Maigret e l’ispettore sfortunato (1968) — 1. 41. 55 — sotto, la storia di Simenon che arriva in Canada dove nel ’46 scrive questo romanzo…

 

 

Denyse Ouimet |

Georges Joseph Christian Simenon (Liegi, 13 febbraio 1903 – Losanna, 4 settembre 1989) è stato uno scrittore belga di lingua francese,

 

 

GEORGES SIMENON Maigret DENYSE OUIMET Paris Photo 1950s | eBay

GEORGES SIMENON, QUI NEL 1950 CON DENYSE OUIMET

 

 

Maigret e l’ispettore scontroso (titolo originale in francese Maigret et l’inspecteur malchanceux, e successivamente Maigret et l’Inspecteur Malgracieux), uscito in traduzione italiana anche con i titoli Questa notte a ParigiL’ispettore biliosoL’ispettore sgarbato e Maigret e l’ispettore Scorbutico, è un racconto dello scrittore belga Georges Simenon con protagonista il personaggio del commissario Maigret.

La parola malchanceux (sfortunato) fu una svista di un linotipista, che fece arrabbiare Simenon. Di fatto dall’edizione 1956 venne restaurata la parola che avrebbe voluto l’autore, ovvero malgracieux (scortese)[1].

Il racconto fu scritto a Sainte-Marguerite-du-Lac-Masson (Québec), Canada, il 5 maggio 1946.

 

 

 

Attori:

Gino Cervi, Andreina Pagnani, Ileana Ghione, Gabriella B. Andreini, Antonio Battistella

Regia:

Mario Landi

 

 

Trama

L’apparente suicidio di un commerciante di preziosi ne ricorda molto un altro, la cui strana dinamica solo Maigret e pochi altri della cerchia dei suoi collaboratori possono conoscere, in quanto la notizia non apparve sulla stampa. L’indagine viene affidata all’ispettore Lognon, noto per le sue vicissitudini familiari e di salute (e soprannominato “muro del pianto”), che lo hanno reso diffidente e poco socievole. Fra una cognata della vittima molto addolorata e una moglie gelida e indifferente, Maigret, molto interessato al caso, la cui somiglianza con il precedente non ritiene trattarsi di una coincidenza, dirigerà di fatto le indagini, ma riuscendo a non urtare la suscettibilità dello sfortunato ispettore, a cui verrà lasciato il merito ufficiale del buon esito dell’inchiesta.

 

 

Si è davvero suicidato Michel Goldfinger?

Malato e in difficoltà finanziarie, si sarebbe ucciso dopo aver insultato la polizia da un telefono pubblico.

Ma perché la sua polizza sulla vita, a favore della moglie, prevede anche il suicidio?

E perché la moglie e la cognata reagiscono tanto diversamente alla luttuosa notizia?

E quale filo invisibile lega la sua morte a quella di Stan il Polacco?

Il caso è nelle mani dello sfortunato ispettore Lognon, ma sarà Maigret a risolverlo.

 

Da notare il nome del produttore delegato Rai: Andrea Camilleri, papà del commissario Montalbano.

 

 

 

SE MAI QUALCUNO AVESSE VOGLIA DI LEGGERLA, NEL LINK C’E’ LA STORIA DI SIMENON CHE CON MOGLIE E FIGLIO ARRIVA IN CANADA, IN QUEBEC, DOVE SI PARLA FRANCESE, MA SUBITO DOPO CONOSCE DENYSE…coup de foudre..

 

sotto, col cappello, è proprio Simenon !

 

 

http://www.simenon-simenon.com/2016/05/simenon-simenon-de-sainte-marguerite.html

Condividi

One Response to Maigret e l’ispettore sfortunato (1968) — 1. 41. 55 — sotto, la storia di Simenon che arriva in Canada dove nel ’46 scrive questo romanzo…

  1. Donatella scrive:

    Maigret è l’unico ispettore di polizia di cui mi fido.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *