ANSA.IT — 29 GIUGNO 2020 –12.22 ::: Bachelet (Onu), annessione di Israele illegale. ‘Sia del 30% della Cisgiordania che del 5%’ ++ qualche notizia su MICHELLE BACHELET

 

 

 

ANSA.IT — 29 GIUGNO 2020 –12.22

https://www.ansa.it/sito/notizie/topnews/2020/06/29/bachelet-onu-annessione-di-israele-illegale_d72742c6-4b2a-4552-a2fe-2e700edf730a.html

Bachelet (Onu), annessione di Israele illegale

‘Sia del 30% della Cisgiordania che del 5%’

 

 

MICHELLE BACHELET

Verónica Michelle Bachelet Jeria (Santiago del Cile, 29 settembre 1951) è un medico e politica cilena, presidente del Cile per due mandati non consecutivi (2006-2010 e 2014-2018), diventando la prima donna a rivestire tale carica. Fu anche ministro della Sanità e, sotto la presidenza Lagos, della Difesa.

Durante il governo di Salvador Allende il padre della Bachelet dirige l’ufficio per la distribuzione delle derrate alimentari e, a seguito del golpe cileno dell’11 settembre 1973, viene imprigionato presso l’accademia aeronautica, sotto accusa di tradimento, per essersi rifiutato di ribellarsi contro Allende. A seguito delle torture subite, Alberto Bachelet muore nel 1974 per arresto cardiaco nella prigione di Santiago. Anche l’allora fidanzato della Bachelet, Jaime López, è detenuto e torturato ed entra nel novero dei desaparecidos.

Il 10 gennaio 1975 anche Michelle e sua madre sono arrestate e poi detenute e torturate a Villa Grimaldi, noto centro di detenzione di Santiago, per 21 giorni[1]. I suoi compagni di partito e amici sono torturati con l’elettricità e in gran numero uccisi, e lei deve subire privazioni e violenze fisiche e psicologiche (come assistere alle torture di altri e minacce di violenza sessuale o di morte, sia nei suoi confronti che in quelli di sua madre), ma scampa a quelle più pesanti. Ha raccontato di essere stata interrogata direttamente da Manuel Contreras, il capo della DINA, la polizia politica di Pinochet.

Grazie ad alcune conoscenze familiari, le due donne sono poi liberate ed esiliate, e raggiungono in Australia il fratello maggiore di Michelle, Alberto, che vive lì dal 1969. Bachelet e sua madre si spostano quindi in Germania dell’Est, il cui governo concede asilo politico ai rifugiati cileni, e presso l’Herder Institut di Lipsia impara il tedesco; continua gli studi medici presso l’Università Humboldt di Berlino. Nel 1979 Michelle viene autorizzata a tornare in Cile, dove conclude gli studi e si laurea (nel 1982) presso l’Università del Cile come medico chirurgo. Tra il 1983 ed il 1986 si specializza in pediatria e sanità pubblica presso l’ospedale pediatrico “Roberto del Río”. In questo periodo torna all’attività politica, impegnandosi sul fronte del ripristino della democrazia, con l’allentamento della pressione autoritaria.

 

SEGUE NEL LINK SOTTO :

https://it.wikipedia.org/wiki/Michelle_Bachelet

 

 

(ANSA) – GINEVRA, 29 GIU – Il progetto israeliano di annessione di parti della Cisgiordania è “illegale”. Lo denuncia Michelle Bachelet, alto commissario Onu per i diritti umani.    L’alto commissario Onu ha sottolineato che le “onde d’urto” del piano di annessioni israeliano “dureranno per decenni”.    “L’annessione è illegale, totalmente”, ha affermato Bachelet in una nota. “Qualsiasi annessione, sia che si tratti del 30% della Cisgiordania, sia che si tratti del 5%”. 

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *