ANSA.IT –14 GIUGNO 2020 –19.09::: Coronavirus:+338 contagi, dato stabile. Lombardia 72%

 

 

ANSA.IT –14 GIUGNO 2020 –19.09

https://www.ansa.it/canale_saluteebenessere/notizie/sanita/2020/06/14/coronavirus-nel-lazio-1322-positivi-808-morti-e-5825-guariti_c6a9eb2c-f013-4ca6-b54d-112402878bd1.html

 

Coronavirus:+338 contagi, dato stabile. Lombardia 72%

 

Nel Lazio 1322 positivi, 808 morti e 5825 guariti. L’assessore alla Sanità: ‘Dei nuovi 14 casi di oggi, 5 sono riferibili al San Raffaele’

 

 

 

 

 

Stabile il dato giornaliero dei contagi da coronavirus in Italia, con un incremento di 338 casi rispetto a ieri, quando si era registrata una crescita di 346. Il dato della Protezione civile comprende attualmente positivi, vittime e guariti.

In Lombardia i nuovi contagiati sono 244 in più, pari al 72,1% per cento dell’aumento odierno in Italia. Il numero dei casi totali è arrivato a 236.989.

 

Sale il dato giornaliero delle vittime da coronavirus nelle ultime 24 ore in Italia, dove sono state 44. Ieri erano state 55.

In Lombardia nell’ultima giornata se ne sono registrate 21 mentre ieri erano state 23. Il numero totale delle vittime in Italia sale dunque a 34.345.

Sono saliti a 176.370 i guariti e i dimessi per il coronavirus in Italia, con un incremento rispetto a ieri di 1.505 Venerdì l’aumento era stato di 1.780.

 

Sono 26.274 i malati di coronavirus in Italia, 1.211 meno di ieri, quando il calo era stato di 1.512.

 

Nel dettaglio – secondo i dati diffusi dalla Protezione Civile – gli attualmente positivi sono

 

15.989 in Lombardia (-796),

2.648 in Piemonte (-172),

1.637 in Emilia-Romagna (-90),

772 in Veneto (-6),

499 in Toscana (-3),

243 in Liguria (-1),

1.322 nel Lazio (-35),

626 nelle Marche (-51),

319 in Campania (-18),

418 in Puglia (-4),

66 nella Provincia autonoma di Trento (-4),

837 in Sicilia (-5),

103 in Friuli Venezia Giulia (-2),

511 in Abruzzo (+2),

95 nella Provincia autonoma di Bolzano (+0),

20 in Umbria (-1),

33 in Sardegna (-1),

7 in Valle d’Aosta (+0),

44 in Calabria (-1),

74 in Molise (-23),

11 in Basilicata (+0).

 

Quanto alle vittime, sono in

 

Lombardia 16.449 (+21),

Piemonte 4.012 (+6),

Emilia-Romagna 4.204 (+5),

Veneto 1.978 (+1),

Toscana 1.085 (+3),

Liguria 1.521 (+3),

Lazio 808 (+2),

Marche 993 (+0),

Campania 430 (+0),

Puglia 532 (+0),

Provincia autonoma di Trento 464 (+0),

Sicilia 279 (+0),

Friuli Venezia Giulia 343 (+0),

Abruzzo 456 (+2),

Provincia autonoma di Bolzano 291 (+0),

Umbria 77 (+1),

Sardegna 132 (+0),

Valle d’Aosta 144 (+0),

Calabria 97 (+0),

Molise 23 (+0),

Basilicata 27 (+0).

 

I tamponi per il coronavirus sono finora 4.620.718, in aumento di 56.527 rispetto a ieri. I casi testati sono finora 2.846.621.

 

 

E’ in crescita in Lombardia il rapporto tra tamponi effettuati e positivi: oggi il dato è salito al 2.6%, ieri era al 2.2%, l’altro ieri all’1.8%. Su 9.336 tamponi effettuati, ci sono 244 nuovi casi per un totale complessivo di 91.658 positivi in regione. I nuovi decessi sono 23, per un totale complessivo di 16.428 morti. Calano sia i ricoveri in terapia intensiva, (94, -2) che negli altri reparti (2.116, -136).

 

 

LA SITUAZIONE NEL LAZIO –

 

Sono 1322 gli attuali casi positivi di Covid 19 nel Lazio.

Di questi 980 sono in isolamento domiciliare,

305 sono sono ricoverati non in terapia intensiva,

37 sono ricoverati in terapia intensiva. Lo rende noto la Regione.

808 sono i pazienti deceduti e

5825 le persone guarite.

In totale sono stati esaminati 7955 casi.

 

“Oggi – ha spiegato l’assessore alla sanità regionale Alessio D’Amato – registriamo un dato di 14 casi positivi di cui 5 riferibili al focolaio del San Raffaele Pisana di Roma.

 

Il focolaio raggiunge così un totale di 109 casi positivi e 5 decessi correlati. Un focolaio è chiuso, quello di Piazza Pecile (Garbatella) e sul San Raffaele Pisana attendiamo l’esito dei richiami per chiudere la copiosa indagine epidemiologica. E’ stata importante per contenere i focolai la tempestività degli interventi”.

“Al San Raffaele Pisana sono stati tutti trasferiti i 64 pazienti e chiesta dalla Asl Roma 3 alla direzione sanitaria della struttura la sanificazione dai reparti di medicina e riabilitazione cardiologica e respiratoria – prosegue D’Amato -.

Dei 5 casi riferiti al cluster due sono operatori sanitari (uno nella Asl Roma 4 e uno nella Asl Roma 5), due fanno riferimento al cluster nella Asl Roma 6 e uno è un parente di un paziente nella Asl Roma 1 dimesso dalla struttura.

Rimangono nella struttura 79 pazienti e di questi 13 sono in dimissione con tampone negativo”.

 

 

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *