vi sono dipinte, talune “strane” come una che raffigura un “matrimonio di coccodrilli” alla presenza di una tartaruga. Ci sono poi scene di “raccolto, cucina e danza acrobatica”, un soggetto – quest’ultimo – mai rinvenuto a Saqqara prima della VI dinastia, informa ancora il post del ministero.    Mehu era un dignitario che visse sotto re Pepsi con titoli quale “visir” e “Capo delle giurie” come attestano iscrizioni sui muri delle struttura e sul suo sarcofago.

 

DA: 

ANSA.IT — 11 SETTEMBRE 2018

http://www.ansa.it/sito/notizie/cultura/arte/2018/09/11/inaugurata-splendida-tomba-a-saqqara_dfcffd73-2553-48a9-88f0-a5ad5691fdae.html

 

DA QUI:

RAINEWS:

 

13 APRILE 2019

La necropoli di Saqqara, a 35 km a sud da Il Cairo, continua a riservare sorprese per gli archeologi e ad aggiungere importanti tasselli alla conoscenza del periodo storico della fine dell’Antico Regno d’Egitto. In queste immagini è mostrata la straordinaria bellezza della tomba di un funzionario vissuto 4400 anni fa, scoperta recentemente nell’area del complesso funerario del faraone Djedkara Isesi. Su una colonna in granito è stata trovata un’iscrizione dedicata alla misteriosa regina Setibhor, moglie di Djedkara, ottavo e penultimo re della V dinastia. La vicinanza della sepoltura, a forma di L, alla tomba del re e la qualità dei rilievi sopravvissuti ai furti delle epoche successive faceva già presagire che si trattasse del sepolcro di un uomo di rango elevato, probabilmente un notabile.  Il defunto, l’amico del ‘palazzo’ (titolo tipico dell’Antico Regno) Khuwy, è rappresentato sulle pareti nord e sud seduto di fronte a una tavola d’offerta, mentre in basso è dipinto il trasporto fluviale del sarcofago. È la prima volta che, in una sepoltura privata, la parte sotterranea è ricalcata sullo schema delle piramidi reali: con un corridoio discendente, un vestibolo, l’anticamera e la stanza del sarcofago. Le pareti dell’anticamera, in particolare, sono ricoperte da pitture straordinariamente conservate dai colori vivi e brillanti

La parete est è decorata con una lunga lista di offerte e la macellazione rituale di un bovino; su quella ovest, invece,si ritrova il tipico motivo “a facciata di palazzo”. La camera funeraria non è dipinta ma doveva essere quasi completamente occupata dal sarcofago in calcare, ritrovato distrutto dai “tombaroli” che certamente visitarono questo luogo in passato, portando via tutti gli oggetti del corredo. Non lontano dalla tomba del notabile, è emersa una colonna in granito rosso di Assuan con l’iscrizione: “Colei che vede Horus e Seth, la grande moglie del re, sua amata Setibhor”. È dunque questo il nome finora sconosciuto della sposa di Djedkara, probabile proprietaria di questo complesso piramidale, finora rimasto anonimo, il più grande costruito per una regina dell’Antico Regno. Negli ultimi anni l’Egitto ha cercato di promuovere scoperte archeologiche nel tentativo di far rivivere il turismo che ha risentito delle turbolenze politiche che hanno agitato il Paese. –

 

TESTO DA RAINEWS– NEL LINK SOTTO CI SONO ALCUNE BELLE FOTOGRAFIE::

http://www.rainews.it/dl/rainews/media/Gli-incredibili-colori-che-decorano-la-tomba-del-notabile-dell-Antico-Regno-Egitto-6f1ff7df-38be-4a3c-99fc-e7bfbf6bd1a8.html#foto-1

 

 

 

AVEVAMO PUBBLICATO L’INTERVISTA AD UNA BELLA EGITTOLOGA…

VALENTINA PORCHEDDU, INTERVISTA L’EGITTOLOGA AUDE GROS DE BELER — TESORI DELLA VITA QUOTIDIANA DELL’ANTICO EGITTO LONTANO DAI FARAONI– IL MANIFESTO DEL 24 MAGGIO 2019

Condividi

One Response to SCOPERTA NEL 2018 IN EGITTO NELLA REGIONE DI SAQQARA UNA TOMBA COLORATISSIMA…vari link + link di un’intervista ad una bella egittologa…

  1. Donatella scrive:

    I colori vividi di questa tomba ci regalano un’immagine vivace dell’antico Egitto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *